Tuesday, October 17, 2017
Home / Posts Tagged "FAI"

Cari Siciliani,

“La cultura è l’unico bene dell’umanità che, diviso fra tutti, anziché diminuire diventa più grande.”

Noi alunni del Liceo Classico Europeo del Convitto Nazionale Mario Cutelli abbiamo scelto questa frase del filosofo tedesco Hans-Georg Gadamer per la nostra lettera-appello a tutti i siciliani – e in particolare alle famiglie della provincia di Catania – a sostegno della nostra scuola, patrimonio di decine di generazioni di famiglie siciliane candidato a diventare uno dei “Luoghi del cuore” del FAI, il Fondo Ambiente Italiano.

La nostra scuola, il “Convitto Nazionale Mario Cutelli” – e più precisamente la Corte circolare e l’Aula Magna, ricca di affreschi dei siciliani illustri, filosofi, scienziati e giuristi di varie epoche – è stata proposta tra i “Luoghi del Cuore” e, se riuscirà a raggiungere un numero considerevole di voti entro il 30 novembre, potrebbe essere destinataria di un intervento di recupero a cura del FAI e di Intesa San Paolo. Si vota entro il prossimo 30 novembre

Per votare non occorre essere maggiorenni e neanche essere soci FAI, non è necessario essere residenti nel sito prescelto; non occorre essere italiano e non è richiesto alcun contributo economico ma solo ideale.

Chissà quanti di voi non conoscono ancora il Convitto Cutelli, scuola-monumento settecentesca progettata dall’architetto Vaccarini dopo il terremoto del 1693 e destinata dal suo benefattore, il giurista e latinista Mario Cutelli, a istruire laicamente le classi nobiliari siciliane. Oggi è una scuola pubblica – elementari, medie e liceo classico europeo (sono solo una ventina in tutta Italia) – visto che, per lascito testamentario, è stata affidata ai catanesi sino a quando ospiterà una scuola. Per apprezzarne la sua bellezza architettonica, invitiamo ciascuno di voi a visitarlo: noi che ci studiamo – insieme ai docenti, gli amministrativi e gli ausiliari – desideriamo condividere con voi il privilegio di tanta meraviglia. Come l’orologio monumentale – affiancato dalle statue michelangiolesche del Tempo e la Fama –  che sovrasta il meraviglioso cortile circolare del Vaccarini.

Noi studenti del Convitto Cutelli abbiamo imparato fra questi spazi carichi di storia – e dall’esempio dello stesso Cutelli – che, tutti insieme, apparteniamo a qualcosa di più grande: crediamo di avere dei doveri nei confronti di chi ci ha preceduto e ha creduto in noi; e crediamo di avere dei doveri verso le generazioni che ci succederanno fra queste aule.

Per votare basta collegarsi sul sito del Fai/Luoghi del Cuore e cercare il nome del sito Convitto Cutelli. Oppure si segue il link a seguire http://iluoghidelcuore.it/luoghi/catania/convitto-cutelli-corte-e-aula-magna/84331vota i luoghi del cuore. Grazie a ognuno di voi per aver condiviso il nostro sogno.

Gli studenti del Convitto Cutelli

Anche il FAI di Catania, scende in piazza domenica 16 ottobre con i suoi giovani volontari per la 5° edizione della FAImarathon d’autunno, la manifestazione del Fondo Ambiente Italiano che, coinvolgendo in tutta Italia oltre 600 luoghi d’interesse artistico, paesaggistico e sociale, proporrà 150 itinerari tematici e visite a contributo libero per vivere una giornata da “turisti a casa nostra” e sostenere il recupero e la fruizione dei beni monumentali, patrimonio del Belpaese.

Il programma della FAImarathon a Catania sarà illustrato domani, mercoledì 12 ottobre, alle ore 10.30, nell’Aula Magna del Convitto Cutelli, nel corso di una conferenza stampa alla quale prenderanno parte Antonella Mandalà (capo delegazione Fai Catania) e Marilisa Iolanda Spironello (responsabile del Gruppo Giovani del Fai Catania, che organizza l’evento autunnale).

La FAImarathon di Catania sarà dedicata alla storia della città attraverso un percorso tra storia, arte e cultura. Accompagnati da personaggi storici in costume e drammatizzazioni delle principali vicende del passato di Catania, i giovani volontari del Fai coinvolgeranno i visitatori con letture, racconti, miti e leggende del territorio e del monumento. Quattro i luoghi simbolo della città per la FAImarathon d’autunno: sono il Castello Ursino, il Teatro greco-romano, il Convitto Cutelli e la Casa del Mutilato.

Casa del Mutilato

Casa del Mutilato

 

L’ ITINERARIO TEMATICO a Catania

L’inizio del viaggio trae spunto dalla dominazione romana, motivo per cui si è scelto di individuare come prima tappa, il Teatro greco-romano dove i partecipanti alla manifestazione saranno accolti dai giovani volontari del FAI che spiegheranno brevemente il monumento per lasciare poi spazio alla lettura di alcuni passi delle Verrine, serie di orazioni scritte da Cicerone in occasione della causa che gli venne affidata dai Siciliani contro il propretore di Roma, Gaio Licinio Verre, ad opera di avvocati e giudici catanesi che si cimenteranno in questa particolarissima impresa teatrale, accogliendo di buon grado l’invito del FAI Giovani. Dal Teatro greco-romano al Castello Ursino, emblema della dominazione sveva dove, dopo la consueta spiegazione del luogo affidata come sempre ai giovani del gruppo FAI, si potrà assistere alla narrazione degli intriganti racconti su “Federico II e le sue donne” messo in scena dalla Dott.ssa Elena Granata del Comune di Catania. Il viaggio nella storia della città arriverà al periodo borbonico con la visita al Convitto Nazionale Cutelli terza tappa della Faimarathon, in cui dopo una breve visita della corte, si accederà all’aula magna, spazio nel quale verrà offerta la lettura di alcuni passi delle cronache dell’insurrezione del 1837 e del processo agli insorti ivi celebrato, grazie ai giovani attori della scuola “Teatro dei Piccoli” del Teatro Gattoblu, diretti da Francesca Agate. Processo che si concluse con la condanna a morte degli insorti che vennero giustiziati in quella che da quello storico momento, fu chiamata Piazza dei Martiri. L’ultima tappa in senso cronologico sarà la visita ad un bene mai aperto prima e che rappresenta la storia della città nella prima metà del 900’, la Casa del Mutilato di epoca fascista, edifico estremamente interessante per la sua unicità e valenza storica. In questo bene la narrazione delle vicende del periodo e la descrizione architettonica sarà affidata ai volontari del FAI Giovani. Questo bene è riservato solo ai soci FAI o a chi, nell’occasione, si iscriverà al FAI, per volere della Fondazione, che intende così riservare un trattamento privilegiato ai suoi aderenti che con la loro iscrizione annuale sostengono il FAI. I luoghi prescelti dalla delegazione, possono essere visitati indipendentemente dall’ordine nel quale vengono proposti, liberamente in base alle preferenze e alle suggestioni suscitate. Durante FAImarathon le visite dei luoghi saranno a contributo libero, sarà possibile la prima iscrizione al FAI direttamente sul posto a solo 29 euro e agli iscritti saranno dedicate aperture eccezionali e corsie preferenziali.