Monday, September 16, 2019
Home / Posts Tagged "Novara di Sicilia"

Viaggio naturalistico e culturale in provincia di Messina, lungo la costa e nell’entroterra. Seguendo le testimonianze di Siculi, Romani, Svevi e Lombardi. Un itinerario che cerca una sintesi tra storia, paesaggio, emergenze geologiche ed archeologiche. Tra storia e natura nel classico stile di Artemisia con passeggiate di interesse archeologico ed escursioni in montagna sui Monti Peloritani. Segue programma.

Sabato 29 ottobre: Partenza alle ore 8.00 da piazza Giotto con i mezzi propri in direzione Messina fino allo svincolo di Patti. Visita della villa romana di Patti e del promontorio di Tindari: teatro, terme, basilica e altre emergenze archeologiche. Passeggiata ai Laghetti di Marinello. Tardo pomeriggio trasferimento a Rometta Marea e sistemazione o in albergo o in B&B nelle vicinanze. Cena e pernottamento.

capo_milazzo

Domenica 30 ottobre: Dopo la prima colazione, partenza per Novara di Sicilia, visita del piccolo centro medievale la cui gente parla il dialetto gallo-italico, e noto per la ricchezza delle sue tradizioni, usi e costumi. Nel 2006 è stato accolto fra i borghi più belli d’Italia. In tarda mattinata proseguimento verso Portella Mandrazzi per salire alla Rocca di Novara (1340 m s.l.m.), soprannominata il Cervino di Sicilia, dal quale si ha vista ravvicinata dell’Etna. In pomeriggio rientro a Rometta Marea per la cena e il pernottamento.

Scheda tecnica: lunghezza 6 km, dislivello 250 m circa, natura del percorso stradella, sentiero; gli ultimi 200 m di sentiero che portano sulla sommità sono impegnativi (due omini).

Lunedì 31 ottobre: Partenza, dopo la prima colazione per Dinnammare (1130 m s.l.m.) la cima dei Monti Peloritani, che sovrasta Messina e da cui è possibile scorgere i due mari, lo Ionio e il Tirreno. Passeggiata panoramica lungo sterrate forestali e sentieri. In pomeriggio discesa verso Messina e passeggiata ai Laghetti Ganzirri e Capo Peloro. Rientro a Rometta Marea per cena e pernottamento.

Scheda tecnica escursione Dinnammare-Punta Bandiera:lunghezza 8 km circa, dislivello 250 m, natura del percorso sterrata e sentiero (uno/due omini).

Martedì 1 novembre: partenza dopo la prima colazione per Milazzo e Capo Milazzo. Visita della città fortificata, meglio nota come “Il Castello” e successivamente passeggiata a Capo Milazzo. Si arriverà fino all’estrema punta del capo per ammirare le Isole Eolie. Rientro a Palermo in tardo pomeriggio.

Quota di partecipazione: 170 € comprensive di quota Artemisia, servizio di mezza pensione (cena, pernottamento,prima colazione), in camere doppie e triple. La quota non comprende i pranzi al sacco, gli ingressi ai siti archeologici (area archeologica di Patti e di Tindari: biglietto unico 8/4 € ; al Castello di Milazzo 5 €).

Condivisione spese di viaggio (per chi fruisce di passaggio): € 25 (compresi i pedaggi autostradali).

Per prenotazione, entro venerdì 14 ottobre, versamento acconto di €50. Per informazioni telefonare a Luigia 3286655656. 

(Testo Luigia Di Gennaro)

Una passeggiata fra paesaggi alpini ma nel pieno della Sicilia? Sì, è possibile, il 13 marzo. Volete conoscere la montagna delle neviere, che nei suo anfratti si conservava candida, per essere riutilizzata nella stagione calda? Stiamo parlando di Rocca Novara, che non è solo una montagna, ma ha instaurato con gli abitanti del luogo un rapporto d’intimità, la Rocca prende persino un altro nome, che non è presente sui libri ufficiali: Rocca Salvalatesta. Su una delle sue pareti si rivede la fisionomia di un volto, è un guardiano, come lo chiamano tutti, messo lì a custodire un tesoro lasciato dagli arabi. Sospeso fra sacro e profano, il monte, il 18 agosto, per i credenti, è meta di pellegrinaggio verso la cima, dove si trova una grande croce nera.

Ma davvero esiste un tesoro a cui è possibile accedere attraverso una serie di prove? La leggenda narra che Novara di Sicilia, un tempo sorta all’ombra della Rocca, venne costretta a riparare più a Sud davanti alla minaccia musulmana. In pratica fu rifondata, ma è davvero così? Nel pianoro che l’accoglieva, comunque, è ancora possibile rinvenire antichi resti di un insediamento bizantino.

La Rocca Salvalatesta, insieme a Rocca Leone (che ricorda proprio il felino nella forma) restano luoghi ammantati di fascino medievale dove respirare storia insieme all’aria pura della natura.
Non a caso Rocca Novara è detta il Cervino di Sicilia, l’esperienza della passeggiata in montagna qui raggiunge il suo apice. Come il paesaggio, che ripaga di ogni fatica, da qui, al confine tra i Peloritani e i Nebrodi, si vede dall’Etna alle Eolie.

Dopo vi aspetta un’ottima degustazione, l’escursione si conclude all’antico paese medievale di Novara di Sicilia, per una visita e l’assaggio del famoso formaggio Maiorchino.

INFORMAZIONI
ORARIO/LUOGHI: Ritrovo domenica 13/03 ore 10.00 a Novara di Sicilia, fine escursione ore 17.00 a Novara di Sicilia
DIFFICOLTA’: facile, circa 8,5 km
ATTREZZATURA: abbigliamento da trekking, scarponcini, borraccia
QUOTE: Euro 10 euro comprensivi di assicurazione, organizzazione, guida. Utilizzo auto propria
NOTE: I ragazzi sotto i 14 anni, accompagnati dai genitori non pagano nulla
PRENOTAZIONE: la prenotazione va fatta esclusivamente per via mail, inviando nome, cognome e un recapito telefonico, info@passopassotrekking.it. Per informazioni potete contattare i numeri di telefono sotto indicati. Non teniamo conto delle prenotazioni su facebook. Massimo 25 partecipanti
GUIDE AIGAE E CONTATTI: Antonio 3470346742, Saro 3471754126
www.passopassotrekking.it
info@passopassotrekking.it
http://www.facebook.com/pages/Passo-Passo-Trekking/826127730793199