Wednesday, September 20, 2017
Home / Posts Tagged "Giarre"

Una passerella non convenzionale, racchiusa tra le siepi di un suggestivo corridoio naturale, dove ogni spettatore è in prima fila per godere del patrimonio botanico di Radicepura: il paesaggio mediterraneo celebrato dal Garden Festival internazionale in corso a Giarre, ha ispirato anche la moda haute couture. Dieci gli abiti disegnati e cuciti dall’atelier fiorentino Alberta Florence, che hanno sfilato in pubblico rendendo omaggio ai giardini d’autore protagonisti della biennale organizzata dalla Fondazione Radicepura.

ph Alfio Garozzo (1)

La stilista Giulia Mondolfi ha “tradotto” in arte sartoriale le opere concepite e realizzate in occasione del Festival da quattro affermati garden designer e dai giovani paesaggisti vincitori della “call to action” internazionale. «Il Radicepura Garden Festival – ha affermato la Mondolfi a conclusione della presentazione delle sue creazioni – è uno dei segni che in Italia le cose stanno cambiando. Stiamo capendo che i veri tesori sono la nostra arte, la nostra storia e il nostro paesaggio… valori fondanti della nostra essenza e del nostro essere italiani. È stato un grande piacere e uno grande stimolo per il mio lavoro creativo poter essere stata partecipe di questa meravigliosa iniziativa».

Evento dopo evento, fino al 21 ottobre si susseguiranno al Radicepura Garden Festival numerosi appuntamenti culturali. Nel mese di settembre, in occasione degli ultimi due weekend del mese, proseguirà l’aperitivo #Drop, con dj set, mixology, wine tasting e visite guidate ai giardini. Domenica 17 settembre, dalle 17.30 alle 22.00, salirà in consolle Salvatore Porto, mentre sabato 23, dalle 18.30 alle 23.30, la serata sarà animata Livio D’Emilio, direttore artistico dello stesso #Drop. Inoltre, per tre domeniche consecutive (24 settembre, 1 e 8 ottobre), a partire dalle 11.00, avranno luogo le “chiacchierate botaniche” con esperti del florovivaismo. Maggiori info sugli eventi sono disponibili sul sito radicepurafestival.com.

 

Venerdì 21 ottobre, a partire dalle 9.00 negli spazi di Radicepura a Giarre (CT), si svolgerà il summit internazionale “Sicily Landscape in Motion – Lo sviluppo del paesaggio nelle strategie di sostenibilità”: un evento organizzato da Paysage e dalla rivista Topscape, promosso dall’Ordine degli Architetti di Catania, con il contributo diAnce Catania, e la collaborazione del Consiglio della Federazione degli Ordini Agronomi e Dottori Forestali della Sicilia.

Il meeting ha l’obiettivo di offrire una panoramica sulle opportunità che la progettazione del paesaggio oggi può dare in termini di sviluppo economico, ambientale e sociale, grazie alle innovazioni tecniche messe in campo da professionisti e aziende.

Inaugureranno i lavori il direttore responsabile di Paysage Topscape Novella B. Cappelletti, e i presidenti dell’Ordine Architetti e dell’Ance Catania, rispettivamente,Giuseppe Scannella e Giuseppe Piana, a cui seguiranno i saluti dell’assessore regionale ai Beni Culturali Carlo Vermiglio, del presidente Anci Sicilia Leoluca Orlando, del sindaco di Catania Enzo Bianco, e degli altri rappresentanti delle istituzioni locali e degli enti patrocinatori.

Al banco dei relatori siederanno numerosi e importanti protagonisti nazionali e internazionali nel settore dell’architettura del paesaggio, i quali illustreranno le strategie progettuali più all’avanguardia, le best practice, i sistemi tecnologici più efficienti in tutte le fasi di progettazione del paesaggio contemporaneo realmente rispondente alle esigenze degli utenti. Ogni intervento fornirà inoltre gli strumenti per poter comprendere in modo completo e approfondito i progetti di aree verdi e paesaggi, dal dettaglio tecnico alla larga scala, oltre che saperne cogliere il significato economico.

L’iniziativa è patrocinata inoltre dai ministeri dell’Ambiente e delle Politiche Agricole, dalla Regione Siciliana e dai Comuni di Catania e Giarre.

A Giarre si mette inscena da Malvarosa in via San Martino 3 , lo spettacolo teatrale di Giovanni Peligra, con lo stesso Giovanni Peligra e Chiara Frasca Incantu sicilianu di ciuri e d’amuri.
La piece nasce dall’esperienza de “I sentieri del gelsomino”- la manifestazione che celebra questo fiore profumatissimo raccolto a mano di notte, in contrada Nardella per arrivare nelle profumerie francesi, e costituiva la vita, economica, di un intero paese –  e mette in scena il racconto di un uomo, oggi anziano, che da bambino andava a raccogliere gelsomini nei gelsomineti nelle campagne di Ispica.

Domenica 2 ottobre dalle ore 17:30 alle ore 18:30.
POST TAGS: