Friday, November 24, 2017
Home / Posts Tagged "menfi"

Una nuova squadra di insegnanti, esame Cambridge alla fine del corso e la possibilità di imparare il business English con Robert Dennis (il numero uno in Italia per l’insegnamento del business English).

Queste le novità che mette sul tavolo John Peter Sloan – il popolare attore e scrittore di decine di grammatiche inglesi, che ha sconvolto il metodo di insegnamento della lingua d’Oltremanica, diventando riferimento dei docenti sia nelle scuole private che in quelle pubbliche d’Italia – presentando i nuovi corsi 2017-2018 della “Sloan scuola di inglese” di Menfi

Dopo un anno di rodaggio, Sloan con Asia Gagliano – insegnante di inglese di Menfi con cui Sloan ha curato il metodo rivolto ai più piccoli intitolato “Da zero kids” – ha messo radici a Menfi, creando un punto di riferimento in Sicilia per chiunque voglia imparare l’inglese in modo semplice, veloce e completo, anche partendo da zero.

Il “Metodo Sloan” è incentrato sul divertimento e sugli esempi basati su immagini e dialoghi diretti. I testi di Sloan sono pubblicati oltre che in Italia, in Francia, Germania, Spagna, Polonia e Brasile. Le stesse tecniche di Sloan oggi sono applicate per insegnare anche lo spagnolo e il francese.

Tornando alla Sicilia, la scuola di Menfi permetterà quest’anno di avere a che fare con un corpo dicente formato in toto dallo stesso Sloan. Tra questi anche Robert Dennis, il numero uno tra gli insegnanti di business English, per chi vuole conoscere i termini legati al mondo dell’economia e del commercio. Gli studenti, inoltre, potranno sostenere un esame Cambridge.

«Protagonisti dei nostri corsi sono gli studenti – dice Sloan, nato a Birmingham il 27 febbraio 1969 e in Italia dal 1990 – che coinvolgiamo nell’apprendimento della lingua, anche con giochi di ruolo. Gli insegnanti sono stati tutti formati da me, a casa mia, con the e cibo inglese. Il cibo, però, non è stato apprezzato. Noi inglesi non capiamo nulla di cucina»

Il progetto di Sloan per la Sicilia è semplice ed è figlio della sua esperienza a Roma e a Milano: «Bastano poche lezioni per imparare e parlare l’inglese da zero, semplicemente giocando. Voglio fare della mia lingua il passaporto dei siciliani nel mondo. E ho fatto bene da un anno a scommettere in quest’isola»

Non è tutto: «Sto girando in questi giorni un importante film sulla Sicilia e sto per realizzare “Il giardino della vita”, uno nuovo rifugio a Menfi per raccogliere tutti i cani randagi della zona e dintorni, in collaborazione con la Onlus Amici di Olivia.

 

Per informazioni e prenotazioni alla “Sloan Scuola di Inglese di Asia Gagliano” si può telefonare al 380 206 4485 o al 346 233 7734, dal lunedì al sabato, dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. Si può anche mandare una mail a sloan.menfi@gmail.com. La pagina Facebook è:www.facebook.com/sloanmenfi/?ref=br_rs .

L’ingresso è zero, avete capito bene, non si paga (si pagano le degustazioni, naturalmente), ma visitare questi luoghi con rispetto, no, eppure l’esperienza ti arricchisce. Sarà per il bicchiere che si acquista all’inizio e si porta con sé, custodito gelosamente nel suo morbido borsello? Oppure è perché tutto invita alla calma, dall’organizzazione, a partire dall’inizio, dal Welcome Point del Mandrarossa Vineyard Tour, che si trova nel Wine shop di Cantine Settesoli? Persino il momento della degustazione non cede il passo alla ressa. Tutto è lieve e gentile, come il vino che canta sommesso, mentre viene versato nei calici.  A fare da padrone, a rapire e dirti “resta qui, su” è il paesaggio, questa Menfi dai vigneti a perdita d’occhio, le spiagge bianche e questo cielo che non lascia scampo.

prima_mandra

La prima cosa, appena arrivati, è registrarsi. E non è difficile. La segnaletica funziona.

one_mandra

La sera, dopo l’incontro con il buon cibo, si continua con la buona musica. Suonano Ai Fil Gud. Che farebbero ballare anche da seduti, con il bicchiere in mano.

 

Il vero regalo, in cui Mandrarossa mette in mostra il proprio lavoro e ne condivide gioia e impegno, è il momento della vendemmia Nel calore di fine agosto (il week end è ricaduto il 26 e il 27 agosto), fra i filari, ognuno può costruirsi la propria cassettina e cogghiri l’uva. Un gesto senza tempo, che avviene per mano dell’uomo, insostituibile, che non passa di moda, che non è un selfie, un video, è la storia del nettare degli Dei, è Bacco, che confluisce in una bottiglia.

Dopo la presentazione dell’azienda, si assaggia un cabernet che è una piccola poesia dedicata a questa terra, che offre acini scuri e succosi (chi vuole può portare a casa un po’ di grappoli raccolti).

Cosa significa lavorare con il vino? Immaginare come riuscirà, come il sole e il vento hanno influito nella sua vita? Quanto arriverà al nostro palato, di tutto questo lavorare, svegliarsi presto, smuovere sassi, guidare trattori?

Fare il vino è assumersi i rischi di un’annata, ma anche levare un calice al cielo con orgoglio e sentirsi ripagati.

seconda_mandra

Lasciamo casa Mandrarossa con questo tramonto sul mare di Menfi, si conclude così l’edizione 2017 di un week end che ha visto il vino e la bellezza protagonisti assoluti.
Alla prossima estate. Grazie a tutti, per la splendida accoglienza e il piacere autentico di condividere l’esperienza di una vita. #vineyard2017 #Mandrarossa #Menfiph. Credits Valentina Vegna

menfi

Se amate il vino, e il mondo di cantine, degustazioni e percorsi enogastronomici che ne sono diretta emanazione, capaci di creare cultura del territorio, quella convivialità che il nettare di Bacco è capace di esprimere in un calice, Inycon è la manifestazione che fa per voi. Ormai nel tempo, si è attestata come una delle più importanti d’Italia nel comparto vitivinicolo. Il sottotitolo dell’evento quest’anno sarà Le stagioni del gusto.

Si tiene a Menfi, territorio vocato al vino e dalle bianche spiagge, anche premiate con tanto di bandiera blu.

L’appuntamento da segnare in agenda è dal 17 al 19 giugno.

Fra le attività, oltre alle immancabili degustazioni di vino, segnaliamo laboratori del gusto, visite alle cantine, passeggiate tra i vigneti del territorio anche a cavallo e in bici.