Wednesday, September 20, 2017
Home / Posts Tagged "Santa Lucia del Mela"

Si svolgerà nella splendida cornice del castello di Santa Lucia del Mela (ME), dal 13 al 16 ottobre 2016, il Convegno Internazionale di studi “Sicilia millenaria: dalla microstoria alla dimensione mediterranea”.

Le quattro giornate, organizzate dall’architetto e studioso Filippo Imbesi, coordinate dal prof. Luciano Catalioto, docente di storia medievale del DICAM (Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne) dell’Università degli Studi di Messina, e promosse dall’Amministrazione Comunale e dall’Assessore ai Beni Culturali di Santa Lucia del Mela, il dott. Rosario Torre, vedranno la preziosa collaborazione ed il supporto di importanti enti di ricerca ed associazioni culturali, tra cui l’Università degli Studi di Messina, l’Università Paris Ouest Nanterre La Défense, l’Officina di Studi Medievale di Palermo e l’Associazione SiciliAntica.

Sessanta i relatori che si intervalleranno, studiosi prestigiosi per un momento di riflessione e ricerca sulla Sicilia. Dalla microstoria, quindi dal particolare, fino all’importanza che l’isola rivestiva nella dimensione mediterranea, bacino di cultura e polo d’attrazione di migliaia di popoli.

L’evento, secondo l’impronta voluta dall’organizzatore, mira anche ad offrire, in una fase di appiattimento culturale piuttosto generalizzato, un momento di seria riflessione sugli sconfinati campi di ricerca propri del territorio siciliano e uno stimolo per un concreto cambiamento di rotta dell’attuale sistema culturale.

Numerosi saranno gli argomenti trattati con impostazione multidisciplinare: arte, numismatica, presenze antiche, storia dell’alimentazione, archeologia, storie di comunità e territori, viabilità antica, restauri e recuperi architettonici, cultura bizantina, sistemi costruttivi, archeoastronomia e simboli, letteratura, famiglie nobili ed infine uno sguardo alla storia e la cultura della bellissima cittadina ospitante Santa Lucia del Mela.

Tra i relatori, si ricorda, lo studioso francese Henri Bresc con una Lectio Magistralis dal titolo “Nel regno di Trinacria. Geografia e storia nell’opera di Giovan Luca Barberi”

Moderano: Maria Caltabiano, Daniele Castrizio, Luciano Catalioto, Alessandro De Angelis, Antonino Pinzone, Francesco Pira, Grazia Salamone, Salvatore Speziale, Anna Maria Urso.

Sarà possibile seguire l’intero evento in diretta streaming su: http://www.innovationtv.it/

 

Una scuola di mummiologia nascerà a luglio a Santa Lucia del Mela. La prima in tutto il mondo, proprio qui, in Sicilia, patrocinata dal Comune del messinese e dall’Assessorato ai Beni Culturali della Regione Sicilia.

Si tratterà di un corso estivo condotto da Dario Piombino-Mascali, paleonantropologo messinese di concerto con l’università di Vilnius e Karl Reinhard, scienziato forense dell’Università del Nebraska, al quale parteciperanno studenti americani e di provenienti da altre università consorziate.

Ricordiamo che in nessuna nazione come negli Stati Uniti, infatti, la paleopatologia rappresenti una disciplina scientifica di grande rilevanza, che specie in ambito forense offre enormi contributi.
Il corso si articolerà in un approccio  teorico concernente lo studio delle mummie, come l’anatomia, la tafonomia, la parassitologia e la palinologia, sia sull’aspetto che riguarda la conservazione e musealizzazione dei reperti.

mummie2

Molto interessante sarà inoltre la parte del corso che interesserà lo studio e l’analisi di antichi virus e batteri estrapolati da resti mummificati. Discipline affascinanti che chiariscono abitudini e usi, e cause di morte per esempio di gruppi umani come nel caso delle mummie egizie di età dinastica a quelle delle torbiere del nord Europa o ai corpi delle chiese lituane. A quelle della famiglia Medici di Firenze o più semplicemente alle reliquie dei santi.

La Sicilia proprio per la presenza di un cospicuo patrimonio mummiologico disseminato nei siti di Palermo, Piraino, Savoca, Gangi e Santa Lucia del Mela, rappresenta una meta di grande interesse per gli studiosi stranieri.

Come dichiarato dallo studioso e conservatore Piombino-Mascali «La scuola sarà il trampolino di lancio degli studiosi che intendono approfondire un settore particolare come la mummiologia. La scelta sul dove ospitare gli studenti è ricaduta sullo storico convento dei Cappuccini di Santa Lucia del Mela, di grande suggestione e rilevanza architettonica, anche per la presenza del corpo incorrotto del Beato Antonio Franco e delle mummie esposte nella cripta del convento stesso.»
A questo scopo, la parte teorica del corso satrà integrata alla visita dei siti del Sepolcro dei Sacerdoti di Piraino e delle Catacombe dei Cappuccini di Palermo.