Monday, June 26, 2017
Home / Posts Tagged "Noto"

Tappeti di fiori, profumi e colori. Via Corrado Nicolaci diventa un quadro di corolle e petali. Ogni anno la terza domenica di maggio è dedicata all’infiorata, un evento che coinvolge interamente la città di Noto, famosa per il suo trionfo di architetture barocche.

La manifestazione, ormai famosa a livello internazionale, è nata trentasette anni fa dall’incontro di artisti infioratori  Genzanesi e Netini, ed è proprio nella città di Genzano, in provincia di Roma, che si sviluppa questa nuova tecnica pittorica. Un gioia per gli occhi, l’infiorata comincia in alto dalla Chiesa di Montevergini che si contrappone al palazzo del Principe Nicolaci “Villa dorata”, con i balconi che sono stati definiti da molti i più belli del mondo.

A questo link il programma.

 

POST TAGS:

Ogni Luogo è fonte inesauribile di Bellezza evidente, celata, stupefacente, discreta, con elementi che, se saputi cogliere, ne connotano la rarità e l’unicità. Talvolta i luoghi risuonano della stessa Bellezza, variamente declinata, trasmettono uno stupore affine e mutevole al cambio del punto di osservazione e nel tempo. Si può vivere in un luogo per captare o approfondirne la Bellezza che lo contraddistingue e contribuire ad accrescerla con nuovi impulsi. Altre volte si intraprendono viaggi emozionanti verso nuove destinazioni.

Siamo sempre sul filo dell’orizzonte fra ciò che è stato raggiunto, consolidato e quello che potrà svilupparsi. Ascoltare, vedere, pensare per esserci, comunque, col dialogo e l’interazione, Nei Luoghi. Attraversare luoghi reali, sensibili, individuali e indefinibili, della memoria e della contemporaneità, per superare confini; o sostare nel confine che non isola, ma costituisce il punto più alto di osservazione per abbracciare con lo sguardo, contemporaneamente, più Luoghi.  E’ quel Confine  che racchiude un vero Luogo di apertura e di rara Bellezza.

….e siamo alla settima edizione dell’appuntamento culturale che pone la Bellezza al centro della sua struttura progettuale e dei contenuti, con attenzione ai risvolti etici ed estetici delle tematiche di riferimento. Si prosegue con iniziative già presenti nel progetto delle scorse edizioni che conferiscono una precisa identità alla manifestazione con appuntamenti attesi, sviluppati e rinnovati, e con la proposta di nuove “indagini sulla Bellezza” per garantire la crescita progettuale. L’approccio è quello della curiosità, nell’impegno per rendere ogni evento unico e al contempo segmento dello stesso filo conduttore che lega il percorso culturale. E, di volta in volta, coinvolgimento e interesse danno risposte e indicazioni per continuare il viaggio verso la conoscenza, nella Bellezza.

 

  1. Note progettuali | Obiettivi

Noto, con l’unicità del suo straordinario barocco, è il punto di riferimento del progetto Nei Luoghi della Bellezza, che rende la città Luogo di produzione culturale, di incontro e confronto, con un coinvolgimento sempre più attivo dei cittadini che partecipano come fruitori o parte integrante di interventi e laboratori per questa idea fortemente associativa nel promuovere e favorire la cultura e l’arte, che si vuole sempre più radicata  nel tessuto del territorio.

Anche quest’anno c’è la volontà di ampliare e rafforzare il progetto, sia nella relazione con altre Città e sia con “Le Città Tardo Barocche del Val di Noto”, nella condivisione dell’iniziativa culturale per la valorizzazione dei Luoghi della Bellezza, con il coinvolgimento e, se possibile, con l’estensione di eventi alle altre città della “World Heritage List” UNESCO, Patrimonio Mondiale dell’Umanità, espressioni della medesima armonia culturale.

In questo contesto, poeti, artisti, musicisti, intellettuali, saranno presenti per sviluppare un articolato confronto fra i diversi linguaggi espressivi, con attività e proposte per creare nuovi dialoghi, interazioni e contaminazioni, all’insegna di una ricerca sperimentale e innovativa.

Grande attenzione sarà rivolta ai giovani, punto di forza per il Nostro Futuro, e per l’allargamento di questa idea progettuale ad altre città. Attività dedicate coinvolgeranno ogni scuola, senza perdere di vista lo scambio reciproco fra le specifiche competenze degli autori e gli interessi e le passioni delle diverse fasce d’età di un pubblico eterogeneo.

Il percorso culturale si snoderà in una serie di eventi in Luoghi significativi o inusuali, con la volontà di metterne in luce altri, per continuare a valorizzare la grande Bellezza della città, permettendone una singolare fruizione attraverso la profondità della cultura e sviluppare contemporaneamente consapevolezza sul valore, la necessità e il dovere di tutela del territorio. La presenza di importanti autori potrà contribuire a orientare maggiormente l’interesse dei media su Noto, per consolidare la centralità già assunta dalla città come prestigiosa ambasciatrice di cultura e Bellezza nel mondo.

Noto

Patrimonio Mondiale dell’Umanità

Ineguagliabile scenario di Bellezza

A Noto, dunque, per comunicare l’importanza e la forza dell’autentica e profonda Bellezza, affinché i nostri sguardi continuino a restituire Bellezza al mondo e le nostre azioni proiettate nel futuro, siano finalizzate a proteggere e “Costruire Bellezza e Armonia”.

Ricami in pietra, balconi decorati da putti e mascheroni, grate panciute in ferro battuto su maestose facciate di chiese, conventi, palazzi che si colorano d’oro alla luce del tramonto, costituiscono l’ineguagliabile scenario di Bellezza del barocco di Noto.

Nel “Giardino di pietra dorata” forme e segni emanano stupore e suggeriscono racconti e intrecci che invitano alla realizzazione di poetiche visioni. Ciò che il tempo e la storia hanno donato al territorio sottolineano, ancora una volta, di quanta Bellezza e Poesia è stato ed è capace l’essere umano.

L’arte, nella sua espressione più alta, pensata in funzione etica ed estetica, diventa veicolo di ispirazione ed aspirazione alla Bellezza. E’ in funzione dell’uomo e all’insegna della Bellezza che la stratificata identità del luogo si proietta verso orizzonti futuri con apertura, ricerca e consapevole e doverosa tutela. Noto,  Patrimonio Mondiale dell’Umanità, incantevole luogo di Bellezza e Poesia, è Luce dell’Armonia.

  1. Struttura dell’evento

2.1 Nei Luoghi del Giardino di Pietra

Un’idea di Bellezza

Viaggio nei sogni | Verso cieli azzurri

In questi anni il progetto ha dedicato grande attenzione ad iniziative ed attività per giovani e bambini e si è fregiato, in varie edizioni, del prestigioso Patrocinio del Comitato Italiano per l’Unicef.

Il dialogo con l’UNICEF, quest’anno, confluisce nella collaborazione per l’attuazione di due importanti eventi che evidenziano il grande valore della solidarietà e del dono, con la partecipazione di personalità rappresentative dell’UNICEF stesso.

Viaggio nei sogni

Con il Patrocinio del Comitato Italiano per l’UNICEF

Presentazione di Roberto Galaverni, critico letterario, con Rina Rossitto

Con l’intervento straordinario del Dott. Giacomo Guerrera, Presidente UNICEF Italia e della Dott.ssa Carmela Pace, consigliera nazionale UNICEF

Con la partecipazione di:

Orchestra di chitarre “La terra di Archimede” diretta dal Maestro Fabio Barbagallo

Orchestra “Gli archi del Gargallo” diretta dal Maestro Danilo Pistone

Interventi dei cori, diretti dal Maestro Luca Galizia:

Coro Altieri

Allievi del corso di “Esercitazioni Corali” dell’Istituzione Musicale “Città di Noto”

Coro I.C.“G.Aurispa” diretto da Enza Salustro con Rita Genovesi, Marco Saetta, Santi Salustro

Coro I.C.“F. Maiore” diretto da Luisa Guarino

Coro I. C.“G. Melodia” diretto da Cinzia Fede.

Gruppo AGESCI Noto 1

 

Con l’intervento straordinario del Dott. Giacomo Guerrera, Presidente UNICEF Italia e della Dott.ssa Carmela Pace, consigliera nazionale UNICEF, si evidenzia la rilevanza acquisita dal Fondo delle Nazioni Unite con la sua storia, i risultati raggiunti e le possibilità di sviluppo e di coinvolgimento.

E’ un’idea di Bellezza che attraversa la solidarietà, la generosità. I sogni considerati riguardano tutti ed in particolare quelli dei grandi per i più piccoli.

I sogni già realizzati, in questo caso grazie all’apporto solidale convogliato dall’Unicef, ci permettono di alimentare la speranza, con progetti per il futuro, da sognare e soprattutto da realizzare.

L’evento si svolgerà con i contributi, in termini di Bellezza, di giovani musicisti e coristi, con le letture delle poesie scritte dai bimbi in collaborazione con importanti poeti e la video-presentazione “Immagino e disegno…Verso cieli azzurri” realizzata con i disegni dei bambini.

L’evento, effettuato in un luogo della magica bellezza netina, si conclude con il lancio simbolico di lanterne per …un viaggio nei sogni…verso cieli azzurri.

 

Nel corso della serata si presenterà, inoltre, la videoproiezione Verso cieli azzurri, realizzata con il contributo di immagini proposte da artisti di rilievo nel panorama dell’arte contemporanea, da un’idea di Luisa Mazza, Sonia Arata e Massimo Scaringella.

 

Con l’Unicef…Verso cieli azzurri

Con il Patrocinio del Comitato Italiano per l’Unicef

Presentazione di Grazia Calanna

Con la partecipazione di:

Dott. Giacomo Guerrera, Presidente UNICEF Italia

Dott.ssa Carmela Pace, consigliera nazionale Unicef

Orchestra di fiati “Liceo Gargallo”diretta dal Maestro Giovanni Uccello

Coro I.C.“G.Aurispa” diretto da Vincenza Salustro con Rita Genovesi, Marco Saetta, Santi Salustro

Coro I.C.“F. Maiore” diretto da Luisa Guarino

Coro I.C.“G. Melodia” diretto da Lucia Franzò

Lab – Oratorio teatrale Sacro Cuore

 

E’ un importante incontro di bambini e ragazzi, in un affascinante luogo di Noto, la scalinata della Cattedrale, con la partecipazione straordinaria del Dott. Giacomo Guerrera, Presidente UNICEF Italia e della Dott.ssa Carmela Pace, consigliera nazionale UNICEF, per raccontare e riflettere, in un’atmosfera gioiosa, sul valore della solidarietà e sulla Bellezza del saper donare.

Contribuiscono all’atmosfera festosa dell’iniziativa gli interventi dell’Orchestra di fiati “Liceo Gargallo”diretta dal Maestro Giovanni Uccello, il Lab – Oratorio teatrale Sacro Cuore ed i Cori degli Istituti Comprensivi di Noto.

A chiusura dell’incontro, riproponendo le conclusioni di altre proposte  realizzate  in precedenti edizioni, il suono delle campane a festa delle chiese di Noto ed il lancio di palloncini.

Simbolicamente i palloncini bianchi, in questa occasione, portano scritte relative ai Luoghi evidenziati dall’Unicef in cui necessita l’apporto solidale. Dal cielo azzurro di Noto, verso altri cieli da tinteggiare d’azzurro, con sogni, speranze, per un futuro all’insegna della Bellezza da realizzare insieme.

 

Dal suono alla parola. Viaggio nell’ascolto

Sconfinamenti in musica

A cura di Ri-flexus, Art commission e l’Associazione Concerti Città di Noto

Gianluca Pilato, pianoforte

L’inaugurazione dell’evento “Sconfinamenti. In viaggio tra arte e poesia”, come per le due realizzazioni precedenti a Genova e a Roma, attua un ‘estensione degli sconfinamenti anche in ambito musicale per un’interazione intensa tra varie discipline. In occasione della tappa netina, l’interazione musicale “Sconfinamenti in musica” si realizza insieme alla prestigiosa Associazione Concerti Città di Noto, che collabora al festival da cinque edizioni  per  l’appuntamento “Dal suono alla parola. Viaggio nell’ascolto”, con il concerto del Maestro Gianluca Pilato, pianoforte.

Video-presentazioni

Nei Luoghi della Bellezza, tra arte, filosofia, musica, poesia, teatro

A cura di Pier Raffaele Platania

 

Il fotografo Pier Raffaele Platania presenta il fotoracconto con le immagini più significative della scorsa edizione contribuendo, con i suoi scatti, a impreziosire la documentazione degli eventi e contemporaneamente a rendere omaggio alla città, fissandone aspetti suggestivi. Le video-presentazioni sono proposte al pubblico nei giorni dell’edizione 2017, in occasione dell’apertura del festival, per creare idealmente continuità fra le varie edizioni del progetto.

 

2.2 La Bellezza intorno a noi

Incontri Conversazioni Interviste

Le città dell’anima

Presentazione a cura di Roberto Galaverni

Con la partecipazione di:

Tiziano Broggiato, poeta,  ideatore e curatore del progetto letterario

Antonio Di Mauro, Angelo Scandurra, poeti

Alfio Grasso, editore

Orchestra “Gli archi del Gargallo” diretta dal Maestro Danilo Pistone

Sedici tra i maggiori poeti italiani raccontano le loro città, i luoghi, le persone e le situazioni in cui vivono ricordi, incontri e momenti di ispirazione con una immediatezza di grande, certamente inattesa innocenza, nel libro “Le città dell’anima”, Luigi Pellegrini editore, a cura di Tiziano Broggiato. Le città dell’anima, perfettamente in sintonia con lo spirito delle iniziative, ci portano nel cuore dei Luoghi, nell’unicità della loro molteplice Bellezza. L’incontro si avvale della presentazione del critico letterario Roberto Galaverni, della presenza di Tiziano Broggiato, ideatore e curatore del progetto letterario, e dei poeti Antonio Di Mauro e Angelo Scandurra in rappresentanza degli autori partecipanti. Sarà presente all’incontro Alfio Grasso, per un intervento sull’editoria. L’Orchestra “Gli archi del Gargallo”, diretta dal Maestro Danilo Pistone, conclude l’appuntamento con un concerto dedicato.

 

Poesia nei Luoghi della Bellezza

Con il Patrocinio dell’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi e la prestigiosa partecipazione del poeta Willem van Toorn

A cura di Roberto Galaverni

 

Il progetto, nel corso della varie edizioni, ha dedicato ampio interesse ai linguaggi espressivi della contemporaneità ed in particolare alla poesia.  Partecipa alla settima edizione del festival il poeta olandese Willem van Toorn. Nato ad Amsterdam, da bambino ha vissuto gli anni dell’occupazione tedesca, un’esperienza che ritornerà in modi diversi nelle sue opere. Ha pubblicato un gran  numero  di  romanzi, raccolte  di  poesie,  storie  e saggi,  tradotti  in  varie

 

lingue, in cui il paesaggio ha sempre un ruolo importante. In un incontro col pubblico presenta la poetica che anima  la sua opera con l’approfondimento sulle poesie già tradotte nella nostra lingua. E’ una prestigiosa presenza, occasione di incontro e confronto all’insegna dell’internazionalità, in relazione, inoltre, alla partecipazione all’evento “Sconfinamenti. In viaggio tra arte e poesia”, insieme all’artista Christian Zanotto che vive e lavora ad Amsterdam.

La Bellezza della parola nei luoghi di poesia

Incontro con Milo De Angelis, voce poetica della contemporaneità

Con la partecipazione di Viviana Nicodemo

A cura di Roberto Galaverni

 

In occasione di due nuove, importanti pubblicazioni, “Nei luoghi della Bellezza” incontra Milo De Angelis, uno dei poeti italiani più apprezzati e riconosciuti. Nato a Milano nel 1951, nel corso di alcuni decenni De Angelis ha dato vita a un’opera poetica di grande compattezza e spessore, caratterizzata da un lingua e da immagini estremamente suggestive, eppure sempre precise e necessarie. L’autore potrà darne conferma nell’incontro di Noto attraverso una scelta di testi tratti dal volume Tutte le poesie (in uscita per l’editore Mondadori), con una lettura che comprenderà anche la presentazione in anteprima di poesie inedite. Ma De Angelis è anche un poeta capace come pochi di argomentare sulla poesia e su tutto ciò che la riguarda: l’arte del verso, la missione poetica, il rapporto con la lingua, la responsabilità e la disciplina della parola, la fedeltà verso la propria vocazione, il rapporto con il lettore. Ne è prova la recentissima raccolta di interventi sulla poesia La parola data. Interviste 2008-2016, edito da Mimesis, comprendente il DVD “Sulla punta di una matita”, regia di Viviana Nicodemo. Proprio per questo, in apertura dell’incontro, De Angelis converserà su questi temi con il critico Roberto Galaverni.

2.3 Costruire Bellezza con Attività Creative

Concorsi nel segno della Bellezza  

Riscrivi…la storia

 

Riscrivi l’Eneide

A cura  di Tiziano Broggiato

 

Il concorso, riservato alle scuole secondarie di grado inferiore, propone di riscrivere il seguito dell’episodio narrato da Virgilio nel secondo libro dell’Eneide, noto come il cavallo di Troia, che  determinerà la conclusione della guerra tra greci e troiani. Una commissione tecnica composta da scrittori selezionerà fino ad un massimo di 8 elaborati e inviterà le classi autrici con i rispettivi insegnanti alla cerimonia finale, dove si dovranno leggere pubblicamente i testi che saranno poi giudicati da un’ulteriore giuria allargata. Una votazione finale determinerà la classe, una per ogni sezione, che si aggiudicherà il primo premio.

Nel solco dei concorsi a tema dedicati ai ragazzi, “Riscrivi l’Eneide” propone un argomento che idealmente traccia un percorso iniziato lo scorso anno con il poema omerico de “L’Odissea”.

Immagino e disegno…Verso cieli azzurri

Con il Patrocinio del Comitato Italiano per l’Unicef

 

L’iniziativa è riservata alle classi della scuola primaria e propone  l’elaborazione di un disegno che evidenzi un’interpretazione creativa del titolo  stesso dell’attività, con immaginazione e/o verosimiglianza, poesia e bellezza. A tal fine, gli insegnanti potranno coordinare il lavoro individuale dei propri allievi considerando che i disegni selezionati saranno utilizzati, dopo la scansione, per realizzare una video-presentazione che farà da sfondo all’evento serale           con  l’Unicef “Viaggio nei sogni”. Tutti i lavori proposti, inoltre, potranno essere visionati nel corso della serata  e/o nei giorni della Rassegna. Con l’UNICEF, dal cielo azzurro di Noto, verso altri cieli da tinteggiare d’azzurro, con sogni, speranze, per un futuro all’insegna della Bellezza, da realizzare insieme…con i valori della disponibilità, generosità e della solidarietà.

 

2.4 Mostre

Viaggio nell’arte

La sezione espositiva presenta anche quest’anno una grande varietà di proposte. E’ un viaggio che sottolinea la molteplicità espressiva e l’interazione, a partire dall’arte, fra varie discipline per cogliere le molteplici sfaccettature del bello.

Sconfinamenti. In viaggio tra arte e poesia

Con il Patrocinio dell’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi

Progetto a cura delle Associazioni Culturali Ri-flexus e Art Commission

Presentazione a cura del Viator Excellentiae, la storica dell’arte Alberta Campitelli

Con  artisti e poeti:

Luisa Mazza e Tiziano Broggiato

Virginia Monteverde e Claudio Pozzani

Viviana Nicodemo e Milo De Angelis

Marilena Vita e Antonio Di Mauro

Willem van Toorn e Christian Zanotto

 

Il progetto proposto dalle Associazioni culturali Art Commission di Genova e Ri-flexus di Roma, ha visto la sua prima realizzazione a Genova (giugno 2016), presso il Museo Diocesano nell’ambito del XXII Festival Internazionale di Poesia e ha effettuato la sua seconda tappa nei prestigiosi spazi museali del Casino Nobile di Villa Torlonia di Roma. Si prosegue a Noto, per la terza tappa, nella bellezza barocca, per poi muoversi verso altri luoghi.

E’ un viaggio ideale e contemporaneo, di artisti e poeti, calato nella complessa realtà dei Luoghi di riferimento,  con  grandi  aperture e sconfinamenti verso la trasformazione, la conoscenza, l’arricchimento nella Bellezza.

 

 

 

Il progetto nasce dalla collaborazione di tre coppie artisticamente affiatate, ognuna composta da un artista e un poeta:

Luisa Mazza e Tiziano Broggiato

Virginia Monteverde e Claudio Pozzani

Viviana Nicodemo e Milo De Angelis

 con l’idea di coinvolgere altre voci espressive ad ogni tappa, per tracciare nuovi sconfinamenti e sintonie.

Sono invitati alla tappa netina:

Marilena Vita e Antonio Di Mauro

Willem van Toorn e Christian Zanotto.

 

Viator Excellentiae: il percorso si avvale della collaborazione speciale della storica dell’arte Alberta Campitelli.

La mostra composta da cinque opere, ognuna formata da un’ opera visiva e una poesia, in dialogo e complementari tra loro, è allestita nella splendida cornice del Piano Nobile di Palazzo Nicolaci.

Verso cieli azzurri

Con il Patrocinio  dell’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi e del Comitato Italiano per l’UNICEF

Da un’idea di Luisa Mazza, Sonia Arata e Massimo Scaringella

 

L’idea progettuale prende avvio dal dialogo con l’Unicef per l’attuazione di due importanti eventi su un’idea di Bellezza che attraversa la solidarietà, la generosità.

Il progetto è realizzato con il contributo di artisti di rilievo nel panorama dell’arte contemporanea. Ogni artista è chiamato ad apportare il proprio personale contributo tramite la proposta di un’immagine digitale relativa ad un’ opera, che si configuri come un’ interpretazione o una lettura del titolo stesso e che risuoni in sintonia con i valori promossi dall’UNICEF e dal festival, ovvero Bellezza intesa nel suo aspetto di positività, solidarietà, generosità, attenzione, disponibilità, dono, sguardo di speranza e fiducia, ricerca per i bambini e per l’umanità intera di un futuro di serenità e creatività che arrida ed accolga la possibilità non solo di sognare, ma di vedere i sogni realizzati.

 

Le immagini confluiranno nella video-presentazione per l’evento serale con l’UNICEF “Viaggio nei sogni”.

Si auspica la possibilità di una futura attuazione dell’evento in altri luoghi e contesti espositivi nell’ ambito del dialogo con l’UNICEF.

 

Artisti invitati da Sonia Arata: Aqua Aura, Francesco Candeloro, Armida Gandini, Angelo Pretolani, Sarenco, Tatjana Todorovic.

 

Artisti invitati da Massimo Scaringella: Jorge Martorell (Argentina), Jairo Valdati (Brasil), Joachim k. Silue (Costa d’Avorio), Patricia Claro (Cile), Hannu Palosuo /Finlandia), Stevens Vaughn (USA).

 

 

 

  1. Autori

 

Gli Artisti

Luisa Mazza

Virginia Monteverde

Viviana Nicodemo

Marilena Vita

Christian Zanotto

Aqua Aura

Francesco Candeloro

Armida Gandini

Angelo Pretolani

Sarenco

Tatjana Todorovic

Jorge Martorell (Argentina)

Jairo Valdati (Brasil)

Patricia Claro (Cile)

Joachim k. Silue (Costa d’Avorio)

Hannu Palosuo (Finlandia)

Stevens Vaughn (USA)

 

I Poeti

Tiziano Broggiato

Milo De Angelis

Antonio Di Mauro

Claudio Pozzani

Angelo Scandurra

Willem van Toorn

 

La storica dell’arte

Alberta Campitelli

 

 

 

Il Critico letterario

Roberto Galaverni

 

La poetessa e giornalista

Grazia Calanna

 

Il Curatore e gallerista

Sonia Arata

 

Il curatore e critico d’arte

Massimo Scaringella

 

Il Fotografo

Pier Raffaele Platania

 

L’editore

Alfio Grasso

 

Il Pianista

Gianluca Pilato

 

I Musicisti e le Collaborazioni per gli interventi musicali

Orchestra “Gli archi del Gargallo” diretta dal Maestro Danilo Pistone

Orchestra di chitarre “La terra di Archimede” diretta dal Maestro Fabio Barbagallo

Orchestra di fiati “Liceo Gargallo” diretta dal Maestro Giovanni Uccello

Classe ad indirizzo musicale “I.C. G.Melodia” con i docenti: Luciano Carmelo Albi – violino, Giuseppe Campisi – pianoforte, Corrado La Marca – sax, Corrado Serrentino – clarinetto.

 

 

 

 

 

 

I Cori

“Coro Altieri” diretto dal Maestro Luca Galizia

Allievi del corso di “Esercitazioni Corali” dell’Istituzione Musicale “Città di Noto”

Coro I.C.“G.Aurispa” diretto da Vincenza Salustro con Rita Genovesi, Marco Saetta, Santi Salustro

Coro I.C.“F. Maiore” diretto da Luisa Guarino

Cori I.C.“G. Melodia” diretti da Lucia Franzò e da Cinzia Fede

 

Lab-Oratorio teatrale Sacro Cuore

 

AGESCI Noto 1

 

  1. Partners

Fidia s.p.a, La Dependance Hotel, ‘A Mastra Ristorante, Art Commission Events, Di Leonforte

 

Collaborazioni

Associazione Concerti Città di Noto, Associazione Culturale Art Commission – Genova, Red Stamp Art Gallery – Amsterdam

 

Contributi idea progettuale

Rina Rossitto

 

Contributi artistici e organizzativi

 

Santa Argentino

Salvatore Belfiore

Francesco Carpagnano

Rosangela Cutrufo

Raffaele Di Dio

Sebina Lauretta

Anna Lucifora

Nelluccia Mancarella

Corrado Quartararo

Carmen Tiralongo

Corrada Vinci

 

Le Scuole

Noto Istituti Comprensivi – G. Aurispa, Dirigente Corrado Carelli – F.Maiore, Dirigente Aldo Sarchioto  – G. Melodia, Dirigente Antonella Manganaro;

Istituto Istruzione Secondaria Superiore M. Raeli, Dirigente Concetto Veneziano

Siracusa Liceo Gargallo, Dirigente Maria Grazia Ficara

 

Adesioni Culturali al progetto

 

Associazione Amici della Fondazione Teatro di Noto

Cif

Associazione Culturarte

Croce Rossa Comitato locale di Noto

Fidapa sezione Noto

I Delfini di Lucia

Associazione Le Rotte di Ulisse

Lions Noto, Città del Barocco

Notarte

Opificio 4

Associazione Petali d’Arte

Rotari Noto – Terra di Eloro

Soroptimist Club Val di Noto

Unitrè

Studio Barnum

 

 

 

 

La cittadina barocca di Noto, va Oltre e diventa OltreNoto. Il Festival OltreNoto – Dolci Magie e Antichi Balocchi 29 e 30 ottobre 2016, mette insieme artisti di teatro, circo contemporaneo e arti performative di fama internazionale. Le piazze storiche si arricchiranno di performance dal vivo, con luci soffuse e atmosfere sospese tra sogno e realtà, fondendosi con l’architettura irripetibile della città.
 Un buskers festival adatto ad adulti e bambini, che riconduce in un modo, possibile, di fiaba.
programmma-oltrenoto-2016-725x1024

Una proposta di altissimo pregio storico culturale inaugurata a Noto  nei locali del Museo Civico di Corso Vittorio Emanuele, domenica 14 agosto. Si tratta della mostra di mobili settecenteschi isolani “Alto Antiquariato di Sicilia secondo Claudio Fayer – Sere al Museo” cura di Vincenzo Medica per Studio Barnum.

L’evento è patrocinato dall’Amministrazione Comunale- Una proposta che arricchisce il già importante e ricco programma di Effetto Noto 2016.

Particolare l’attesa riservata all’intervento dello storico e restauratore Claudio Fayer, curatore della mostra, il cui approccio con le testimonianze del tempo, in questo caso i mobili d’arredamento del settecento siciliano, si sposa perfettamente con la Città di Noto. Uno studioso che prima è conoscitore attento della storia e dei suoi periodi artistici e poi restauratore. “Restaurare è un’operazione culturale e dopo tecnica”, ama affermare Fayer la cui descrizione dell’esposizione è valore aggiunto alla mostra stessa.

La Mostra, con ingresso libero, osserverà i seguenti orari: sino al 31 agosto dalle ore 17 a mezzanotte, nel mese di settembre apertura mattutina dalle 10 alle 13, serale dalle 17 alle 21.
L’organizzazione ringrazia la Soprintendenza archeologica di Siracusa e gli sponsor:
HomeSudHome e Ristorante Terrazzo/Terrazzino.

Sabato 6 e domenica 7 ritorna, nella splendida Noto, dopo il grande successo dell’anno scorso il festival di informazione e approfondimento culturale “Giacinto-nature lgbt”.

Il festival  ideato e diretto dall’attore ed operatore culturale Luigi Tabita, da sempre in prima linea per le lotte su i diritti civili e pari opportunità, prevede due giorni di lavori durante i quali, attraverso l’utilizzo di linguaggi differenti, si racconteranno le realtà e i nodi che più interessano la comunità LGBT(Lesbiche, Gay, Bisessuali, Transessuali).

La prima edizione del festival è stata una scommessa vinta. Ha riscosso un grande interesse da parte della stampa nazionale ma soprattutto vi è stata una  grande partecipazione di pubblico, quasi 5000 persone in due giorni!

Il festival  quest’anno ha  ricevuto per l’apertura il patrocinio della Camera dei Deputati ed è stato riconosciuto “come evento culturale volto a valorizzare il rispetto delle differenze ed a contrastare le discriminazi”  dall’ UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazione della  Presidenza del Consiglio). Inoltre vedrà pure la partecipazione di Amnesty International, circoscrizione Sicilia.

fil rouge  di questa seconda edizione – dichiara il Direttore artistico- sarà il tema tanto poco discusso della transessualità. Ancora oggi, infatti, la comunità transessuale e transgender, è purtroppo lontana dal raggiungimento di un autentico riconoscimento sociale e culturale ed è vittima di leggende nere e discriminazioni, che la confinano in un mondo parallelo e, per lo più, notturno”. Madrina dell’evento sarà la raffinata artista Eva Robin’s

Centro nevralgico del festival sarà il prestigioso cortile del ex Convitto Ragusa, palazzo storico nel cuore della città barocca, ma la manifestazione contagerà tutto il centro storico di Noto con varie iniziative. La seconda edizione prevede un programma ricco di mostre, documentari, spettacoli ed incontri con ospiti di eccezione del mondo della cultura,  della politica e dello spettacolo. L’apertura di “Giacinto” avverrà  con l’inaugurazione di una mostra didattica: “Transessaulità: dal mito alla realtà”. La mostra raccoglie immagini, documenti di cinquant’anni di lotte e studi sulla transessualità, attraversando epoche e culture. La mostra curata dalla storica associazione Mit (Movimento Identità Transessuale) di Bologna ed impreziosita dalle istallazioni sonore di Canecapovolto, sarà allestita da Vincenzo Medica.

Partner della manifestazione Mit, Arcigay (Ct,Me,Pa,Rg,Sr), Stonewall, Queers, Lila.

Media partner LGBT News Italia.

 

PROGRAMMA

Sabato 6 agosto

L’apertura di “Giacinto” avverrà presso i bassi del’Ex Convitto Ragusa con l’inaugurazione  della mostra didattica, che è stata ospitata da tutte le più grandi città italiane, curata dall’associazione  Mit: “Transessaulità: dal mito alla realtà”. La mostra raccoglie immagini, documenti di trent’anni di lotte e studi sulla transessualità, attraversando epoche e culture diverse.

In continuità con il lavoro di confronto dell’anno scorso, all’interno del cortile del Convitto Ragusa, si ripropone il dibattito sulle coppie di fatto e le famiglie omogenitoriali in seguito alla nuova legge sulle unioni civili da poco approvata in Parlamento. Si utilizzerà la formula, già positivamente collaudata, di “Coppia: sostantivo plurale”, un tavolo di discussione attorno al quale siederanno personalità del mondo delle Istituzioni, della Cultura e dell’attivismo LGBT. Saranno presenti: Francesco Spano, Direttore generale UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazione della Presidenza del Consiglio); Valentina e Valentina, mamme dell’associazione Famiglie Arcobaleno; Don Fabrizio Fiorentino,teologo pastoralista e la madrina Eva Robin’s.

Come in un regime, nello scorso luglio il Sindaco di una città  del nord Italia ha disposto il ritiro di 49 albi illustrati dagli scaffali delle biblioteche di tutti gli asili nido e scuole dell’infanzia della città con l’accusa di essere portatori di un messaggio eversivo contro la famiglia naturale. Le fiabe, edite dalle migliori case editrici per ragazzi, concepite con l’intento di insegnare ai bambini a rispettare chi è diverso da loro, sono state completamente bandite perche considerate “gender”, progettate per distruggere la famiglia ed le società fondate su un presunto ordine naturale : uomo-donna, padre-madre. Si è deciso di dedicare la prima serata ad un recital dal titolo “CENSORED”  nel quale due speciali  personalità dello sport, Stefano Iezzi  e Giacomo Capone , componenti della squadra di rugby gay  inclusiva, che hanno suscitato scalpore con il loro bacio di denuncia immortalato nei mesi scorsi nell’inserto della Gazzetta della Sport , leggeranno alcune  delle fiabe censurate accompagnati dalla fisarmonica del M° Pietro Calvagna.

giaci2

Per questa seconda edizione presenteremo a chiusura di ogni giornata un docufilm, che indaga  il mondo della transessualità. Il primo docufilm che chiude la prima serata del festival è “Come una stella” diretto uno dei giovani registi più interessanti del nuovo panorama documentaristico italiano Bartolomeo Pampaloni. Il docufilm tratteggia la vita di Patrizia, transessuale napoletana, che ha smesso di prostituirsi. L’età avanza e i segni di una vita di eccessi oramai marcano il suo volto. Trovatasi al margine, senza più sapere di cosa vivere, senza un posto dove stare, si lascia andare senza ipocrisie, rivendicando la sua dignità.

giaci3

Domenica 7 agosto

La seconda giornata di “Giacinto – nature LGBT” si aprirà con un’onda rainbow delle Associazioni LGBT  che invaderà le strade principali della città con animazioni e flash-mob.

Alle 19.00  “Scene di ordinaria sensibilità”. Gli esperti dell’associazione Lila cureranno giochi di ruolo nella piazza del Municipio per aiutare ad osservare, ascoltare, informare.

Quanto i social network hanno facilitato i cambiamenti culturali e specialmente quanto hanno favorito  una cultura dell’inclusione per le tematiche lgbt? Ne parleremo con Andrea Pinna, uno dei più acuti e cinici  web influencer del momento che sarà ospite del festival con le sue immancabili perle, e con la scrittrice Chiara Sfregola che presenterà il suo libro “Camera single”, nato nel 2014 come rubrica  lesbo-sentimentale sul sito Lezpop.it.

La serata sarà arricchita dalla presenza musicale del ricercato duo elettronico  Sem&Stènn, che per l’occasione presenteranno alcuni brani in anteprima del nuovo album in uscita a settembre.

La chiusura dei lavori del festival è affidata ad un’intervista esclusiva alla nota shoes designer Cori Amenta, curata dal Direttore del sito LGBT News Italia Marco Cacciato (Miluzzo), e alla proiezione del documentario “Vite Divergenti” : 14 volti, 14 voci coraggiose che proveranno, in prima persona, ad approfondire la varietà del mondo trans. Prodotto da Discovery Real Time in collaborazione con il Mit, da un’idea di Giulia Sbernini, Laura Belegni e Mario Di Martino.

NOTIZIE UTILI

Mostra: da giorno 6 agosto al 7 agosto 10:00 – 13:00 e 16:00 – 23:00. Ingresso gratuito.

Mail at giacintofestival@gmail.com

 

Come interagisce l’ambiente con l’arte? Che differenze di percezione porta la bellezza nelle nostre vite? La poesia come influisce nelle nostre anime? Dov’è che tutto questo si compie?

Un programma di incontri ed eventi per indagare il presente e la leggerezza/peso che hanno nel quotidiano alcune scelte di posti e visioni.

Si comincia lunedì 18 aprile, alle 19.30 con un incontro/ intervista I Luoghi dell’Arte a cura della poetessa e giornalista Grazia Calanna. Partecipa l’attore Alessio Boni, un viaggio tra piccolo schermo, cinema e teatro.

Martedì 19 aprile al Santa Caterina alle 20.30 Arte, evento Visioni al Confine. Gocce riflesse di Luisa Mazza // Come in cielo così nello specchio di Christian Zanotto. Testo e presentazione di Massimo Scaringella. In collaborazione con Red Stamp Art Gallery – Amsterdam. Interventi musicali del violinista Gabriele Bosco. Installazione proiettiva olografica di figure digitali animate (video-animazione 3d) in interazione con struttura sculturea, che prevede il dialogo fra le differenti poetiche dei due artisti.

Invece mercoledì 20 aprile al Teatro Comunale, Sala Dante alle 18.30 si terrà l’incontro Un’idea di Bellezza. Quali Luoghi – Quali Confini. Luoghi reali, tra il sensibile e l’immaginario, individuali e collettivi, tra memoria e contemporaneità; Luoghi al confine. Confini che delimitano un Luogo o segnano l’accesso ad altri; Confini rigidi o flessibili. Luoghi e Confini da attraversare, da superare. Confine, come il punto più alto di osservazione per abbracciare con lo sguardo, contemporaneamente, più Luoghi. Luoghi e Confini abitati e vissuti da Uomini. L’incontro per riflettere su Luoghi e Confini sarà introdotto e coordinato dal critico letterario Roberto Galaverni con la partecipazione di svariati protagonisti: Nino Sammito (Assessore) – Le Contrade – I Luoghi di Noto; Dott. Corrado Celestri – Mannarazzi – I Luoghi di Noto; Raffaele Di Dio (architetto) – I Luoghi di Noto; Sonia Arata (gallerista e curatrice) – Amsterdam – I Luoghi del Mondo; Giuseppe Condorelli (poeta) – I Luoghi della Parola e della Poesia; Roberto Galaverni (critico letterario) – Berlino – I Luoghi del Mondo; Adriano Minardo (sacerdote) – I Luoghi dello Spirito; Antonio Presti (promotore d’arte e cultura) – I Confini.

Si conclude il 22 aprile con il concerto alla Basilica SS.Salvatore, l’appuntamento è per le 20.30 il titolo? Poesia Dal suono alla parola. Viaggio nell’ascolto. In collaborazione con l’Associazione Concerti Città di Noto. Con Gavino Murgia, sassofoni, voce, flauti, launeddas, la partecipazione del poeta Tiziano Broggiato, la presentazione a cura del critico letterario Roberto Galaverni e le letture poetiche di Rina Rossitto, Alessandra Macca. L’esecuzione musicale e vocale del Maestro Gavino Murgia si alternerà e interagirà con le letture poetiche di alcuni fra gli autori più interessanti della poesia contemporanea. I brani del concerto, composti dal Maestro G.Murgia, sono tutti di origine “mistica” e ispirati alla natura.