Monday, June 26, 2017
Home / Posts Tagged "Palermo"

La prima Randonnée ciclistica della provincia di Palermo si è tenuta nel marzo 2016. Un’occasione unica di sport, natura e cultura. Il cicloturismo in Sicilia scopre una nuova realtà, pedalare tutti insieme, conoscere  riconoscere la bellezza del paesaggio del circondario.

La randonnée non è una gara, ma una lunga pedalata in compagnia, che sicuramente necessita di impegno e di passione per la bicicletta, ma offre un nuovo punto di vista sul mondo, anche senza essere atleti.

La seconda Randonnée Palermo si terrà il 15 prile. Il percorso si sdoppia oltre alla classica 200 km offre la novità della 300 km, per veri randagi.

Al Teatro Massimo, in Piazza Verdì, da venerdì 14 aprile alle 16:00 fino alla notte di Sabato 15 animazione ed eventi presso il Rando Village. Intrattenimento, animazione, gelati, integratori e tanta buona musica.

Eco, una sintesi del programma:

i parte dal Teatro Massimo di Palermo, il più grande edificio teatrale lirico d’Italia, e uno dei più grandi d’Europa, terzo per ordine di grandezza architettonica dopo l’Opéra National di Parigi e la Staatsoper di Vienna). Si attraversa la città passando dalla Cattedrale e Palazzo dei Normanni (il piu antico parlamento d’europa) , si esce da Porta Nuova (limite lato entroterra della città antica) per dirigersi verso la rocca di Monreale che con il suo Duomo sovrasta la Conca D’Oro, si continua a salire attraversando il paese di Pioppo e si arriva dopo 25 km dalla partenza al punto più alto della Randonneè a metri 670 di altezza (località Ponte di Sagana); si scende attraverso la ss186 in una stretta valle che dopo pochi km si apre sul golfo di Castellammare sovrastando i paesi di Borgetto, Partinico e proseguendo in pianura sulla SS113 per Alcamo.

Da qui parte la strada del vino attraverso morbide colline con filari sterminati fino ad arrivare, in salita allo scenario tristemente suggestivo dei paesi devastati dal terremoto del Belice del 1968 con i ruderi di Poggioreale e a seguire il famoso Cretto di Burri che altro non è che la perfetta riproduzione della pianta urbana della Gibellina originale(distrutta appunto dal terremoto),espressa nella più grande opera d’arte del mondo.

Info al sito http://www.randonneepalermo.com/

Dal Barocco all’antico Bohemien, dallo Shabby al Luxury, le principali tendenze del design e del fashion, influenzano il mondo della decorazione floreale, un hobby per rendere accoglienti le proprie case e una professione per rendere speciali gli eventi e i matrimoni. Da mercoledì 5 a domenica 9 aprile, Villa Boscogrande di via Tommaso Natale, 91 ospiterà “Wedding Style”, una rassegna dedicata all’arte floreale, con esperti del settore che illustreranno tecniche e segreti di stile. Le lezioni di floreal design saranno tenute dai palermitani Giovanni Brancato e Giocchino Vitale, dal catanese Rosario Alfino, da Pasquale Sostini da Caserta e, da Mosca, Anastasyia Afanasieva.
wedding1
Sabato 8 aprile, alle ore 21, Gran Galà floreale con una cena barocca, diretta da Natale Di Mariagestore di Villa Boscogrande, che si concluderà con la presentazione di una cassata siciliana a tema, realizzata dal maestro pasticcere Salvo Albicocco. Domenica 9 aprile, infine, mostra aperta al pubblico, dalle 10 alle 20,00, con tutte le creazioni realizzate dai professionisti di Wedding Style. Saranno basate su quattro temi, lo “Shabby”, che fa rivivere vecchi oggetti a nuova vita, con voliere e vecchi lampadari che diventano basi per deliziosi i progetti floreali; il “Barocco”, tipico siciliano, dove l’opulenza e la ricchezza di materiali e tessuti usati è al suo apice; il “Boho chic” che trae ispirazione dall’antico bohémien del 1800, dallo stile gitano; e, infine, il “Luxury”, fredda e moderna eleganza con un tripudio di scintillii, colori freschi, argenti, Swarovski e cristalli.

Accanto ai fiori la moda con l’esposizione degli abiti di Giodana Spose in linea con i quattro temi di Wedding Style. L’evento sarà seguito anche da Turista a Palermo, guida gratuita patrocinata dal Comune di Palermo dell’editore Francesco Andolina e dal fotografo ufficiale della manifestazioneSerafino Geraci.
www.facebook.com/lenuovetendenze

Ad aprile, il pianeta Giove si presenta visibile nei cieli con tutta la sua maestosità e in occasione di questo appuntamento astronomico, Sabato 8 aprile 2017 dalle ore 18:00 alle ore 24:00 il Planetario di Villa Filippina (Piazza San Francesco di Paola, 18) e la Extroart, renderanno omaggio con una Notte Bianca, al fisico, astronomo e filosofo pisano: Galileo Galilei.
Un doppio appuntamento da non perdere, perché oltre a poter osservare Giove, il più grande dei pianeti del nostro Sistema Solare, sarà anche possibile mirare la Luna.

Una notte, ricca di attività sia per grandi che per i più piccoli. Con delle zone dedicate alla ludoteca e accoglienza. Il programma prevede di far rivivere i primi momenti in cui l‘astronomo italiano, con l’utilizzo di un elementare cannocchiale, cambiò totalmente l’approccio allo studio del cielo e dell’Universo, e oggi, dopo quattro secoli, e i notevoli sviluppi tecnologici siamo in grado di scoprire e osservare nuovi sistemi planetari, spinti proprio dalla sua intuizione e dal suo coraggio.
Nella notte delle osservazioni, così come allora nel cielo, si ritroveranno la Luna e Giove come Galileo li traguardò per la prima volta, scoprendo rilievi, valli ed i crateri che si trovavano sulla Luna e i 4 principali satelliti i che ruotano intorno algigante del nostro Sistema Solare.

Un viaggio fantastico, indietro nel tempo ripercorrendo la sua meravigliosa esperienza proiettata nel futuro.
Il Planetario si aprirà al pubblico a partire dalle ore 18,00 con un percorso dedicato ai bambini dai 5 ai 10 anni, con una breve introduzione sulla Luna e Giove, e a seguirei piccoli “astronomi” saranno impegnati in un laboratorio, colorando due grandi sfere, in cartapesta realizzate appositamente per l’evento, che rappresenteranno i due corpi celesti.
Subito dopo, inizierà un percorso all’interno del Museo della Scienza e della Terra con uno spettacolo 3D (circa 30 minuti, che si ripeterà ogni ora), permettendo al pubblico di condividere le scoperte di Galileo, viaggiando tra i crateri e la superficie della Luna e guardando da vicino il sistema di Giove e delle sue Lune.
Nell’area esterna, del chiostro di Villa Filippina, saranno disponibili diverse postazioni con dei potenti telescopi che saranno puntati sul nostro satellite e sul pianeta Giove nel suo periodo di massima osservabilità, con possibilità di fotografare i corpi celesti con l’uso di camere reflex o semplicemente con il proprio Smartphone.
Eccezionalmente, per l’evento, una postazione sarà dedicata, a chi vorrà guardare con gli “occhi di Galileo”, infatti sarà disponibile una ricostruzione identica di cannocchiale galileiano, lo stesso che nel 1609, diede la possibilità di osservare per la prima volta la Luna e Giove, un tuffo nel passato, per riprovare le stesse emozioni di Galileo Galilei.
Grazie alla collaborazione con Astroshop sarà possibile provare il visore di realtà aumentata Universe 2GO, che con una App scaricabile gratuitamente sul proprio Smartphone, mostrerà tutti i segreti della volta celeste.

Il laboratorio sarà a numero chiuso (30 bambini) con prenotazione obbligatoria, a cui sarà permesso anche l’accesso allo spettacolo 3D, previsto delle ore 19:00 al Planetario

Programma:
Ore 18:00 Laboratorio per i bambini (prenotazione obbligatoria)
Turni al Planetario
Ore 19:00/ore 20:00/ore 21:00/22:00 (si consiglia la prenotazione)
Laboratorio bambini € 5,00.
Ingresso Planetario: adulti € 5,00 – Bambini dai 5 ai 10 anni € 3,00
Per info e prenotazioni: 328 3669549 / 347 5374646 (o inviando sms al 3397152542) planetariopalermo@gmail.com – www.planetariovillafilippina.com

«Tutto è veleno, e nulla esiste senza veleno. Solo la dose fa in modo che il veleno non faccia effetto»

(Paracelso)

Stregoneria, magia terapeutica e medicina nella Palermo antica: da guaritrici a presunte streghe e avvelenatrici. Una passeggiata raccontata, un itinerario storico – antropologico che ricostruisce l’identità socio culturale e il rapporto sia con la Santa Inquisizione che con il Collegio medico. Dalla lettura delle ricette delle medichesse ai processi per maleficio, il tour mette in luce il filo sottile che separa l’arte di medicare con l’arte di avvelenare. Storie di donne e di veneficio, quest’ultimo da sempre associato alla figura femminile per la lunga tradizione che vede la donna impegnata nella manipolazione del cibo e delle erbe, basi essenziali per la produzione dei veleni.

«Mani femminili che quotidianamente, sminuzzano sostanze e le mescolano al cibo, ai quali si affida il compito di star meglio o di risanare, di rinvigorire o, al contrario, di indebolire fino ad uccidere».

 

N.B.: In caso di condizioni meteo avverse, mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti o altre cause impreviste, lo staff si riserva di modificare e/o annullare l’evento, dando comunicazione tempestiva ai partecipanti.

Belladonna. guaritrici e streghe, tra medicina e inquisizione: sabato 1 aprile 2017

Raduno: Piazza Santo Spirito (gradinata delle mura delle cattive) | ore 20:45

Contributo iniziativa: €3 (soci TACUS) | €5 (NON tesserati)

Info e prenotazioni: 320.2267975

Link Facebook: https://www.facebook.com/events/1883920698544794/

La Sicily Emotional Tour, domenica 12 febbraio 2017 alle ore 10.30, organizza un suggestivo itinerario teatralizzato nel centro storico di Palermo dedicato al mestiere più antico del mondo la prostituzione. Sarete accompagnati da tre guide turistiche  abilitate vestite in costume d’epoca che, attraverso il racconto, vi faranno conoscere la storia della prostituzione dai tempi di Federico II fino alla legge Merlin, e la vita di alcune meretrici vissute a Palermo tra il Seicento e il Settecento, tra cui Susanna famosa cortigiana. Durante il percorso scoprirete i luoghi dove si esercitava la professione, dalle case chiuse più prestigiose a quelle dei quartieri popolari.

Un tuffo nel passato per scoprire aneddoti e curiosità sull’antica arte della seduzione a Palermo.

Il percorso inizierà a Piazza S. Domenico e si concluderà a Piazza Fonderia.

Praticare il Nordic Walking, la camminata nordica con i bastoncini, in Sicilia, esattamente a Villa Trabia in un percorso che si snoda dall’antica Casena dei Trabia alle Terre Rosse.
Una Passeggiata nella storia dal 1700 a oggi,rivivendo l’ambiente in cui si muovevano il Principe di Trabia e Butera, per la casena, la fontana, il giardino e la pirrera.

Il raduno è previsto alle 9, all’ingresso del giardino in via Antonio Salinas 3.

L’iniziativa prevede un Mini corso Nordic Walking, in cui si pratica una sana attività fisica all’aria aperta.
Costo: € 5 (sino ad anni 12 GRATUITO) . Numero chiuso, con un massimo di 20 partecipanti, per questo la prenotazione è obbligatoria.
In caso di condizioni meteo avverse l’itinerario verrà sospeso. Il percorso in questo caso è facile. si affronta una distanza di circa 2,5 Km, su un terreno pianeggiante composta da un 95% di sterrato e un 5% asfalto.

Si consiglia abbigliamento sportivo con marsupio e cappellino, da preferire, in caso, a uso zaino, tracolla o borsa.

Spedite una email con nome cognome, numero di partecipanti e recapito telefonico nordicwalkingartinpalermo@gmail.com


 

Oggi più che mai il turismo esperienziale è in continua crescita e anche in Sicilia e a Palermo sono tante le strutture scelte dai viaggiatori spinti dalla voglia di un soggiorno nuovo e di condivisione.

È proprio il settore extralberghiero consolidato del capoluogo siciliano ad aver accolto l’invito di Federalberghi a compattare il mondo della ricettività turistica. Si è riunita, dunque, presso la sede Palermitana Federalberghi la prima assemblea della sezione dell’extralberghiero, nella quale hanno partecipato tanti giovani accomunati dalla passione per l’Ospitalità, un gruppo eterogeneo fatto da proprietari e gestori di B&B, Affittacamere, Case Vacanze ed Ostelli.

“È stato istituito un coordinamento – dichiara Claudia Vitale – ed abbiamo creato dei gruppi di lavoro per cercare di essere più operativi”.

“Anche noi con le nostre piccole strutture- conferma Francesco Ponte- molte delle quali a conduzione familiare, vogliamo dare un contributo per la crescita del nostro territorio che ha una forte vocazione turistica”.

“Invitiamo altri proprietari di strutture extralberghiere- dice Danilo Alongi – a unirsi a noi perché siamo certi che come disse qualcuno “Nessuno può fischiettare una sinfonia. Ci vuole un’intera orchestra per riprodurla

Di fantasmi e presenze spiritiche non se ne parla solo nella notti buie e tempestose, ma si tratta di leggende che aleggiano e ci mettono in comunicazione con quel “mondo di sotto” di cui parla l’etnoantropologo Pitré, quell’universo sconosciuto dove continuerebbero a vivere le entità trapassate. Sono tanti i luoghi che sarebbero “infestati” dai fantasmi in città.

Per curiosi, ecco un misterioso itinerario che sorprenderà quanti si lasceranno condurre tra vicoli tortuosi, palazzi sconosciuti e personaggi evocativi. Per conoscere gli spiriti che vagano per il nostro capoluogo, quel che resta di racconti e visioni, metafore di tutto quell’universo sconosciuto che ci è precluso.

Dopo il Ghost Tour il centro storico non vi sembrerà più lo stesso…

Alternative Tours Palermo vi invita, dunque, al primo GHOST TOUR di Palermo sabato 4 febbraio alle ore 10:00.
Il punto d’incontro è la Chiesa di San Giorgio dei Genovesi (Piazza S. Giorgio dei Genovesi)

Per partecipare scrivete all’indirizzo mail alternativetourspalermo@gmail.com per prenotarti e avere ulteriori informazioni!!!

Costo 12€ a persona (7 euro per i bimbi di età inferiore ai 12 anni)

La meraviglia del panorama notturno di Palermo: visita serale alla Torre medievale di San Nicolò
via Nunzio Nasi, 18 – ticket: € 3 | sabato 28 gennaio dalle 18 a mezzanotte
› prenotazione obbligatoria: 329.8765958 – 320.7672134eventi@terradamare.orgwww.terradamare.org/infoline
(per prenotare occorre indicare orario scelto per la visita e un contatto telefonico)
Sabato 28 gennaio: apertura straordinaria serale della Torre medievale di San Nicolò dalle 18 a mezzanotte.
Turni disponibili: uno ogni ora.
Il ticket si riferisce al costo del biglietto della visita assistita alla Torre fino alla terrazza, dalla quale sarà possibile ammirare il panorama notturno
sul centro storico, la vista più bella di Palermo.
All’interno della Torre: la mostra fotografica #tesoridipalermo, con le 20 foto finaliste della prima edizione dell’omonimo concorso
www.terradamare.org/tesoridipalermo-fotofinaliste
Torre di San Nicolò di Bari all’Albergheria del XIII sec. (certificato di eccellenza Trip Advisor 2016)
Attaccata alla chiesa sorge una slanciata costruzione quadrangolare con conci ben squadrati, si tratta della trecentesca torre civica facente parte del sistema difensivo della città.
Fatta edificare dalla universitas palermitana per difendere le mura del “Cassaro”, non faceva parte delle strutture della chiesa ma risultava svincolata ed isolata. “Torre d’eccellenza”,
forse la più alta di Palermo, perduto il significato di difesa, se ne volle ingentilire e perdere il suo austero aspetto, applicandole al secondo livello delle bifore arricchite da una cornice d’intarsi.
La torre, articolata in quattro livelli, è stata edificata con pietrame a grossi conci, utilizzando massi tufacei squadrati, che le conferiscono una linea rigorosa ed severa.

Si svolgerà nelle date di domenica 22 gennaio 2017, alle ore 16.30, Palermo Dantesca, il nuovo tour proposto e ideato dall’associazione TACUS Arte Integrazione Cultura, un viaggio allegorico nell’opera del Sommo Poeta tra storie e personaggi; una ricostruzione storico – letteraria dell’universo dantesco che si snoda tra le viscere del reticolo di vie e vicoli del circuito cittadino palermitano.

Cosa sarebbe successo se Dante fosse vissuto in epoca moderna e avesse dovuto ambientato la sua Commedia in una città come Palermo? Quali luoghi avrebbero sarebbero stati scenario per la ricostruzione di inferno, purgatorio e paradiso e quali personaggi avrebbero subito le pene infernali dei suoi temibili gironi?

«Partendo da un attento studio dell’opera – riferisce l’organizzatrice e presidente dell’associazione, Flavia Corso – abbiamo cercato, attraverso una ricostruzione simbolico – allegorica del complesso universo dantesco, di metterla in relazione con i luoghi e le vicende che caratterizzano il territorio palermitano. Dal quartiere della Vucciria, idealmente identificato come sede dell’inferno, si proseguirà per un percorso quasi di “ascesi” risalendo fino alla visione estatica della Cattedrale, sede del paradiso, alla scoperta di storie e personaggi della tradizione cittadina che, seppur successive all’epoca di Dante, meriterebbero, ciascuna a buon titolo, una menzione all’interno delle tre cantiche».

Un viaggio nel viaggio, dunque, per rileggere, attraverso l’esperienza del poeta, una parte della nostra storia e assaporare il fascino di un’opera senza tempo come la Divina Commedia e cogliere contemporaneamente l’occasione di (ri)scoprire Palermo attraverso una prospettiva certamente nuova e differente.

Il raduno dei partecipanti è fissato, alle ore 16.00, a Piazza San Domenico, il tour avrà inizio alle ore 16.30

Il contributo a sostegno dell’iniziativa è di €3 per gli iscritti e €5 per i non tesserati.

L’evento organizzato da TACUS è aperto a tutti previa prenotazione obbligatoria da effettuarsi telefonicamente contattando la segreteria al numero 320.2267975

 

N.B.: In caso di mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti o di condizioni metereologiche avverse, lo staff si riserverà di annullare e/o posticipare l’evento in programma, comunicando tempestivamente eventuali modiche telefonicamente a tutti gli iscritti.