Thursday, November 23, 2017
Home / Posts Tagged "Dieci cose da fare a Mondello"

E mentre vi ricordiamo che il primo maggio la Mondello Italo Belga apre le sue spiagge attrezzate, ninetepopodimeno, il Lido Valdesi,  sì proprio quello all’altezza di piazza Valdesi – che vedete in foto in tutto il suo splendore- sarà ad ingresso gratuito tutto il giorno, dalle 9 alle 19.

Vi ricordiamo che Mondello è una spiaggia unica, anche perché ha un posto d’onore nel cuore dei palermitani. Scenario privilegiato di infanzie, adolescenze e primi amori. Abbiamo già segnalato che la spiaggia quest’anno è anche bandiera verde, ovvero luogo perfetto per vacanze con bambini.

mondello1

Sull’onda delle emozioni, abbiamo provato a stilare per voi una piccola guida di dieci cose che puoi fare solo a Mondello.

1 Fare una passeggiata: Mondello praticamente si può percorrere in lungo e in largo in tutte le stagioni. Anche se c’è cattivo tempo e tira vento ti senti rassicurata, in un ambiente familiare.

2 Fare una partita di Pallavolo in acqua: puoi anche improvvisare una partita di beach volley in uno dei cortili, ma ancora più bello quando dei ragazzi si dispmngono inprissimità della riva e si palleggiano il classico Super Santos ( il re delle estati). Decisamente meno molesti dei racchettoni sulla battigia.

3 Comprare il cocco bello cocco fresco oppure una bibita dagli ambulanti quelli che vagano con la borsa frigo alla spalla abbanniando: cocacolaranciataaaaabirraaaaa, un urlo che ad arocchio umano arriva come se fosse una parola sola.

4 Mangiare un ciambella fritta al tramonto: dopo aver nuotato, corso sulla spiaggia ecco che passa il venditore di ciambelle. Che ve lo diciamo a fare? Mentre il sole tramonta e sapete che quello è l’ultimo giro del venditore fatevi servire una bella ciambella fritta con tutti i suoi granelli di zucchero…

5 Addentare un panino e panelle in spiaggia (oppure una porzione di anelletti al forno). Non faticherete a trovarle visto il numero di locali affacciati sulla piazza.

6 Sentire l’odore delle creme solari abbronzanti, sempre pungente, presente e piacevole. E inebriarsi. Perché anche questo senso, l’olfatto, ci riporta prepotentemente in mente il concetto di estate (da annoverare anche l’odore delle alghe).

7  Scorgere la cima del vulcano Etna nelle giornate limpide di grande visibilità. Un fenomeno osservato e straordinario. Mondello e l’Etna, due meraviglie sulla stessa traiettoria.

8 Comprare qualche giocattolino dai mercatini spontanei dei bambini, che dispongono la loro mercanzia su un telo da mare e si mettono lì ad aspettare. Una specie di rito che segna un paggio dell’età. Ecco che i giochi che hanno fatto parte di un ciclo vengono dismessi (a un euro al massimo, di solito).

9 C’è una gara di tuffi dal moletto, che non ci sentiamo di consigliare (insomma non ci provate), ma è un rituale di iniziazione per molti ragazzini della borgata. Ragazzi che brillano nel sole come pesci che saltano fuori dalle onde.

10 In ultimo, ma non in ordine di importanza: prendere il gelato seduti sugli scalini della fontana della Sirenetta.