Saturday, August 18, 2018
Home / Posts Tagged "reading"

“La Sicilia, più di ogni altra regione italiana, ha in sé tracce e sedimenti di varie culture che nel tempo, a volte, si è cercato di rimuovere o dimenticare e che oggi si cerca di riscoprire e recuperare. E’ il caso della civiltà araba il cui lascito principale non sono tanto i monumenti, bensì una vasta produzione di poesia in arabo le cui origini risalgono al periodo della dominazione arabo – normanna (827-1091).

Partendo dalla presa di coscienza dell’esistenza di una poesia arabo-sicula, Carlo Ruta cura un’antologia su questa tradizione poetica, partendo dalle traduzioni fatte in italiano in merito a questa produzione poetica dallo storico e patriota Michele Amari nella seconda metà dell’800. Il volume in questione, pubblicato nel 2001, spiega come una rimozione culturale torna a vivere e a comunicare emozioni, non solo letterarie. Persino nel mondo arabo la produzione lirica siciliana ha corso il rischio di scomparire, a causa della perdita dell’antologia “La perla preziosa” redatta da Muhammad ibn al Qattà(1041) e di un’altra opera simile raccolta dal poeta di origine isolana, Maibar ibn Muhammad ibn M ajbar.

Dopo la conquista della Sicilia da parte normanna, entrambi gli scrittori erano andati esuli in Egitto. Nell’isola rimase una esigua minoranza di poeti che spesso divennero adulatori di corte dei nuovi conquistatori con grande disprezzo dei connazionali esuli. Fra questi ultimi ricordiamo Abd al- Jabbar ibn Hamdis. Quello che nella poesia araba preislamica e classica era stato il motivo della nostalgia della donna amata, divenuto uno stereotipo, in lui lo diventa la nostalgia struggente ed idealizzata per la propria terra (… continua dal sito Giro di vite)”

A partire dalle ore 17:00, nella cornice del castello della Favara-Maredolce, sarà possibile assistere ad un suggestivo reading di poesia arabo-sicula, accompagnato da interventi di musica orientale e danza colta.
L’evento, nato dalla collaborazione tra le Cattedre di Storia dei Paesi Arabi e Islamistica e Letteratura Araba (Dipartimento di Scienze Umanistiche – Università degli Studi di Palermo) e l’Associazione Castello e Parco di Maredolce, è curato dagli studenti dell’Area di studi.