Wednesday, December 13, 2017
Home / Posts Tagged "letteratura"

È cominciato il conto alla rovescia. Mancano pochi giorni per scatenare il Kaos, che riempirà Agrigento di libri, parole performance e musica il 9 e 10 dicembre 2017.

Quest’anno la carovana del Kaos, diretta da Peppe Zambito, approderà presso l’Accademia di belle Arti Michelangelo diretta da Alfredo Prado, nella nuova sede di via Bac Bac 7.

Dopo le consuete consultazioni – ricordiamo che il premio della giuria popolare verrà consegnato durante la manifestazione – la rosa dei riconoscimenti assegnati a personalità isolane, da consegnare durante il Kaos, festival dell’editoria, della legalità e dell’identità siciliana, è stata stilata.

Il Festival Kaos, per le sue caratteristiche, ha scelto i suoi candidati ideali in base a criteri evidenziati nelle attribuzioni, come per i premi “Identità siciliana” conferiti a: Andrea Bartoli, ideatore della Farm Cultural Park di Favara; Giacomo Pilati, scrittore e organizzatore di importanti eventi culturale e a Nicolò D’Alessandro, memoria artistica e storica dell’isola.

Dove il lavoro personale, la ricerca e sperimentazione dei vincitori è confluito fortemente nello sviluppo, nel contributo fattivo e nella promozione della bellezza del territorio.

I Premi speciali conferiti da Kaos in occasione del 150° della nascita del drammaturgo Luigi Pirandello vanno a: Gaetano Aronica, Francesco Bellomo, Gianfranco Jannuzzo, tre agrigentini che con costanza promuovono il teatro Pirandelliano in tutta Italia con il “Berretto a sonagli”; Felice Cavallaro, giornalista e ideatore della Strada degli scrittori; Enzo Alessi e Antonella Morreale, che si sono distinti per l’impegno culturale e soprattutto con una costante attività teatrale.

Il Premio “Gesti e parole di legalita” va al: Comune di Joppolo Giancaxio, promotore della marcia e della giornata della legalità; e allo scrittore Giacomo Cacciatore, autore di “Uno sbirro non lo salva nessuno” (Dario Flaccovio editore).

Il Premio “Rita Atria” andrà a: Angelo Sicilia (autore e ideatore dei Pupi antimafia) e all’Associazione Gammazita, per l’utilizzo della creatività in azioni di recupero e rivisitazione della tradizione come strumento di riscatto sociale.

Il Premio speciale Kaos “Alessio Passalacqua” va alla poetessa Giuseppina Mira, da sempre impegnata nella promozione culturale del territorio.

Mentre il Premio “Salvatore Coppola”, in ricordo dell’editore trapanese, va ad: Ezio Noto, musicista e scrittore, per il libro “Mio padre non conosce la mia musica” (ed. Medinova).

Le pagine social dell’evento:

Instagram: Kaos Festival

Twitter: @kaos_festival

Facebook: https://www.facebook.com/kaosnews/

Seguiteci su Fattitaliani.it al link http://www.fattitaliani.it/search/label/Kaos

Nasce la sezione “letteratura” del Teatro del Fuoco,International Firedancing Festival, ideato dieci anni fa da Amelia Bucalo Triglia. Dopo l’apertura della sezione “Teatro del Fuoco & Food”, lo show internazionale allarga i suoi confini per raccontare la valenza simbolica del fuoco nella letteratura e avvia una partnership con alcune giovani case editrici. Il primo incontro, dal titolo “Il fuoco della creatività, Giovani editori si raccontano”, si è svolto alle 12.00 del 9 giugno 2017 all’Orto Botanico in occasione di “Una Marina di Libri”.

All’evento, organizzato da Una Marina di Libri e Teatro del Fuoco, hanno partecipato gli editori di ‘Gorilla Sapiens’, casa editrice romana nata nel 2011, ‘Il Palindromo’, attiva dal 2013, e ‘Corrimano Edizioni’, fondata a Palermo nel 2014.

Il Teatro del Fuoco, nato dieci anni fa sul vulcano Stromboli, sito dalla straordinaria bellezza, è divenuto negli anni un prodotto di altissima valenza culturale e oggi ha scelto di esprimere sé stesso anche tramite la letteratura, con lo scopo di dare valore ai giovani editori e autori dedicando loro una sezione. L’idea è quella di lanciare un prodotto editoriale di giovani scrittori che possano rappresentare il significato del fuoco all’interno di una loro opera. Un modo per stimolare la fantasia e la creatività di tutte le giovani promesse nel mondo della letteratura. Il miglior prodotto editoriale, una volta selezionato e giudicato da una giuria di esperti che sarà designata appositamente, potrebbe rappresentare la sceneggiatura della prossima edizione del Teatro del Fuoco.

“Vogliamo raccontare i significati positivi del fuoco, dando spazio a una collaborazione solida, costruttiva e produttiva con i giovani editori. Un lavoro sinergico e di comunicazione congiunta che funziona solo se si è uniti”, ha detto Amelia Bucalo Triglia a conclusione dell’evento.

“Siamo aperti alla condivisione di piani che si possano intrecciare, facendo rete comune – ha detto Nicola Leo della casa editrice Il Palindromo – L’obiettivo è quello di creare un prodotto editoriale di qualità per stimolare l’ingegno creativo tra i giovani”.

teatro1

Dopo aver fatto tappa in tutte le Isole Eolie ed Egadi, sull’Etna, a Roma e a Tokyo, il Teatro del Fuoco si esibisce il 1 agosto per il quinto anno consecutivo a Palermo, recentemente nominata Capitale italiana della Cultura per il 2018. Così come annunciato da Forbes, testata giornalistica statunitense, il Teatro del Fuoco, International Firedancing Festival, è uno dei 12 appuntamenti più cool al mondo per cui vale la pena fare un viaggio.

Il Teatro del Fuoco è divenuto negli anni brand testimonial della cultura italiana nel mondo. Nel 2009 ha ricevuto una medaglia dal Presidente della Repubblica italiana quale prodotto di marketing culturale innovativo per l’elevato valore culturale. Nell’estate del 2016, la manifestazione si è svolta per la quarta volta consecutiva a Palermo in concomitanza con il riconoscimento Unesco del Percorso Arabo Normanno.

S’intitolerà GenerAzioni. La storia siamo noi. Nessuno si senta escluso, Naxoslegge, conta la sua VI edizione, e a cadenzare gli incontri previsti un mese dal 2 settembre al 2 ottobre, ci sarà il tema della necessità della memoria storica, intesa anche come confronto generazionale.

Spostandosi lungo la provincia Jonica siciliana, da Giardini Naxos, Messina, Mandanici, Motta Camastra, Capo d’Orlando e altri luoghi, Naxoslegge proporrà diversi eventi, confermando la sua vocazione ad essere un festival diffuso in cui acquista notevole importanza la specificità dei luoghi prescelti.

Si conferma il ruolo centrale dei giovani, sia quelli del liceo Caminiti di Giardini, partner e luogo storico del festival, come quelli dell’Istituto comprensivo di Giardini Naxos, accanto alla presenza delle tante altre scuole partecipi attivamente con le Maratone di lettura, sia, novità di questa edizione 2016, i tanti giovani della associazione Idee in movimento, divenuta partner del festival.

Spazio alla storia, alla legalità, allo sport, alla scienza, alla sociologia delle comunicazioni,al mondo dell’infanzia e della adolescenza, al linguaggio della graphic novel, alla geopolitica e alla custodia della bellezza, tema questo molto caro a Naxoslegge che, di recente, nell’ambito del festival Nostos ideato da Fulvia Toscano, ha realizzato la I edizione delpremio Custodi della Bellezza, cosegnato il 4 giugno a Moncef Ben Moussa, direttore del Bardo di Tunisi.
Nei giorni 30 settembre /1-2 Ottobre il festival si sposta a Motta Camastra per dar vita alla nuova sezione VOX POPULI, dedicata alla memoria popolare, eventi realizzato in collaborazione con il comune alcantarino, dove Naxoslegge ha già avviato il progetto Il borgo delle storie/ residenza di scrittori e artisti. Tantissimi gli ospiti previsti tra scrittori,giornalisti, studiosi e artisti, coinvolti per tutto il mese in incontri,dibattiti, bookperformance e tanto altro. A breve i dettagli del programma con calendario e nomi degli ospitiGrande spazio, come di consueto, al mondo delle donne, cui e’ dedicata la sezione Le donne non perdono il filo, nell’ambito della quale il premio La tela di Penelope sara’assegnato, il 3 settembre, a Chiara Vigo, ultimo maestro del bisso. Tutti gli eventi sono realizzati in collaborazione con tante associazioni partners, tra cui ricordiamo le collaborazioni storiche con Altra meta’di Taormina, gruppo UNICEF di Giardini Naxos, ACVA anti racket Giardini Naxos Valle Alcantara, AGE di Giardini Naxos, accanto a cui va evidenziata la collaborazione con svariate aziende sponsor che supportano il festival, interamente autogestito.