Wednesday, September 20, 2017
Home / Posts Tagged "Posto occupato"

Il Comune di Favignana – Isole Egadi, ha aderito alla Rete Interistituzionale per la lotta alla violenza sulle donne, promossa dall’Asp di Trapani – Dipartimento Salute Mentale diretto dalla dottoressa Giovanna Mendolia e di cui è responsabile il dottor Antonio Sparaco. Della stessa fanno parte già, tra gli altri, la Prefettura di Trapani, la UIL, il Trapani Calcio e alcuni Istitutiscolastici della provincia.

L’adesione è stata formalizzata con la firma del sindaco, Giuseppe Pagoto, al termine dell’incontro svoltosi sabato all’ex Stabilimento Florio dal titolo “A proposito di violenza di genere…”.

convegno

All’iniziativa, che si inserisce tra le attività del “Summer Meeting Festival” organizzato dall’Asp e presente per l’8° anno a Favignana, hanno, partecipato lo scrittore e giornalista Giacomo Pilati e il magistrato Lucia Fontana, assieme all’attrice Stefania Orsola Garello che ha letto passi scelti del libro “Minchia di re” di Pilati e dal progetto teatrale sul femminicidio “Ferite a morte” scritto e diretto da Serena Dandini.

Dopo l’introduzione di Antonio Sparaco, responsabile della Rete, hanno preso la parola per i saluti istituzionali i sindacodelle Isole Egadi, Giuseppe Pagoto.e la dottoressa Mendolia, in rappresentanza dell’Asp di Trapani e del Commissario Giovanni Bavetta.

Il Comune di Favignana nelle scorse settimane aveva aderito alla campagna di sensibilizzazione nazionale sulla violenza di genere “Un posto occupato”.

Lucia Fontana

Lucia Fontana

Ph. Edoardo Paladino

Dal 18 al 28 ottobre un camper toccherà le 9 province della Sicilia facendo soste programmate in alcune scuole di mattina e nelle piazze di pomeriggio. Sulla locandina un volto storico della liberazione femminile in Italia: la siciliana Franca Viola.
Sul camper saranno in due: Maria Andaloro, ideatrice della campagna Posto Occupato (che attraverso un vuoto, materiale, una sedia o una poltrona segnata lanciava un messaggio concreto contro la violenza di genere)  e Serena Maiorana, autrice, editor e amica impegnata contro ogni tipo di discriminazione.
Così saranno loro ad andare nelle scuole incontrare studenti e studentesse.
Come delle moderne cantastorie, fanno sapere attraverso un pagina evento FB, per raccontare e ascoltare, offrire e raccogliere.
“Tenteremo, se possibile, di rilevare il sommerso, attraverso la somministrazione di un questionario anonimo, per smuovere coscienze e fornire informazioni e strumenti utili, soprattutto nei luoghi più periferici e carenti di una rete a sostegno e aiuto nei casi di violenza di qualsiasi natura. Comunità nelle quali troppo spesso l’unico interlocutore resta il medico di famiglia o addirittura il prete.
Non riusciremo ad essere presenti in tutti i 390 comuni siciliani, ma faremo del nostro meglio per raggiungere quante più persone possibili, fermarci nei loro luoghi per conoscere e parlare, ma soprattutto per ascoltare e poi informare.
Attraverso la distribuzione di materiale informativo, tenteremo di fornire strumenti utili al contrasto alla violenza, come l’esistenza del numero nazionale 1522 o la possibilità del gratuito patrocinio, entrambi sconosciuti o sottovalutati”.

“Franca e le altre” è un’iniziativa a cura di Posto Occupato, realizzata con il supporto dell’Ufficio Scolastico Regionale (nella persona della dottoressa Marialuisa Altomonte) e grazie al sostegno attivo del Gruppo Caronte & Tourist.
Concept grafico, Maria Grazia Di Gennaro; testi, Serena Maiorana.
Si ringraziano per il prezioso contributo Concetta Restuccia e Antonella Maria Cocchiara.

Il Liceo Caminiti di Giardini Naxos, con la sua neonata Biblioteca delle donne, in collaborazione Posto Occupato, Naxoslegge e Associazione l’Altra metà, presentano la mostra itinerante “Violate”, composta da 10 tavole, in stile graphic novel, donata dal fumettista messinese, Lelio Bonaccorso, a Posto Occupato, l’organizzazione ideata da Maria Andaloro contro la violenza sulle donne. L’esposizione, ospitata nei locali della Biblioteca delle donne del Liceo di Giardini Naxos, dall’11 al 20 maggio, costituisce il primo evento che la biblioteca di settore, da poco inaugurata, realizza in sinergia, con le associazioni del territorio che, in vario modo, si occupano, di tematiche connesse al mondo delle donne. Violate, grazie a Posto Occupato, consente ai giovani di riflettere, anche attraverso il linguaggio a loro familiare e congeniale del fumetto, sul tema della violenza sulle donne.

L’evento di apertura si terrà mercoledì 11 maggio 2016, alle 18. Saluti e introduzione a cura della dirigente scolastica dott.ssa Maria Carmela Lipari. Interverranno Maria Andaloro (ideatrice della campagna Posto Occupato), Lelio Bonaccorso (artista, autore delle tavole in mostra), Marinella Fiume (scrittrice), Maria Pia Luca‘ (Presid. Associazione L’Altra metà), Fulvia Toscano (dir. art. Naxoslegge).
La mostra sarà visitabile tutte le mattine, fino alle ore 13.20, in orario di apertura della scuola, e nei giorni di lunedì, mercoledì e giovedì, anche in orario pomeridiano, dalle ore 15.00 alle ore 18.00.

«Posto Occupato» è un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza. Ciascuna di quelle donne, prima che un marito, un ex, un amante, uno sconosciuto decidesse di porre fine alla sua vita, occupava un posto a teatro, sul tram, a scuola, in metropolitana, nella società. Questo posto vogliamo riservarlo a loro, affinché la quotidianità non lo sommerga. Approfondimenti su http://postoccupato.org/

Lelio Bonaccorso nasce a Messina nel 1982 ed è fumettista, illustratore ed insegnante presso la Scuola del Fumetto di Palermo e di Messina. Realizza nel 2009 insieme allo sceneggiatore Marco Rizzo, “Peppino Impastato un giullare contro la mafia” (BeccoGiallo, Ankama, Sylvester), fumetto che vince il “Premio Satira” Forte dei Marmi 2009, il “Premio Giancarlo Siani” a Napoli nel 2009, il “Premio Boscarato” come miglior sceneggiatura. Nel 2011 pubblica “Gli ultimi giorni di Marco Pantani” (Rizzoli-Lizard, Sylvester), “Primo” (Edizioni BD), “Que Viva el Che Guevara” (Becco Giallo; Panini – Spagna), “Gli Arancini di Montalbano” di Camilleri (Gazzetta dello Sport) sceneggiati da Marco Rizzo. Nel 2012 disegna nella serie “Fear itself the homefront” (Marvel) e “The Unxeptable” (DC-Vertigo). Nel 2012 pubblica “L’invasione degli scarafaggi, la mafia spiegata ai bambini” sceneggiato da Marco Rizzo (Beccogiallo) e per il Festival Internazionale del Fumetto di Lione rappresenta l’Italia in “Webtrip”, fumetto europeo, ambientando una storia tra Messina e Palermo. Tra il 2013 e il 2014 disegna tre storie brevi edite sulla “Lettura” del Corriere della Sera. Nel 2014 pubblica “Jan Karski l’uomo che scoprì l’Olocausto” (Rizzoli -Lizard, Steinkis, Alteir) sceneggiato da Marco Rizzo, “419 African Mafia” (Ankama Editions). I suoi lavori sono stati pubblicati, oltreché in Italia, anche in: Spagna, Francia, Olanda, Belgio, Usa, Canada, America Latina, Polonia. Con la “Triskelion Film Company ” di cui è uno dei fondatori, collabora su prodotti cinematografici tra cui: “Giostra serie web” e il videoclip ” U Piscispada “.