Saturday, August 19, 2017
Home / Posts Tagged "riciclo"

Quando il riciclo diventa arte. Ecco Daniela Gambino, artista nostrana che grazie ai materiali di risulta crea degli originali e unici ‘pezzi’ d’arte. Ed ecco che il parabrezza di un macchina diventa il mare con tutte le sue trasparenze, mentre il vetro delle bottiglie di vino, birra e acqua danno la possibilità, tramite sovrapposizione, di creare le molteplici sfumature del verde di un albero, oppure di una siepe, ed ancora quello colorato diventa la cupola di un monumento normanno, e poi le pietre e la ceramica cristallo.

“Il mio innato amore per il bello – spiega la Gambino – e una spiccata sensibilità verso il riciclo ormai divenuto necessario, mi hanno portata a vedere al materiale di risulta come possibile per le mie opere, quasi volendolo riscattare da una vita precedente”. L’utilizzo dell’adesivo cementizio, una stesura differenziata dello stesso e una padronanza del colore danno all’artista la possibilità di creare un effetto prospettico che risalta subito all’occhio conferendo al risultato finale unicità.

L’artista è nata a Palermo, ha conseguito la laurea in pittura all’Accademia di Belle Arti nel 2002 con tesi di laurea “La Trilogia di Giacomo Amato, relatore Giovanni Bonanno.

Daniela diventa inoltre socio ArtEos, associazione culturale intenta alla promozione e all’organizzazione di eventi d’arte ed espone alla VI Biennale d’Arte Contemporanea Lecce svoltasi a Monreale nel maggio 2016, ed alla mostra collettiva di Arti Visive a tema libero presso la Galleria Arteos.

E’ socia Alab, l’associazione liberi artigiani/artisti, che ha l’obiettivo di creare uno spazio di iniziativa culturale in grado di produrre una forte crescita della conoscenza di questa antica arte.

Tra le altre esposizioni, quella a Palazzo Palagonia del 2015 e in due occasioni alla Vecchia Fonderia Orotea di Palermo.