Thursday, October 18, 2018
Home / Posts Tagged "Concorso “Uno"

Un’esperienza di successo che il Miur ha deciso di ripetere e che promuove Agrigento nel mondo attraverso la Cultura. La seconda edizione del Concorso “Uno, nessuno e centomila” è stata presentata stamattina in una sala dell’ex collegio dei Padri Filippini.

Tante le novità di quest’anno: il Concorso, che è destinato alle scuole secondarie italiane ed italiane all’estero, è stato esteso anche alle scuole secondarie di primo grado. Inoltre, il bando prevede ora due sezioni: drammaturgia e messa in scena. Raddoppiano dunque i premi in palio, frutto del lavoro dell’Accademia di Belle Arti Michelangelo, su progetto del Maestro Domenico Boscia: il riconoscimento è un manufatto estremamente rappresentativo del legame con il territorio, realizzato in pietra lavica ceramizzata, che ritrae Pirandello e si ispira alla sua famosa novella La Giara.

L’anno scorso l’Accademia di belle Arti organizzò anche una seguita estemporanea di pittura dedicata ai luoghi e alle opere del premio Nobel agrigentino.

“Il Miur continua a  investire sull’importante figura di Luigi Pirandello – ha dichiarato  Giuseppe Zambito, dell’ Ufficio di diretta collaborazione della ministra Valeria Fedeli – . E’ un appuntamento capace di dimostrare un grande riscontro turistico, con la presenza di tanti studenti provenienti anche dall’estero in una provincia che ha tanto da raccontare”. “Questa seconda edizione – ha detto il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto – conferma il successo  dell’anno scorso: 84 scuole partecipanti. Giovani di tutto il mondo hanno alimentato questo connubio tra teatro e letteratura, tra Pirandello e la città di Agrigento nel Centocinquantenario della nascita. L’elemento più emozionante è stata la rappresentazione di frammenti dell’opera pirandelliana da parte di studentesse libanesi in lingua araba: Pirandello, non solo mitteleuropeo, ma letterato del mondo intero”.

Per il giornalista del Corriere della Sera Felice Cavallaro, presidente della Strada degli Scrittori “il successo del Concorso si somma a quello del Master di scrittura realizzato nell’ambito del programma del Festival della Strada degli Scrittori. Basta accendere i riflettori perché la gente si scuota e cominci a credere nella possibilità di riscatto di questo territorio anche attraverso la letteratura e la cultura. Il concorso ‘Uno, nessuno e centomila’ è la tessera di un mosaico che noi avevamo già concepito all’interno del nostro festival, ma durante la visita della Giunta regionale a Racalmuto, l’assessore Vittorio Sgarbi ha proposto l’istituzione di un Festival Pirandello, con una capacità di attrazione internazionale. Siamo dunque pronti ad ampliare il progetto con il parteneriato già consolidato e rendendolo ancora più ampio”.

“Per fortuna ci sono ancora cose che ci sorprendono – ha affermato Gaetano Aronica, presidente della Fondazione Teatro Luigi Pirandello – e il concorso “Uno, nessuno e centomila” è una di queste. Ricordo la commozione che aleggiava in teatro il giorno della chiusura della scorsa edizione.  Quando noi sentiamo recitare Pirandello da ragazzi brasiliani, arabi, francesi, eritrei, algerini, spagnoli, la commozione non può che prendere il sopravvento”.

Erano presenti alla conferenza stampa anche l’assessore alla Cultura Beniamino Biondi e, per l’Accademia di Belle Arti Michelangelo, la portavoce Daniela Gambino, che ha portato i saluti del direttore Alfredo Prado.

Il Concorso è organizzato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), in collaborazione con il Distretto Turistico “Valle dei Templi”, “La Strada degli Scrittori”, la Fondazione Teatro “Luigi Pirandello” e “Kaos Festival” di Agrigento e con la partecipazione del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI). Informazioni sul Concorso al link

http://www.stradadegliscrittori.it/concorso-nazionale-uno-nessuno-centomila-2018/