Thursday, April 18, 2019
Home / Posts Tagged "concorso fotografico"

Dopo il grande successo delle scorse edizioni, anche quest’anno l’associazione Asadin in collaborazione in collaborazione con Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato, con il sostegno del Witness Journal, dell’Associazione Peppino Impastato e famiglia Orlando, organizza il concorso dedicato a Guido, fondatore dell’associazione e compagno di Peppino Impastato, scomparso ormai da 7 anni.

Il tema scelto è Ri-scatti Umani.

La giuria composta da Tano D’Amico, Franco Seggio, Pino Manzella è riconfermata, valuteranno le foto e saranno presenti durante la premiazione che si svolgerà il 8 Maggio a Cinisi, durante i giorni del Quarantunesimo Anniversario dall’uccisione di Peppino Impastato e del 40° anniversario della prima manifestazione nazionale antimafia che si svolse proprio a Cinisi il 9 maggio 1979.

Le foto selezionate saranno esposte nella Mostra “Ri-scatti Umani” presso il bene confiscato ex Casa Badalamenti a cento passi da Casa Memoria, dove migliaia di persone, partecipando al 41°, ed anche dopo, avranno l’opportunità di visitarla.
Verranno inoltre pubblicate sulla rivista Witness Journal, sostenitrice del concorso, e sul sito di Casa Memoria.

L’iscrizione scade entro giorno 22 aprile ed è gratuita. Si possono inviare 3 foto.

Il concorso anche quest’anno promuove la fotografia sociale, una fotografia che racconti la realtà ed abbia come protagonisti soprattutto i più deboli, osservati focalizzando l’attenzione sulla dignità e la bellezza umana, con uno sguardo etico che rispetti il dolore. Il concorso è comunque aperto ad ogni tipo di fotografia che sappia raccontare bellezza, umanità e riscatto. La fotografia può avere un ruolo culturale di informazione, comunicazione, sensibilizzazione, strumento di lotta e di verità, racconto. (Leggi bando art 1)

 

Ecco il link dove si trova il bando http://www.casamemoria.it/…/449-ri-scatti-umani-concorso-fo…

Una foto non è solo un’immagine scattata con il telefonino, ovvero con la fotocamera di uno smartphone, ma è una composizione visiva, un piccolo racconto, il compendio di un’emozione.

Prima di arrivare nelle nostre mani, la foto, stampata su carta, ha una storia lunghissima: la fotografia costituisce un documento unico, dai ritratti, ai paesaggi, spiega molto del territorio e delle nostre tradizioni.

La fotografia si lega alla cultura, intesa come summa di saperi e tradizioni, come risultato di esperienze, sentimentali e umane.

Utilizzando questa prospettiva l’Abama, l’Accademia di belle Arti di Agrigento, ha indetto un concorso, che conta la seconda edizione. Due le sezioni: una destinata a professionisti e semiprofessionisti, l’altra agli studenti delle superiori (ultime e penultime classi), che punta a raccontare Agrigento attraverso l’obiettivo.

Saranno proprio gli occhi dei partecipanti, a cogliere peculiarità e caratteristiche capaci di trasmettere l’anima di una città affacciata sul mare, che vanta un tesoro unico come la Valle dei templi.

Volete partecipare? Allora impugnate la vostra macchina fotografica, stampate (scegliete voi la misura) la vostra immagine più rappresentativa, che sia a colori o in bianco e nero. Il concorso è organizzato dall’Accademia, con il patrocinio del Comune  dell’Ufficio scolastico provinciale. la partecipazione è gratuita. Scade il 28 febbraio, le opere vanno spedite, o recapitate, direttamente alla sede dell’Abama, l’accademia di belle arti, in via Bac Bac 7, 92100, Agrigento.

Previsti premi in denaro, targhe e riconoscimenti. ma non è finita qui: per la sezione dedicata agli studenti in palio borse di studio per iscriversi e frequentare l’accademia Abama.

Info www.abama.it

(foto accademia)