Sunday, September 15, 2019
Home / Posts Tagged "Festival"

“L’idea del festival prende spunto e ispirazione da “Une semaine de bonté”, famoso romanzo pubblicato nel 1934 dall’artista surrealista Max Ernst, composto nel 1933 durante un viaggio che l’artista fece in Italia.  Dopo la pubblicazione dell’opera, l’ascesa del nazismo costringe alla fuga Ernst, rendendolo profugo e perennemente straniero.

Una settimana di bontà. Immagini, pensieri, suoni” è il festival che si terrà a Lipari dal 28 maggio, ideato e diretto da Emanuele Lo Cascio e Paola Nicita, con la presenza di ospiti – scrittori, registi, docenti, artisti – che si intratterranno con il pubblico, nella speciale dimensione dell’isola, per una narrazione che punta sulla dimensione dell’incontro.

Il sottotitolo del festival, che cambierà ogni anno e per questa sua prima edizione ha scelto Vivere da stranieri, per una riflessione sui temi dell’accoglienza, del dialogo, dell’incontro: riflettendo sul fatto che si può vivere da stranieri anche nella propria città.

 

Un piccolo festival sfaccettato, con la realizzazione di conferenze, proiezioni cinematografiche, mostre, concerti, presentazioni di libri, con i vari appuntamenti dislocati in luoghi pubblici e privati, come piazze, strade, attività commerciali, abitazioni, con un forte coinvolgimento del territorio.

 

Lipari, dal 25 al 28 maggio, sarà palcoscenico quotidiano per artisti, filosofi, musicisti, registi, architetti, studiosi, creativi d’eccellenza.

 

Saranno realizzate due mostre: Serena Giordano, una delle più importanti illustratrici italiane, esporrà un lavoro dedicato alla musica.

L’altra esposizione sarà dedicata a “I Futuristi di Santa Lucia”, opere di Futuristi siciliani provenienti da una collezione privata di Lipari.

 

Dopo le presentazioni e gli incontri, gli ospiti rimarranno ancora in contatto con Lipari, in un approccio semplice  e diretto, davanti ad un bicchiere di vino, passeggiando, durante un concerto all’alba, in una visione quotidiana dell’incontro e del confronto, capace di lasciare un segno forte.

 

Gli ospiti del Festival: Serena Giordano, artista, docente Accademia di Belle Arti di Venezia; Alessandro Dal Lago, sociologo, saggista; Costanza Quatriglio, regista, Direttrice del Centro Sperimentale di cinematografia documentario; Evelina Santangelo, scrittrice, editor Einaudi, insegna alla Scuola Holden, collabora con L’Espresso; Giovanni Francesco Tuzzolino, architetto, professore Università di Palermo; Maria Clara Martinelli, archeologa, Museo Luigi Bernabò Brea, Lipari, Marcello Carriero, docente Accademia Belle arti, Palermo; Marcello Faletra, saggista.

 

Le associazioni Nèsos e Idee insieme al Polo Regionale delle Isole Eolie per i Siti Culturali – Parco Archeologico e Museo Luigi Bernabò Brea hanno organizzato il Festival Una settima di bontà con il sostegno di:

Comune di Lipari; Federalberghi Isole Eolie; Birra Caulier; Caffè La Vela; Fly Families Travels; Hotel Carasco; Libreria L’Aleph; Mouloud Bottega Tessile.

 

Festival Una Settimana di Bontà – immagini, pensieri, suoni

 

LIPARI,  25-28 maggio 2019

 

PROGRAMMA

 

Sabato 25 maggio

 

Castello di Lipari, ex chiesa di Santa Caterina

18,00 – Presentazione del festival “Una settimana di bontà”.

18,30 – Marcello Carriero, docente dell’Accademia delle Belle Arti di Palermo, “Lo spazio figurativo dal Rinascimento al web”.

20,30 – Costanza Quatriglio, regista e direttrice artistica del Centro Sperimentale di Cinematografia      Documentario di Palermo, presenta il suo film “Sembra mio figlio” (2019, 103′ min).

 

Domenica 26 maggio

 

Museo di Lipari, Aula didattica

11,00 – Marcello Faletra, saggista, presenta la rivista “Cyberzone: Cremeacide”.

Giardino di Villa Santa Lucia

18,00 – Alessandro Dal Lago, saggista e scrittore, presenta il suo libro di racconti “Controstorie”

19,00 – Serena Giordano, artista e docente dell’Accademia delle Belle Arti di Venezia, presenta il suo libro “Il dentista di Duchamp, 12 racconti sull’arte contemporanea”.

20,00 – Inaugurazione mostra “I Futuristi di Santa Lucia”.

 

Lunedì 27 maggio

 

 

Libreria L’Aleph 

Mouloud Bottega Tessile

17,00 – Inaugurazione mostra “Illustrazioni musicali” di Serena Giordano

 

Hotel Carasco

19,00 – Evelina Santangelo, scrittrice, editor di Einaudi, presenta il suo libro “Da un altro mondo”.

 

Martedì 28 maggio

 

Libreria L’Aleph

11,30 – Evelina Santangelo, firmacopie del libro “Da un altro mondo”.

 

Ex chiesa di Santa Caterina

18,00 – Maria Clara Martinelli, archeologa Museo Archeologico regionale Luigi Bernabò Brea, e Giovanni Francesco Tuzzolino, architetto e professore di composizione architettonica Università di Palermo, “Sul perdersi e sull’abitare”. Dialogo a due voci tra archeologia e architettura

 

Spazio aperto al Castello

 

19,30- Concerto al tramonto: Pietro Lo Cascio, chitarra

 

Conclusione del festival

Il 9 e 10 dicembre si svolgerà l’edizione 2017 della manifestazione Kaos festival dell’editoria, della legalità e dell’identità siciliana nei locali dell’Accademia Michelangelo di Agrigento. Ci saranno come ogni anno incontri con autori, mostre e performance teatrali e musicali, per una contaminazione culturale ricca di appuntamenti. Fra i cinque finalisti per la narrativa c’è Ignazio Bascone con il romanzo La spiaggia insanguinata edito da Libridine: “Quando mi sono ritrovato tra i finalisti del premio Kaos – ammette l’autore – la gioia è stata immensa. Per la prima volta ho avuto un riconoscimento”. L’intervista.

Ignazio Bascone, finalista Kaos

Ignazio Bascone, finalista Kaos

Non se l’aspettava proprio…

La spiaggia insanguinata non è il mio primo romanzo, segue Tommaso l’Omu cani e Petralia, entrambi editi da Libridine. Sebbene i primi due libri, ritengo, siano stati importanti per Mazara in quanto, grazie a loro, la vicenda del barbone Tommaso, sotto le cui spoglie poteva nascondersi Majorana, e di Vincenzo Modica, partito fascista per la guerra e diventato comandante partigiano in Piemonte, abbiano assunto la dimensione di storia ed entrati nella memoria collettiva della città, (a Petralia, prima sconosciuto, è stata intitolata la sede locale dell’ANPI), sono stato sempre guardato con diffidenza e trattato con scarsa considerazione. Non che avessi pretese, però un minimo di soddisfazione…

kaos-finalisti1

Se dovesse presentare ai futuri lettori il suo romanzo in tre frasi che cosa scriverebbe?

La mia è una scrittura d’istinto con un vago pensiero preordinato. Solo in un secondo, terzo, quarto… tempo, faccio ordine. Per presentare il mio romanzo, sforzandomi, direi:

La spiaggia insanguinata parla della Sicilia e di certi Siciliani.

– È una storia raccontata con uno schema inconsueto che non si pone sulla scia attuale dei romanzi noir.

– È scritta con uno stile moderno ma che sa d’antico, con una fluidità che spinge il lettore a consumare i capitoli.

Quali sono le sue fonti d’ispirazione?

L’intervista firmata da Giovanni Zambito continua su Fattitaliani, cliccare qui.

 

S’intitolerà GenerAzioni. La storia siamo noi. Nessuno si senta escluso, Naxoslegge, conta la sua VI edizione, e a cadenzare gli incontri previsti un mese dal 2 settembre al 2 ottobre, ci sarà il tema della necessità della memoria storica, intesa anche come confronto generazionale.

Spostandosi lungo la provincia Jonica siciliana, da Giardini Naxos, Messina, Mandanici, Motta Camastra, Capo d’Orlando e altri luoghi, Naxoslegge proporrà diversi eventi, confermando la sua vocazione ad essere un festival diffuso in cui acquista notevole importanza la specificità dei luoghi prescelti.

Si conferma il ruolo centrale dei giovani, sia quelli del liceo Caminiti di Giardini, partner e luogo storico del festival, come quelli dell’Istituto comprensivo di Giardini Naxos, accanto alla presenza delle tante altre scuole partecipi attivamente con le Maratone di lettura, sia, novità di questa edizione 2016, i tanti giovani della associazione Idee in movimento, divenuta partner del festival.

Spazio alla storia, alla legalità, allo sport, alla scienza, alla sociologia delle comunicazioni,al mondo dell’infanzia e della adolescenza, al linguaggio della graphic novel, alla geopolitica e alla custodia della bellezza, tema questo molto caro a Naxoslegge che, di recente, nell’ambito del festival Nostos ideato da Fulvia Toscano, ha realizzato la I edizione delpremio Custodi della Bellezza, cosegnato il 4 giugno a Moncef Ben Moussa, direttore del Bardo di Tunisi.
Nei giorni 30 settembre /1-2 Ottobre il festival si sposta a Motta Camastra per dar vita alla nuova sezione VOX POPULI, dedicata alla memoria popolare, eventi realizzato in collaborazione con il comune alcantarino, dove Naxoslegge ha già avviato il progetto Il borgo delle storie/ residenza di scrittori e artisti. Tantissimi gli ospiti previsti tra scrittori,giornalisti, studiosi e artisti, coinvolti per tutto il mese in incontri,dibattiti, bookperformance e tanto altro. A breve i dettagli del programma con calendario e nomi degli ospitiGrande spazio, come di consueto, al mondo delle donne, cui e’ dedicata la sezione Le donne non perdono il filo, nell’ambito della quale il premio La tela di Penelope sara’assegnato, il 3 settembre, a Chiara Vigo, ultimo maestro del bisso. Tutti gli eventi sono realizzati in collaborazione con tante associazioni partners, tra cui ricordiamo le collaborazioni storiche con Altra meta’di Taormina, gruppo UNICEF di Giardini Naxos, ACVA anti racket Giardini Naxos Valle Alcantara, AGE di Giardini Naxos, accanto a cui va evidenziata la collaborazione con svariate aziende sponsor che supportano il festival, interamente autogestito.