Wednesday, June 26, 2019
Home / Posts Tagged "cammino"

Sei pronto per altre due tappe del Cammino?  Intanto, da aspere, si può partecipare comunque, anche se hai salto il primo fine settimana. Vi aspettano 40 km in due tappe nel cuore dell’Alto Belìce Corleonese; quelli degli “Amici del Trekking sui Sicani” della Coop. “La Quercia Grande”,  riprenderanno da C/da Rossella (meta del precedente WE di Cammino) per andare alla volta di Ficuzza e da qui, sino a Corleone.

Ecco il Programma del Secondo WE :
Prologo +5 WE:

Masseria Rossella, Ficuzza, Corleone

Sabato 13 e Domenica 14 Aprile 2019

4° tappa > Sabato 13 Aprile:

da Masseria Rossella (Piana degli Albanesi) a Ficuzza, km 20

Ore 9:00 Raduno dei partecipanti in località Rossella, alle falde del monte
omonimo nel parcheggio della Masseria Rossella.

Il cammino inizia in discesa e costeggia il lago Scanzano (Diga Madonna delle Grazie). Quindi entreremo nel Bosco di Ficuzza, suggestivo cuore pulsante della tappa odierna. Giungeremo così a Ficuzza attraverso la Real Casina del Re Ferdinando IV di Borbone. Un altro tratto poco fuori il Borgo ci condurrà in Contrada Parrino nella bella ed
accogliente “Casa nel Bosco”, luogo della nostra sosta serale. Lì si prevede la sistemazione per il pernottamento, si preparerà anche una gustosa cena condivisa. Il pranzo al sacco invece si consumerà lungo il cammino.

Lunghezza del percorso: 20 km circa

5° tappa > Domenica 14 Aprile:

da Ficuzza a Corleone, km 20

Dopo la prima colazione, riprendiamo il cammino addentrandoci nelle terre del corleonese al cospetto dell’imponente mole della Rocca Busambra. Quindi si arriva a Corleone dalla Chiesa del Malopasso ai piedi del Castello Soprano e della vicina  Torre Saracena giungendo nel centro cittadino attraverso anche la Chiesa di Santa Rosalia. Il pranzo al sacco si consumerà lungo il cammino.

Ad attendervi all’arrivo un Bus navetta che ci riporterà in località Rossella, passando anche da Ficuzza, per riprendere le auto di chi avrà partecipato alla sola tappa della domenica.

Lunghezza del percorso: 20 km circa

Note di viaggio 

Si consiglia di portare un abbigliamento adeguato alle condizioni climatiche che del periodo ed al tipo di percorso, anche con lunghi tratti su fondo asfaltato, quindi scarpe comode e chiuse e con suola sufficientemente alta,
pantaloni resistenti, cappellino, zaino con scorta d’acqua, impermeabile per eventuale pioggia o vento; oltre al pranzo al sacco portare frutta secca e dolci (meglio cioccolata) da condividere.

Per aderire 

Contattare al più presto (comunque entro le ore 21,00 di giovedì 11 Aprile per chi deve pernottare a Ficuzza, entro venerdì 12 in ogni caso per gli altri, per dare modo di organizzare il transfer di domenica pomeriggio) gli
organizzatori ai numeri:

339.2009857  anche Messaggio su WhatsApp  Giuseppe Geraci (tutor del
Cammino)

328.4297536   Giuseppe Traina (tutor del Cammino)

347.5963469   Giuseppe Adamo (organizzazione e logistica)

L’organizzazione è a cura degli “Amici del Trekking sui Sicani” della Coop.
La Quercia Grande.

Costi 

La quota prevista a persona per ciascuna tappa è di 10 euro
(Organizzazione, Guida ed Assicurazione CAES); i soci CAI pagano 5 euro al
giorno perché già assicurati; la cena a Ficuzza è in condivisione e con il
contributo dei partecipanti; il pernottamento è in B/B (25 euro a persona in
camere doppia/tripla); a ciò andrà aggiunto il ticket condiviso tra i
partecipanti per il transfer di rientro da Corleone alla Masseria Rossella.
Anche chi parteciperà alla sola tappa domenicale avrà la possibilità di
riprendere la propria auto a Ficuzza.

Si ricorda che si può partecipare:

– anche ad una sola tappa o, ad uno o più WE,

– anche non avendo partecipato alla prima tappa,
– anche senza restare a dormire nella struttura ricettiva.

Si ricorda che sono disponibili: la Charta Peregrini e il porta chiavi dell’Itinerarium.

Le prossime tappe del Cammino saranno:

3° WE: 25/26 Maggio, sabato: da Corleone a Campofiorito; domenica: da
Campofiorito a Chiusa Sclafani.

4° WE: 28/29 Settembre, sabato: da Chiusa Sclafani a Burgio; domenica: da
Burgio a Palazzo Adriano.

5° WE: 25/26/27 Ottobre, venerdì: da Palazzo Adriano a Càrcaci; sabato: da
Càrcaci (Prizzi) a Santo Stefano Quisquina; domenica: da Santo Stefano
Quisquina all’Eremo della Quisquina e ritorno.

Artemisia e il Teatro Atlante insieme sul Monte Jato per unire cammino in montagna, paesaggi naturali e culturali,  poesia, parola e narrazione. Preziosa Salatino, attrice del Teatro Atlante, propone il Juke-box delle Parole, una performance interattiva in cui gli spettatori hanno la possibilità di scegliere, come si faceva con i brani musicali di un juke-box, fra diversi argomenti: Mare, Notte, Amore, Terra, Fuoco, ecc. Ad ogni argomento è associata una poesia, un canto o un breve racconto che l’attrice offre al suo pubblico in un clima di intimità ed empatia.
Domenica 31 marzo 2019 
Juke-box delle parole a Monte Jato (S. Giuseppe Jato e San Cipirello – Pa) 
Voce narrante: Preziosa Salatino;
Guida: Giuseppe Ippolito.
Il Monte Jato, scelto come contesto per questa esperienza di teatro in natura, non è un monte qualsiasi. La sua cima è stata abitata per circa venti secoli. L’ininterrotta presenza umana dall’antichità al medioevo è testimoniata da tracce anche grandiose. Sulla cima (m 852) è un teatro ellenistico, alcune case a peristilio, opere difensive medievali, strade selciate o scavate nella roccia. Fu città indigena, forse elima, poi assunse aspetto ellenistico-romano e infine fu abitata dai musulmani di Sicilia fino al 1246 d.C., anno in cui la città fu vinta dall’assedio Federico II di Svevia e i suoi abitanti furono deportati a Lucera di Puglia. La montagna domina la valle del fiume Jato e le morbide e fertili colline del sud.
 
Preziosa Salatino è autrice, attrice e formatrice teatrale. Dal 2006 dirige, assieme al regista Emilio Ajovalasit, il Teatro Atlante.
 
Programma
 
Raduno per la partenza alle ore 8,30 in Piazza John Lennon (Piazzale Giotto) e partenza alle 8,45 per San Cipirello (Pa). Altri appuntamenti, per chi non abita a Palermo, da concordare con la guida. A piedi per uno dei sentieri che portano alla sommità del Monte. Pausa pranzo e attività teatrale in cima e ritorno alle auto seguendo un percorso diverso.
 
Scheda tecnica
 
Difficoltà: facile (un omino).
Natura del percorso: sentieri ben tracciati che riprendono gli antichi percorsi che dalle valli raggiungevano la città di Jato.
Dislivello: m 300 circa;
Lunghezza complessiva: km 5 circa.
 
Equipaggiamento:
Scarponcini da montagna e indumenti idonei per proteggersi da eventuale vento, pioggia o freddo.
 
Quota di partecipazione: €10,00.
Per la condivisione delle spese di trasporto indichiamo un contributo individuale di € 5,00.
 
Per adesioni e informazioni: Giuseppe Ippolito 3403380245;
 
Artemisia per il turismo naturalistico e culturale, via Serradifalco, 119 90145 Palermo. Mail: artemisianet@gmail.com; Telefono: 340 33 80 245

Cari camminatori e amici di Kalura, noi non ci stanchiamo mai di percorrere, lemme lemme, il territorio siculo e con piacere notiamo che anche voi incrociate con passione i vostri passi ai nostri. Questa domenica vi condurremo alla scoperta di Cava Tre Querce, un piccolo quanto affascinante canyon posto a nord-ovest di Pantalica e affluente del torrente Calcinara nel triangolo di territorio compreso tra Buccheri, Ferla e Sortino. Il percorso, interamente naturalistico e a tratti avventuroso, attraversa una parte dell’area boschiva conosciuta come Foresta Calcinara, dall’omonimo torrente che vi scorre, e rivela agli occhi del camminatore associazioni vegetali mediterranee di grande valore e bellezza. Lecci, Querce, Frassini ma anche Pini, piantumati negli ultimi decenni, si fondono con un sottobosco ricco di essenze mediterranee che lo rendono un habitat botanico a tratti ancora incontaminato. L’ombra dell’antica querceta, la “musica” dell’acqua che lenta e inesorabile scorre, i suoni della natura e i colori invernali saranno i nostri “compagni di viaggio” in questo trekking negli iblei siracusani…

Escursione ad anello di media difficoltà, per camminatori abituali e…sperti (due orme), della lunghezza di circa 6 km, su pista forestale, sentiero e fuori sentiero nel sottobosco, con dislivello max in salita che non supera i 150 mt. Presenza di guadi. In caso di abbondanti piogge nei giorni che precedono l’escursione e per motivi di sicurezza, il percorso potrebbe subire delle variazioni.

Si consiglia sempre il classico equipaggiamento da escursione giornaliera invernale: scarpe da trekking a collo alto, zaino piccolo da escursione giornaliera (capacità max consigliata 25 lt), mantellina per la pioggia o giacca impermeabile, pile o felpa, berretto di lana, acqua e pranzo a sacco…

Appuntamento per la partenza alle 8,30 in Piazza Libertà a Ragusa.
E’ richiesta la prenotazione.
Per eventuali altri luoghi e orari d’incontro vi preghiamo di contattarci per stabilirli di comune accordo.

Per maggiori info e prenotazioni:
segreteria Kalura tel 327.0069217 e-mail: info@kalura.org

N.B.: Vi preghiamo di avvisare in tempo, se dopo aver prenotato, non si avesse la possibilità di venire all’escursione. Così facendo qualcun’altro potrà partecipare al vostro posto. Grazie
Firmato Kalura