Sunday, October 22, 2017
Home / Posts Tagged "Naxoslegge"

Nell’ambito della VII edizione di Naxoslegge, il 9 settembre, a Taormina, sarà inaugurata una nuova sezione del Festival dedicata alle culture orientali, dal titolo  “Sguardi a Oriente”. Il progetto prende avvio con una due giorni dedicata al Giappone, in occasione dei 150  anni della amicizia Italia -Giappone. Il 9 e il 10 settembre Naxoslegge ospiterà Mario Vattani, per presentare il suo nuovo libro, “La via del Sol levante”, con un intervento del giornalista-scrittore Alberto Samonà. Nella stessa serata sarà proiettato il film “Haiku. On a Plume Free” di Mujah Maraini che sarà presente per raccontare la storia della sua famiglia in Giappone.

Dopo i saluti di Ninni Panzera, il compito di presentare il film e intervistare la Maraini sarà affidato alla giornalista Maria Lombardo. Giorno 10, grazie alla presenza della storica dell’arte Daniela Brignone, si parlerà del singolare rapporto tra il Giapponismo e il Liberty palermitano, tema dell’ ultima fatica editoriale della studiosa palermitana che sarà presentata per l’occasione. La Brignone, tra l’altro, si soffermerà sul personaggio di Tama Ragusa, artista giapponese vissuta  a Palermo, la cui arte ha dato un importante contributo alle tendenze estetiche della  Palermo di fine Ottocento. La due giorni sarà chiusa da un intervento di Fulvia Toscano, direttore artistico di Naxoslegge, dedicato a Marguerite Yourcenar, interprete di Yukio Mishima. Tutto l’evento, realizzato con il supporto logistico del Comune di Taormina e di alcuni sponsor privati, è ideato e coordinato da Tamako Chemi.

(testo vaitaormina)

“Di fronte ai classici” è il tema della VII edizione di Naxoslegge, il festival ideato da Fulvia Toscano, che conferma la sua vocazione di evento diffuso, proponendo importanti appuntamenti culturali,  lungo tutto il mese di Settembre. “La scelta del tema- dice Fulvia Toscano- ci è parsa quanto mai “urgente”, dati gli scenari di emergenza culturale su cui ci muoviamo e entro cui, soprattutto la scuola, si trova a vivere. Lo sguardo sui classici diviene, a nostro avviso, una necessità, per ridefinire orizzonti di senso. Allo smarrimento presente i classici possono dare una risposta. Uno sguardo Non nostalgico ma consapevole e contemporaneo. Ecco perché uno dei temi che ci sta a cuore è quello delle riscritture del Mito, a conferma della sua persistenza come codice di segni e simboli”.
L’inizo è stato il primo settembre con una festa di inaugurazione al Lido di  Naxos, che segna la nascita del premio Promotori della Lettura, di cui sarà insignito Massimo Maugeri. Dal 3 settembre, giorno in cui alle Rocce, con Antonio Presti, Naxoslegge torna a parlare di Custodia della Bellezza e Anima dei luoghi, fino al 30 settembre, è tutto un susseguirsi di incontri: 9-10 a Taormina, con la nuova sezione Sguardi a Oriente, dedicata al Giappone nei 150 anni della amicizia Italia-Giappone, con ospiti del calibro di Mario Vattani. Mujah Maraini e Daniela Brignone; dal 13 al 15 la sezione Le donne non perdono il filo, coordinata da Marinella Fiume, con il premio La Tela di Penelope, dedicato al rapporto tra le donne e il teatro e la sezione “Stregate”  dedicata alle dieci donne vincitrici dello Strega; quindi, Itinerarium mentis in deum, con tre  appuntamenti dedicati a Dante, nelle Chiese di Giardini Naxos; dal 20 al 29 gli appuntamenti che vedono protagonisti le scuole, sia presso il Liceo Caminiti di Giardini Naxos, storico partner del Festival, sia in altre prestigiose locations, con la partecipazione di ospiti importanti come Valerio Massimo Manfredi, Angelo Tonelli,   Nicola Gardini, Pierfranco Bruni, Salvatore Ferlita, Roberto Fai, Francesco Tiboni.  Sebastiano Tusa  Mario Mazza e tanti altri cui è affidato il compito di attraversare il concetto di classico, raccontandolo attraverso Ovidio, nel bimillemario della morte a Tomi, ma anche attraverso Pirandello, Tomasi di Lampedusa, cui sono dedicati importanti momenti di riflessione, negli anniversari che li vedono protagonisti di questo 2017. Si ripropone la sezione La storia  siamo noi, con diversi incontri, tra cui ricordiamo quello dedicato al grande storico Santo Mazzarino, realizzato in collaborazione con l’ Università di Messina, DICAM o quello sulla Grande Guerra, affidato allo storico Pietro Neglie.
Due importanti momenti del festival sono dedicati  all’ arte figurativa con due mostre del maestro riminese Alessandro La Motta: “‘Le dee madri nella Terra del Mito. Viaggio in Sicilia” , che sarà inaugurata il 21, presso la Galleria di arte moderna di Castelmola e ” Lighea. Il mito, la Sirena”, proposta dal 22 settembre presso il Liceo Caminiti di Giardini Naxos. Anche le mostre si muovono concettualmente nell’ ambito del tema portante del festival, proponendo una chiave di lettura figurativa di riscritture del Mito. Come di consueto, sono tantissimi i luoghi in cui Naxoslegge si propone: Giardini Naxos con il.Parco archeologico e il Museo, Taormina, Castelmola, Sant’ Alessio, Letojanni con Villa Garbo, Messina,  con delle puntate “extramoenia”, fuori dalla provincia di Messina,  come ad  esempio a Linguaglossa, per il  sessantesimo della Biblioteca “A.Gullo” e per la Giornata europea dei Vulcani  o come l’ importante appuntamento a Ragusa, nel Castello di Donnafugata, per la inaugurazione della mostra di abiti, realizzata da studenti della Accademia di Belle arti di Catania, che hanno riscritto l’ abito, conservato al Museo del Castello, che ispirò Visconti per quello indossato da Angelica, nella scena del ballo del Gattopardo. Naxoslegge sarà anche occasione per presentare progetti editoriali già realizzati, come Il Borgo delle Storie, nato a Motta Camastra, o Itinerari siciliani. Sulle tracce di Tomasi di Lampedusa, realizzato nell’ ambito di In Viaggio con Tomasi, grazie alla casa editrice Historica di Francesco Giubilei con cui è in programma la realizzazione di una nuova collana, Topografie dell’ anima, dedicata ai luoghi letterari. Sarà anche occasione per anticipare nuovi percorsi e progetti come quelli del Festival dei borghi ionici e Il Festival della politica a Siracusa.
Come sempre i giovani delle scuole saranno protagonisti di Naxoslegge, con le loro biblioteche ideali e i loro progetti, che saranno proposti nel corso della Kermesse. Agli studenti anche il compito di fare da guide e Ciceroni alla scoperta di Naxos, tra antico e contemporaneo.
 Si rinnova la  scelta di ospitare altri festival, come il Sabirfest di Messina, ospite ormai fisso da cui, in Ottobre, a sua volta Naxoslegge sarà ospitato, e il Festival della Filosofia nella Magna Grecia, per la prima volta presente a Giardini Naxos.
Si confermano le sinergie con istituzioni culturali e associazioni del territorio, come Archeoclub di Naxos-Taormina, Valle Alcantara,  Altra metà, Città delle donne, Accademia Belle arti di Catania, Associazione Albergatori di Giardini Naxos, Idee in movimento, AGE e Lettori in erba, Soroptmist club Val di Noto, Latitudini e tante altre realtà che, in.vario modo, contribuiscono a mantenere vivo lo.spirito plurale che informa il festival.
POST TAGS:

 Il Borgo delle Storie” , il libro nato nell’ ambito dell’ omonimo progetto, ideato da Naxoslegge, in collaborazione con  il Comune di Motta Camastra, va in tour estivo. Ricordiamo che il progetto, nato nel 2015 da un’ idea di Fulvia Toscano, consiste nell’offerta gratuita di residenza a scrittori e artisti, in una casa nel cuore del Borgo, di proprietà di Naxoslegge. Dalla esperienza dei primi nove scrittori ospiti è stato realizzato il volume Il Borgo delle Storie, contenente una prefazione del professore Filippo Grasso, dedicata al turismo nei borghi, e nove racconti, nati dalle suggestioni che gli scrittori hanno raccolto vivendo i ritmi del paese. Gli scrittori coinvolti sono: Licia Cardillo,  Giorgio d’ Amato, Marinella Fiume, Daniela Gambino, Biagio Guerrera, Clelia Lombardo, Mary Mattana, Cristina Marra, Lina Maria Ugolini. La curatela è di Fulvia Toscano.
Adesso il volume va in tour estivo, ospite di diversi borghi: il 5 a Ferla, nell’ambito di Lithos, la rassegna ideata e diretta da Carlo Muratori: giorno 8 a Brucoli nelle Terrazze organizzate dalla Associazione Sulidarte; il 21 a Savoca, nell’ ambito di Itinera, organizzato dal Comune; il 22 ritorna a Motta Camastra nel cartellone organizzato dal Comune. A settembre, il 16 per Naxoslegge 2017, il Borgo delle Storie farà tappa a Sant’Alessio da  dove sarà anche lanciato il progetto itinerante del Festival dei borghi ionici. In autunno, poi, il progetto e il libro  avranno lo splendido palcoscenico del Sabirfest di Messina, con cui, da sempre, Naxoslegge ha rapporti di virtuosa sinergia. Come afferma Fulvia Toscano. ideatrice del progetto, “Il Borgo delle Storie è un’ idea che, nata a Motta Camastra, dove continua felicemente (per ora abbiamo in residenza Rosario Palazzolo) è, tuttavia, destinato ad essere esportato. Ci sono, infatti, già, diverse richieste di realizzare questa idea in altri borghi. Questo rientra pienamente nello spirito di condivisione che, da sempre, connota Naxoslegge, come evento diffuso e condiviso”. A presto, dunque, altri borghi e altre storie, per vivere e raccontare l’ anima più autentica dei luoghi.

Dal mese di agosto, il Parco archeologico di Naxos e il festival Naxoslegge propongono un nuovo progetto “Comunicare l’antico. Conversazioni al Parco archeologico di Naxos”, che vede come centro tematico la modalità variegata di proporre l’ antico, in ambito teatrale, archeologico, antropologico, performativo, etc.., con particolare attenzione alla persistenza di modelli, archetipi, segni ravvisabili nel contemporaneo. Saranno tre gli appuntamenti del mese di Agosto: martedì 1 Agosto, l’incontro con Marco Baliani il regista a cui l’ INDA di Siracusa ha affidato la messa in scena dei Sette a Tebe. L’incontro, organizzato in collaborazione con la Associazione Amici dell’INDA, col suo presidente Pucci Piccione, vuole essere una “preparazione” allo spettacolo che sarà riproposto al teatro greco di Taormina il 3 Agosto. Con Baliani interverranno Vera Greco, direttore del Parco di Naxos, Fabio Granata, dir.culturale del Distretto del Sud-Est e Fulvia Toscano, direttore artistico di Naxoslegge.

Il 9 agosto sarà, invece la volta di una conversazione con Roberto Fai, già presidente del Collegio filosofico siciliano, con cui si discuterà su cosa resta della Polis, sul piano delle categorie filosofiche politiche. Oltre la Greco e la Toscano, con Fai converserà Andrea Cerra, giovane assessore alla cultura e alla identità etnea del Comune di Linguaglossa, studioso di storia della politica. In chiusura del mese di agosto, sabato 26, sarà proposto l’ incontro Archeologia in giallo, che vede protagonista la scrittrice Barbara Bellomo con Il suo “Il terzo relitto”(Salami editore) e la sua detective archeologa, a testimoniare la vitalità del mondo antico, fonte di ispirazione di diversi generi letterari molto seguiti, come il romanzo storico e il giallo. Il romanzo della Bellomo sarà presentato da Cristina Marra, nota scrittrice e esperta  di romanzo gialli e noir, organizzatrice di importanti eventi e festival di settore.

Un percorso, dunque, vario e affascinante che prelude agli incontri di settembre, nell’ambito della VII edizione di Naxoslegge, dedicata al tema “Di fronte ai classici”, per la quale possiamo già anticipare alcune importanti presenze come quella di Angelo Tonelli, Nicola Gardini, Francesco Tibona, Pierfranco Bruni. Il percorso proseguirà, quindi, nei mesi successivi con.incontri, seminari, proiezioni, tutti dedicati alle strategie di comunicazione dell’ antico, anche in.un’ ottica di formazione di docenti e studenti delle scuole.
 Tutti gli incontri di “Comunicare l’ antico”, per l’ Agosto 2017,  sono programmati alle 19.00, presso il Museo archeologico di Naxos.

Un’altra importante “trasferta” per Naxoslegge, il festival ideato e diretto da Fulvia Toscano, questa volta partner del Tindari Festival, il prestigioso cartellone di eventi realizzato dal comune di Patti, con la direzione artistica di Anna Ricciardi. Due gli appuntamenti programmati da Naxoslegge, il 15 e il 20 luglio, entrambi presso lo splendido giardino pubblico Umberto I di Patti.

villa_comunale

Sabato 15 sarà la volta della presentazione del volume “La Madonna di Tindari e Le Vergini Nere del Medioevo” di Giuseppe Fazio che sarà presentato in collaborazione con Italia Nostra, presidio dei Nebrodi, per cui interverrà Angela Pipitò e la rivista Paleokastro, rappresentata.dal.direttore Nuccio Lo.Castro. All’ incontro, programmato alle 19, interverrà anche Teresa Pugliatti, già docente di Storia dell’arte medievale. Il secondo appuntamento, programmati il  20 luglio, riguarda Giuseppe Tomasi di Lampedusa, a cui Naxoslegge sta dedicando un progetto biennale, In viaggio con Tomasi, per celebrare i due importanti anniversari, 2017-2018, che vedono protagonista il grande scrittore siciliano e il suo capolavoro. Al Tindari Festival, Naxoslegge propone la presentazione dei due saggi di Maria Antonietta Ferraloro, coideatrice di In Viaggio con Tomasi, “Giuseppe Tomasi di Lampedusa e I luoghi del Gattopardo” e ” L’opera orologio”.
La presentazione dei due volumi sarà occasione per raccontare il progetto dedicato a Tomasi che, proprio nei giorni immediatamente successivi, il 22 e 23 luglio, vedrà un importante appuntamento a Ficarra, fortemente voluto dalla amministrazione del Borgo nebroideo e dall’assessore alla cultura Mauro Cappotto, dedicato ai Luoghi letterari, con la prima presentazione del volume nato da questa esperienza in tour, edito da Historica di Francesco Giubilei e la partecipazione di scrittori, studiosi, esperti e artisti.

Tutto pronto per la cerimonia di ufficializzazione dei dieci studenti selezionati nell”ambito del Concorso “‘Da questo luogo , da questo tempo”, indetto dalla Biblioteca delle donne del Liceo Caminiti di Giardini Naxos, in sinergia con Naxoslegge e Arianna edizioni di Geraci siculo, che avrà luogo l’ 8 giugno presso l’ auditorium del Liceo di Giardini e che ha visto, per questa prima edizione, come destinataria-protagonista Maria Occhipinti di Ragusa, protagonista del movimento Non si parte.

 Ricordiamo che la biblioteca delle donne del Liceo, inaugurata il 5 marzo 2016, intitolata a Ipazia di Alessandria, è una importante realtà culturale, unica nata in seno ad una scuola, che fa parte di un più ampio progetto di rete delle biblioteche delle donne, promossa in collaborazione con la biblioteca di Nicotera. Il concorso, che ha visto la partecipazione di circa 80 studenti, appartenenti a scuole di tutto il territorio siciliano, mira, attraverso la forma epistolare, a far conoscere ai giovani figure di donne siciliane, spesso dimenticate, che con le loro storie, in vario modo, hanno fatto la Storia. Il premio per i dieci studenti selezionati sarà la pubblicazione delle loro lettere a cui sarà data una risposta, con altrettante missive, realizzate da dieci scrittrici siciliane. Il volume sarà pubblicato dalla editrice Arianna Attinasi, già promotrice con Naxoslegge del progetto Sibille, che ha subito sposato la iniziativa. Le dieci scrittrici coinvolte nel progetto sono: Nancy Antonazzo, Licia Cardillo, Marinella Fiume, Daniela Gambino, Marilina Giaquinta, Gabriella Gullotta,Clelia Lombardo, Dora Marchese, Gabriella Vergato, Lina Maria Ugolino.
Alla serata dell’8 giugno, accanto alla dirigente scolastica del Caminiti-Trimarchi, Dott.ssa Carmela Maria Lipari, ai docenti tutti del Liceo di Giardini, saranno presenti  gli studenti partecipanti con i loro docenti provenienti da tutta la Sicilia, l’editrice e le scrittrici, la Consigliera provinciale di parità di Messina, presidenti e rappresentanti di tante associazioni e progetti  come Posto  occupato, Altra Metà, Toponomastica femminile, Fidapa, UNICEF. Ospite di eccezione Marilena Licitra, la figlia di Maria Occhipinti, insieme a Pippo Gurrieri, l’ editore di Ragusa che ha da poco rieditato “Una donna di Ragusa”, il testo più importante della Occhipinti di cui, proprio nel 2017, ricorre il ventennale della morte. Della Occhipinti saranno proposte alcune poesie, dalla raccolta edita dallo stesso Gurrieri, la cui lettura sarà affidata a Giusy Patane’.
Nel corso della serata sarà presentato, inoltre,  il progetto “Camera con vista”, in sinergia con la Associazione Albergatori di Giardini Naxos, che vede un coinvolgimento particolare delle strutture alberghiere nella promozione della conoscenza della storia delle donne di Sicilia. La serata si chiude con la messa in scena dello spettacolo “Orfeo ed Euridice. Una metamorfosi”, realizzato dagli studenti del laboratorio teatrale del Liceo Caminiti di Giardini Naxos,  coordinato dalle  docenti Messina e Toscano, con la regia di Tino Caspanello,  liberamente ispirato alle Metamorfosi di Ovidio.

Da un’idea di Fulvia Toscano, Naxoslegge nasce nel 2011 come un festival composito, che mira a coinvolgere e rendere protagonisti non solo gli scrittori e le case editrici, ma soprattutto i lettori. La sezione In viaggio con Tomasi di Naxoslegge nasce per celebrare due importanti anniversari lampedusiani nell’arco del biennio 2017-2018: 60 anni dalla morte dello scrittore e 60 dalla prima pubblicazione del Gattopardo, in cui tutta la Sicilia si rispecchia in vario modo come luogo reale, luogo dell’anima o dell’immaginazione.

Il progetto è stato ideato e curato dalla professoressa Fulvia Toscano, direttore artistico di Naxoslegge, e dalla professoressa Maria Antonietta Ferraloro, studiosa di Tomasi di Lampedusa. Gli incontri si terranno in vari comuni siciliani, nonché in luoghi cari all’autore del Gattopardo, dove Enti, Istituzioni scolastiche, Fondazioni, Parchi Letterari, Accademie e Associazioni saranno coinvolti come partner, e forniranno il loro contributo per la realizzazione degli eventi. Il percorso prevede le seguenti tappe: Ficarra; Catania-Fondazione Verga; Santa Margherita del Belice; Augusta; Palma di Montechiaro; Capo d’ Orlando-Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella; Ragusa-Donnafugata; Giardini Naxos; Taormina; Palermo; Messina. Tra gli ospiti, oltre a Gioacchino Lanza Tomasi, interverranno: Rosario Castelli. Marinella Fiume, Maria Grazia Insinga, Jean Paul Manganaro, Dora Marchese, Silvana Miceli, Sophie Nezri-Dufour, Salvatore Silvano Nigro, Vanni Ronsisvalle, Alberto Samonà, Emanuele Trevi e tanti altri ancora, di cui, a breve, si attende definitiva adesione.

La casa editrice Historica del più giovane editore italiano, Francesco Giubilei, sarà partner ufficiale: nella collana Cahier di viaggio, ospiterà un volume che, attraverso gli interventi di alcuni dei protagonisti, racconterà i luoghi di Sicilia coinvolti. Si comincia il 5 marzo a Ficarra, borgo dei Nebrodi in provincia di Messina recuperato ai luoghi gattopardiani grazie alle ricerche di Maria Antonietta Ferraloro, dove al mattino si terrà una passeggiata letteraria sulle tracce di Lucio Piccolo e Tomasi di Lampedusa; nel pomeriggio, vi sarà invece la presentazione ufficiale del programma, cui seguirà una conversazione con Maria Antonietta Ferraloro sull’Opera-Orologio, Saggi sul Gattopardo, condotta da Dora Marchese. Sempre a Ficarra, inoltre, nell’ ambito del progetto, sono programmati sia residenze di scrittori, presso la “Stanza della seta”, tra cui quelle già definite di Matteo Nucci, Sandra Petrignani e dello stesso editore Francesco Giubilei, sia un incontro dedicato al tema dei rapporti tra letteratura e anima dei luoghi, come strumenti di valorizzazione del territorio.

Dal 30 settembre al 2 ottobre, a Motta Camastra, in occasione della XIVedixione della ormai storica Festa della noce, Naxoslegge con l’amministrazione comunale del borgo alcanterino, organizza la I edizione di VOX POPULI, che chiude la edizione 2016 di Naxoslegge.
La rassegna, dedicata alle tradizioni  popolari, nasce nell’anno del centenario della morte di Giuseppe Pitrè e coerentemente al tema portante della VI edizione di Naxoslegge, GenerAzioni. La storia siamo noi, dedicata alla memoria storica e al confronto generazionale. Ricco il programma di incontri ed eventi che animeranno il borgo, con tanti ospiti: Ignazio Buttitta,Amelia Crisantino, Arianna Attinasi, Mario Sarica con il Museo di  cultura e musica popolare  dei Peloritani ( che si occuperà anche della sezione docufilmica), gli scrittori del Borgo delle storie, Licia Cardillo, Giorgio D’Amato, Biagio Guerrera, Clelia Lombardo, Cristina Marra, con la partecipazione di Pina Labanca del gruppo editoriale Bonanno e A&B, editore partner del progetto, Mimmo Rando, Mauro Geraci, il cantastorie Fortunato Sindoni, editori e scrittori siciliani, coinvolti nel percorso Sicilia di carta, Vito Teti in rappresentanza della Calabria, regione ospite, Mario Bolognari e Anna Mallamo.Nella serata del 1 ottobre Carlo Muratori presenterà il suo ultimo CD “Sale”, mentre il giorno seguente, sarà la volta di Giuseppe Di Bella che presenterà il cd “Il tempo e la voce”. Il 29 settembre, presso la canonica di Piazza Verga, sarà presentata la rassegna e inaugurata la mostra “Santi di carta, santi di casa. Immagini della devozione popolare in Sicilia tra XVII E XIX sec.”a cura di Franz Riccobono, in collaborazione con la Associazione Amici del Museo di Messina. La mostra, che sarà presentata da Sergio Todesco, resterà aperta fino al 9 ottobre. Tanti i luoghi del borgo coinvolti, da scoprire: la Chiesa della Annunziata, l’Antico frantoio, le piazze panoramiche del paese, la canonica di piazza Verga, oltre agli innumerevoli vicoli del paese. Un gruppo di studenti del paese e di alunni del liceo linguistico e scientifico Caminiti partner di Naxoslegge, nelle giornate di sabato e domenica, fungeranno da ciceroni per i visitatori.
Nel corso della tre giornate, in collaborazione con Marranzano World fest, Associazione musicale etnea, Latitudini, sono proposti diversi laboratori, a cui ci si potrà iscrivere contattando Vincenza di Vita al 3273261785.
La tre giorni si colloca nell’ambito della festa della noce, con cui il paese di Motta Camastra si popola di migliaia di visitatori che, lungo tutto il paese, possono gustare la stupenda noce, ormai presidio slow food, godendo della offerta che l’intero paese “mette in scena” in svariate forme.

Il percorso di Naxoslegge nell’universo delle donne, continua nei giorni 10 e 11 settembre, che chiudono la prima sezione del festival, Le donne non perdono il filo.
Ecco il programma della due giorni:

Sabato 10 settembre, a Mandanici, nell’ambito della rassegna Archetipi e territori, alle ore 18.00, Marinella Fiume ci racconterà la Sicilia esoterica, terra delle grandi madri;

mari

Domenica 11 settembre , presso la terrazza del lido di Naxos, alle ore 17.30, Simona Lo Iacono, presenterà il suo ultimo romanzo”Le streghe di Lenzavacche”, interverrà Marinella Fiume, coordina Serena Spano’.

simo

GenerAzioni. La storia siamo noi, è il titolo scelto per la VI edizione di Naxoslegge che, come di consueto, declinerà le diverse sezioni nel corso dell’intero mese di settembre (a partire da sabato 2), coinvolgendo associazioni, scuole, fondazioni e luoghi vari e mantenendo in Giardini Naxos il suo cuore propulsore. GenerAzioni. La storia siamo noi, è il titolo scelto per la VI edizione di Naxoslegge Non a caso quasi tutti gli incontri saranno gestiti  a più voci, con la presenza di giovani e giovanissimi interlocutori, alcuni provenienti  dalle fila della associazione partner Idee in movimento, altri reclutati tra gli studenti del liceo Caminiti, partner storico del festival, e di altre scuole presenti, oppure giovani giornalisti e scrittori che converseranno con i diversi ospiti”.

Il festival, autoprodotto, grazie al sostegno di tante aziende private e cittadini, si articolerà nelle classiche sezioni Naxoslegge la Storia, Naxoslegge la Poesia, Naxoslegge la Legalità etc… e ospiterà importanti autori del panorama siciliano e nazionale. Due i laboratori di scrittura programmati: uno sulla scrittura epistolare, a cura di Marinella Fiume, il 14 settembre a Giardini Naxos, in collaborazione con la Biblioteca delle donne del liceo Caminiti,  che, in presenza della dirigente Carmela Maria Lipari, lancerà anche la I edizione del Concorso ” Da questo luogo, da questo tempo.  Lettere a…”, quest anno dedicato a Maria Occhipinti;  il secondo, I colori di Shiva, dal 16 al 18 settembre, a cura di Alberto Samona’, a Messina, in collaborazione con il Centro Mater Vitae, nell’ambito della sezione Ierofanie. Sulle tracce del Sacro.

Tra gli ospiti che hanno confermato la loro partecipazione, ricordiamo e citiamo in ordine di presenza:  Paolo Patanè, Vera Greco, Giuseppe Leotta, Carmela Lipari, Valeria Brancato, Chiara Vigo, Marinella Fiume,  Paola Floramo, Maria Pia Luca’, Maria Enza Giannetto,  Mariangela Puglisi,  Simona Lo Jacono,Margherita Rimi, Pancrazia Marcuccio,  Francesca Monforte,  Ivano Luppino, Antonina Cacopardo, Maria Vita Cambria, Pippo Gurrieri, Arianna Attinasi,  Antonino Ioli,  Giacomo Caudo,Saro Abbate, Francesco Giubilei,  Andrea Giuseppe Cerra, Pietro Greco, Maurizio Cucchi, Antonio Di Mauro,  Gianluca Furnari, Sergio Palumbo, Giuseppe Ruggeri, Milena Romeo, Giuseppe Li Rosi, Francesco Pira e Antonia Cavo, Mauro Curcuruto,  Joe Vito Nuccio, Lelio Bonaccorso, Fabrizio Chillemi, Fabrizio Fonte, Nello Musumeci,  Aurelio Angelini, Vincenzo Piccioni, Giovanna Fiume, Lidia Tilotta, Gaetano Armao, Marcello Saja, Daniele Tranchida,   Giuseppe Parlato,  Maria Concetta Calabrese, Sebastiano Tusa, Fabio Granata, Ferdinando Raffaele, Carlo Ruta, Mario Zito, Teresa Sardella, Toni Romanelli, Rosaria Andolina, Daria Di Giovanni, Tonino Sano, Giuseppe Parlato, Luigi Chiara, Alberto De Luca Paolo Di Stefano, Aldo Gerbino, Aurelio Pes, Carmelo Panebianco, Pietro Cagni, Alfio Grasso, Maria Grazia Insinga, Alberto Samonà,Gabriella  Alfieri, Marilina Giaquinta,  Dora Marchese,  oltre a tutti i docenti, alunni ed ex alunni del Liceo Caminiti, che si susseguiranno negli incontri in programma tra luoghi, come l’Auditorium del liceo Caminiti, Palazzo Paladino, il Parco archeologico di Naxos, la terrazza del lido di Naxos e altre terrazze del lungomare Tysandros, la Feltrinelli point di Messina, la Fondazione Piccolo di Calanovella e la Fondazione Verga di Catania, il Monastero di Mandanici, nell’ ambito della rassegna Archetipi e territorio, coordinata da Pino Mento,il Castello San Marco di Calatabiano. Una nuova sezione dedicata allo Sport sarà inaugurata il 20 settembre, con la istituzione del premio Tysandros, alla cultura dello sport, intitolato a Tanino Brunetto.

Confermate  le collaborazioni storiche con la Associazione l’Altra metà, con ACVA di Giardini Naxos- Taormina e Valle Alcantara, con Gruppo UNICEF di Giardini Naxos, con AGE di Giardini  Naxos e Lettori in erba, con la Rete  Latitudini, con Sabirfest di Messina,  la Feltrinelli point di Messina, il Centro di Poesia contemporanea di Catania, l istituto comprensivo di Giardini Naxos, Centro Studi Interferenze e Oltre la Linea di Messina, a cui si aggiungono nuove sinergie con il club Val di Noto delle Soroptmist, la Associazione Medici scrittori e l’ Ordine dei medici della provincia di Messina, con le case editrici Arianna e Edizioni di Storia e Scienze sociali, con il Liceo Maurolico di Messina, con il Marranzano world fest e la Associazione musicale etnea e Il Conservatorio Statale di Musica “A.Corelli”di Messina.

Il festival si chiuderà il 2 ottobre a Motta Camastra (Me), con la giornata conclusiva della nuova sezione “Vox Populi”, realizzata in collaborazione con il Comune e dedicata alle tradizioni demo etno antropologiche. Tra gli ospiti che popoleranno il borgo alcanterino, in concomitanza con la  tradizionale festa della noce,  tra il 30 settembre e il 2 ottobre, ricordiamo: Ignazio  Buttitta, Arianna Attinasi,  Franz Riccobono,  Sergio Todesco, Mario Sarica, Biagio Guerrera, Mauro Geraci, Fortunato Sindoni, Mimmo Rando, Carlo Muratori, VitoTeti, Anna Mallamo, Mario Bolognari, gli scrittori del progetto Il borgo delle storie, Licia Cardillo,  Giorgio D’ Amato, Clelia Lombardo, Cristina Marra, Diversi gli editori presenti, dalla Sicilia e dalla Calabria, regione ospite. In programma anche laboratori con diversi professionisti, coordinati da Vincenza di Vita e Giusy Patanè, in collaborazione con Marranzano World Fest e Associazione musicale etnea ( info su fb naxoslegge e voxpopuli).