Tuesday, November 21, 2017
Home / Posts Tagged "Pollina"

Novembre, si sa, è un mese di raccolta per il mondo agricolo. E a Pollina è tutto pronto per la 41°Sagra della raccolta delle olive, in programma domani e domenica 12 novembre nella frazione di Finale. Sabato 11, alle ore 9, gita al Bosco del Celsito per ammirare gli splendidi esemplari di ulivi secolari. La visita sarà guidata dal professore Di Noto e al termine sarà offerta una degustazione di olio novello e prodotti tipici.

La domenica, dopo la Messa, delle ore 11, in cui saranno consegnati dei ramoscelli di ulivo ai bambini nati tra il 13 novembre 2016 e il 10 novembre 2017, proseguirà con una degustazione di prodotti tipici della gastronomia locale nel Cortile Carrettieri. Nel pomeriggio, ore 15, sfilata e raduni di alcuni gruppi folkloristici invitati alla manifestazione, a cui parteciperanno i bambini di Pollina e Finale. Inoltre, da oggi e fino al 14 novembre, alla Torre del Marchese, sarà possibile visitare la mostra fotografica sul ciclo produttivo dell’ulivo a cura del professore Di Marco e di Roberto Cannizzaro. Infine, spazio anche agli alunni dell’istituto comprensivo Gagini, che durante la manifestazione potranno partecipare a un concorso grafico – pittorico sul tema della raccolta delle olive.

Prenderà il via questo fine settimana la terza sagra del cinghiale di Pollina. L’appuntamento è per sabato 18 e domenica 19 febbraio.
La manifestazione, organizzata dal Comune assieme al circolo dei Cacciatori di Pollina, alla Cooperativa Mauroli’ e ai giovani del Servizio Civile Nazionale, si svolgerà tra i vicoli e le piazze del borgo madonita, con stand, degustazioni e visite guidate. Si comincia sabato alle 15, con l’escursione naturalistica in contrada Serra Daino. Alle 18 a piazza Duomo, uno show cooking che vedrà come protagonista il cinghiale delle Madonie e a seguire, presso il salone dell’Annunziata, una serata danzante.
Domenica 19 febbraio – ore 11, piazza Duomo – attività dedicate ai più piccoli con la caccia al tesoro organizzata dai ragazzi del Servizio Civile. La giornata seguirà alla scoperta di Pollina, tra vicoli e chiese, per conoscere gli scorci più belli del paese e i musei della Manna, del Maurolico e del Teatro Pietrarosa.
Dalle tredici, in viale Musotto, apertura degli stand per il pranzo. Il biglietto degustazione, che comprende un primo, due secondi e una bibita, ha un costo di cinque euro a persona.
La sagra, in programma per fine gennaio, era stata posticipata a causa del maltempo.

È Pollina una delle due mete scelte da Dolce & Gabbana come set per le riprese del nuovo rossetto “Miss Sicily”. I due stilisti italiani, da sempre innamorati della Sicilia e delle sue location, hanno scelto gli scorci e le vie del Comune madonita come ambientazione della prossima campagna pubblicitaria destinata al web e ai social media.

Da questa mattina, la produzione 360 Degrees Film s.r.l. si sta occupando per conto di Shiseido Group – il concessionario per il settore cosmetici del brand Dolce & Gabbana – di girare le riprese dello spot che sarà ambientato tra le vie di Pollina e Cefalù. “È un onore, oltre che un piacere per la nostra comunità – commenta il sindaco Magda Culotta – essere stati scelti come ambientazione per lo spot di uno dei marchi di moda più famosi. Grazie a Dolce & Gabbana le bellezze del nostro territorio saranno ammirate in tutto il mondo”.

Cinquanta iscritti alla Scuola scientifica, oltre 200 bambini per le attività ludiche di Astrogiochi e decine di persone in fila per le osservazioni al telescopio. Bilancio più che positivo al terzo giorno di ORIZZ∞NTI, il Festival della Scienza di Pollina che ha radunato sulla vetta del borgo madonita moltissimi appassionati e curiosi. Numerosi gli appuntamenti in programma.

Il Festival, in corso fino al 4 settembre, ha permesso di osservare al telescopio la volta celeste, conoscere i progetti sulla robotica di due ingegneri siciliani e diffondere le scoperte scientifiche di Francesco Maurolico, che dalle Torri di Pollina studiò gli astri. Oggi, ultimo giorno per la Scuola estiva “Francesco Maurolico e la matematica del XVI secolo”, che si è svolta nel salone dell’Annunziata a Pollina. Durante l’evento, diretto da “Il Giardino di Archimede – Un Museo per la Matematica” di Firenze, in collaborazione con il Comune di Pollina e l’associazione EcoMuseo Valdemone, si sono alternati interventi e lezioni a cura di storici della scienza e matematici provenienti da tutta Italia. Nel pomeriggio, appuntamento quotidiano con ‘Astrogiochi’ (che proseguirà fino al 3 settembre, sempre alle ore 16) con attività di astrofisica riservate a bambini dai 6 ai 12 anni. A seguire ‘Taste of Science’, chiacchierate scientifiche con degustazioni a km zero, su “Teletrasporto: fantascienza o realtà?”. E poi, ancora, osservazioni al telescopio del sole e delle altre stelle dalla Torre di Pollina e da quella di Finale. Il 2 e 3 settembre previste invece due lectio magistralis a cura del professor Giovanni Peres sulla “Relatività generale e la prima rilevazione diretta delle onde gravitazionali” e la seconda a cura del prof. Fabio Reale sulla “Luce e la stella Sole”. Il 3 settembre, alle 21.30, nella suggestiva cornice del Teatro Pietrarosa è in programma lo spettacolo “Starlight – settemillimetridiuniverso” di e con Filippo Tognazzo e prodotto dalla compagnia teatrale Zelda, in collaborazione con L’Istituto Nazionale di Astrofisica. La manifestazione si concluderà il 4 settembre (ore 11,30 piazza Duomo) con la tavola rotonda “Da Maurolico al GAL Hassin. Una rete per il turismo e la divulgazione scientifica”, a cui parteciperanno il sindaco di Pollina Magda Culotta, il sindaco di Isnello, Pino Mogavero, il coordinatore del progetto “Torre di Stelle” Giuseppe Genchi e Giuseppina Micela, direttrice dell’osservatorio astronomico di Palermo.
Per maggiori informazioni e per il programma completo: http://museomaurolico.it/event/orizz-nti-festival-della-scienza-programma-2016.html

Parte oggi, 18 agosto, nel borgo di Pollina il Valdemone Festival, la manifestazione internazionale di teatro di strada, nuovo circo e musica, che si protrarrà fino al 20 agosto. Esibizioni di  artisti di strada, giocolieri, saltimbanchi, mimi, maghi e musicisti,provenienti da Uruguay, Argentina e Francia riempiranno di magia le vie del borgo medioevale e il Teatro Pietra Rosa. Presente anche Mr. Skip, il barbiere creativo, che taglierà capelli, barbe e baffi a tutti in piazza Duomo. 
 
La manifestazione avrà inizio oggi, 18 agosto direttamente alle 21 al Teatro Pietra Rosa. 
Si esibirà Francesco Mirabile che si produrrà in numeri di acrobatica, giocoleria verticalismo ed equilibrismo.
Seguirà l’Orchestrina Maccheroni Swing, con un concerto di canzoni d’altri tempi e un repertorio di canzoni italiane e internazionali dalle atmosfere swingeggianti, latine e balcaniche di un ensemble delirante ed eclettico. 
La serata si concluderà con un Dj set a cura dei Camillocromo.
Venerdì 19 e sabato 20 agostodalle 17.00 sarà protagonista poesia e spettacolo  per le vie di Pollina e a piazza San Giuliano, lo spettacolo serale sarà alle 21 al Teatro Pietra Rosa.
Agata Leale in ‘Eterea‘ sarà di scena con le sue bolle di sapone. Poi, Claudio Montuori, clown, musicista, fantasista, percussionista capriccioso, interprete abile, ricercatore e creatore di suoni ispirati agli elementi della terra (fuoco, aria, terra e acqua). Suona una musica ritmica, tenendo il tempo con suoni animaleschi come uccelli, rane, grilli, mucche, una sorta di gioco musicale, ed è per questo che impiega anche giocattoli musicali, darà vita al suo spettacolo dal titolo“One tribal bird man”.
Sarah Georg col suo spettacolo “Aromaria” giocherà con essenze, ampolle e magici ingredienti.
 
Alle 21 ci si sposterà al teatro Pietra Rosa per lo spettacolo serale dove si esibiranno:
“EMILIANO SANCHEZ ALESSI “IN” “ho l’impressione di essere libero solo quando giro quella chiave” . Solo in quel momento posso dire; ”non sono io al chiuso ma gli altri.” Spettacolo di manipolazione di oggetti e clown gestuale in cui il pubblico sarà un protagonista in più. Un gioco intorno all’ idea di essere fuori o dentro…questo dipende di te.
FERNANDO POSE “QUIEN ES QUIEN?”
Si chiama Juan ed è una maschera del teatro che ha la stessa età della tappezzeria del teatro Price di Barcellona. Dal momento in cui il teatro chiude, lascia, lungo “Las Ramblas” uno stolo infinito di artisti senza lavoro, tra questi anche Fernando Pose. Juan e Fernando si incontrarono a Barcellona o a Madrid o in nessuno dei due posti. Sta di fatto che da allora Fernando e il suo alterego Juan lavorano insieme. Uno spettacolo di giocoleria (con palline da rimbalzo), trasformismo e magia comica che vi sorprenderà sin dall’inizio!
DUO KAOS “TIME TO LOOP”  – serale al teatro Pietra Rosa –
Spettacolo di circo contemporaneo che unisce con grande eleganza le discipline del mano a mano, manipolazione di ruote e bicicletta acrobatica. Una storia di movimento, trasformazione e amore. Lasciarsi per poi incontrarsi in una ciclicità di emozioni. Fine e poetico “Time to Loop” ci trasporterà in un mondo immaginario.
CIE SOLTA “APESAR” – compagnia di punta che arriva dall’Uruguai serale al teatro Pietra Rosa –
Solta è una compagnia di circo franco-brasiliano nata dall’incontro tra Alluana Ribeiro e Tom Prôneur. E’ un spettacolo di circo che ha come soggetto il vivere insieme, “malgrado” tutto. Sulla scena due personaggi, incarnano una vecchia coppia. Vivono soli, insieme da tanto tempo attaccati al compromesso di vivere insieme. Non hanno contatti col mondo esterno e hanno creato un mondo tutto loro, dove la realtà e l’immaginazione si mescolno.
CAMILLOCROMO BEAT BAND
Camillocromo Beat Band è un nuovo progetto di ElectroSwing e Vintage Beat che coinvolge i Camillocromo, funanmbolica Orchestra Circense, Ghiaccioli e Branzini, uno dei migliori Dj e Producer italiani in ambito Nu Jazz e Piero Gesuè, Jazz Singer e Scat Man di enorme talento e di grande energia. Le sonorità Old Style dell’orchestra (Swing, New Orleans, Latin) e le linee mozzafiato della voce si fondono con le grooves e le atmosfere elettroniche dando vita ad una miscela esplosiva di grande potenza ed eleganza.
Durante i giorni del 19 e 20 agosto, per rimarcare la sua connotazione fortemente ecosostenibile sarà proiettato il documentario: “Bring the sun home” è documentario del 2013, prodotto da Sole Luna – un ponte tra le culture e finanziato da Enel Green Power, diretto da Chiara Andrich e Giovanni Pellegrini, con musiche originali di Francesco Novara. Il film narra la storia di alcune donne analfabete del Sud America che diventano “ingegneri solari” e portano per la prima volta la luce nelle case dei loro villaggi attraverso una tecnologia pulita e all’avanguardia. Il Barefoot College, un’università indiana che da quarant’anni apre le porte ai poveri di tutto il mondo, diretta da Bunker Roy, ogni sei mesi seleziona infatti circa 40 donne, spesso nonne, provenienti da Paesi diversi, per imparare a costruire impianti solari che possano portare energia elettrica pulita nei luoghi dove abitano. Dal 2012 l’impresa italiana Enel Green Power sostiene il Barefoot College per per portare l’energia solare in zone rurali ed isolate dell’America Latina”.
Per quanto riguarda i biglietti per partecipare agli spettacolo, ecco come orientarsi:
 
1) 5 euro adulti 2 euro bambino per il primo giorno trattandosi solamente di una programmazione serale (con uno spettacolo, un concerto e un dj set),
 
2) 6 euro adulti 2 bambino per il giornaliero del 19 o del 20 (inizio programmazione ore 17.00)
 
4) 10 euro adulto 4 euro bambino per tutti e tre i giorni.
 
Va ricordato che il Festival ha una connotazione ecosostenibile per questa ragione ha stretto un partenariato con Bla Bla Car e il centro del paese durante il festival sarà chiuso al traffico veicolare, si saranno dei posteggi e delle navette che porteranno in paese gli ospiti al costo di 1 euro A/R (andata e ritorno)

Esplorare la volta celeste, assistere all’esplosione di una Supernova e ripercorrere le scoperte di Francesco Maurolico. Sono alcune delle esperienze che tutti, adulti e bambini, potranno vivere all’interno della Torre di Stelle. Il museo, che prende il nome dal famoso scienziato, è stato inaugurato lo scorso 25 giugno ed è la testimonianza di un moderno progetto multimediale e di divulgazione scientifica.

La cerimonia di inaugurazione ha ottenuto l’importante patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri – che assieme al Comune di Pollina – sostiene l’innovativo progetto di divulgazione scientifica, puntando sulle tecnologie audiovisive per offrire agli spettatori un’esperienza immersiva altamente coinvolgente e suggestiva. “La Torre e il suo Museo potranno essere visitati gratuitamente fino al 10 luglio – ha detto il sindaco Magda Culotta, che è anche deputato nazionale del Pd – così da farli conoscere a chiunque voglia rivivere le scoperte effettuate dal Maurolico. Contemporaneamente – ha aggiunto il sindaco – stiamo lavorando al Festival della Scienza che si terrà a settembre in collaborazione con l’Università di Palermo, poiché è nostro obiettivo diventare un polo culturale e un punto di riferimento per tutto il territorio”.

Come si promuove un territorio, cosa può offrire oltre a coste, buon cibo e buon bere (che non sono poco, sia inteso) Pollina in un progetto che riutilizza uno spazio monumentale, offe una nuova prospettiva e sabato 25 giugno , a partire dalle 18, inaugura Torre delle Stelle, ospitato all’interno del Museo Maurolico, progetto multimediale di creazione contemporanea e divulgazione scientifica.

La giornata offrirà diversi spunti, ospitati nella splendida cornice del Teatro Pietra Rosa di Pollina. Si comincerà alle 18 con l’introduzione a cura di Davide Ganci del Consorzio Ulisse e Giuseppe Genchi dell’Associazione EcoMuseo Valdemone, seguirà la presentazione del progetto con gli interventi di Cristina Alga per Clac che ha coordinato la realizzazione del progetto come partner associato, Gabriella Sciortino, curatrice scientifica e l’autore del progetto artistico audiovisivo, Gianluca Scuderi. I saluti del sindaco Magda Culotta precederanno invece il taglio del nastro e l’aperitivo con brindisi inaugurale, previsto per le 19.30.
L’evento ha ottenuto l’importante patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che assieme al Comune di Pollina sostiene l’innovativo progetto di divulgazione scientifica che punta sulla creazione contemporanea e le tecnologie audiovisive per offrire agli spettatori un’esperienza immersiva e onirica altamente coinvolgente e suggestiva. “Entrare nella torre – spiega Gabriella Sciortino – è come intraprendere un viaggio verso una dimensione nuova, mediante un percorso di conoscenza,  sensoriale e percettiva nella prima fase e cognitiva e didattica nella seconda”. Gli exhibit sono dell’agenzia sensibiliAmbienti. “Questa iniziativa – commenta il sindaco Magda Culotta, che è anche deputato nazionale del Pd – ha il duplice obiettivo di divulgare sapere rilanciando una struttura importante come il Museo Maurolico, che vogliamo far diventare sempre di più un polo culturale e un punto di riferimento per il territorio”.