Wednesday, September 20, 2017
Home / Posts Tagged "Gaetano Basile"

La fontana delle statue nude, la fontana simbolo di Palermo, quella che si trova ai piedi della sede del Comune, protagonista di un tour con una guida di eccezione, lo scrittore e storico, Gaetano Basile.

In questa piazza i palermitani organizzano picchetti, concludono proteste, di contro si radunano turisti e a pochi passi ci sono le classiche botticelle coi cavalli.

“Comu fu che la Scala di Milano finì davanti a una fontana fiorentina, un generale si innamorò di una statua, e Santa Rosalia venne assunta al Comune”? Storie serie e semiserie, domande trabocchetto e giochi di parole; ma sul fondo, tanta tanta verità. E Gaetano Basile è di certo uno che le verità e le storie le sa raccontare. Lo farà mercoledì prossimo (20 luglio) quando lo storico della città si accomoderà proprio a fianco delle statue della Fontana della Vergogna, per narrare le vicende che si sono srotolate nei secoli a piazza Pretoria. E’ questo infatti il nuovo appuntamento di I WORLD e Palazzo Bonocore che per l’occasione lascerà le sale affrescate e l’alcova dipinta per trasferirsi sulla piazza. Certo, la visita guidata alle sale settecentesche e alla mostra multisensoriale I FOOD: cibo e feste in Sicilia, si potrà ovviamente fare: dalle 20 alle 20,30 (primo turno di visita) e dalle 20,30 alle 21 (secondo turno), ambedue con degustazione di vini della cantina Quattrocieli I di Alcamo. Poi ci si dirigerà alla Fontana Pretoria – la cui cancellata sarà aperta per l’occasione agli spettatori di Palazzo Bonocore -, per ascoltare dalle 21 il racconto di Gaetano Basile. Biglietto: 12 euro.

INFO
Dalle 20 alle 20,30: primo turno della visita guidata a Palazzo Bonocore e alla mostra I FOOD: Cibo e Feste in Sicilia

Dalle 20,30 alle 21: secondo turno

Alle 21: racconto di Gaetano Basile a Piazza Pretoria

Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti al numero 091 6870520

Biglietto: € 12

 

Passeggiata in città, camminare fra i fasti del passato, la cultura, le tradizioni. Scoprire le origini di saperi e abitudini. Da queste storie che creano l’anima di Palermo, parte l’iniziativa dell’associazione “Terre di mare” che organizzata in collaborazione con il Cral Dipendenti Regione Sicilia: “…dalla zà Alivuzza a Donna Franca…” itinerario della memoria ricordando il villino Florio.

Al centro dell’attenzione ci sarà l’antico quartiere dell’ Olivuzza. Il percorso della serie Basileggiando, parte da Piazza Sacro Cuore insieme alla guida e a una Special Guest, il noto professore ed etno-antropologo Gaetano Basile (Basileggiando, appunto, veicola la filosofia dello scrittore). Come nasce questo quartiere della città? Qui si cela il gioiello del liberty europeo, il villino Florio, ultimamente riaperto al pubblico, progettato da Ernesto Basile. A raccontare la storia della famiglia Florio, che segnò l’inizio della nuova borghesia imprenditoriale, sarà Basile, scopriremo che il villino era una specie di “corte” dove furono ospiti le maggiori personalità del bel mondo e dove accoglieva Donna Franca, regina indiscussa del Jet Set palermitano dell’epoca.
La passeggiata si concluderà con un aperitivo rinforzato presso “Nino U Ballerino”, la famosa focacceria di Corso Camillo Finocchiaro Aprile.
Il contributo é di € 15 e comprende la guida, i whisper e l’aperitivo.
Infoline&Booking: 3283120974 o terredimare@hotmail.it
www.terredimare.altervista.org