Thursday, June 27, 2019
Home / Posts Tagged "Cammini"

L’anno del Cammini in Sicilia offre un nutrito calendario di escursioni e passeggiate a partire dall’autunno ai primi dell’anno prossimo, grazie all’associazione VaicoltrekkingSicilia. Per gli amanti della scoperta di siti naturalistici non c’è che l’imbarazzo della scelta. In molti casi si tratta di escursioni che comprendono il pernottamento in b&b, pranzi al sacco e cene in ristorante.
Per prendere visione delle singole scarpinate ed escursioni è sufficiente andare sulsito www.vaicoltrekkingsicilia.com
Qui sotto, nel dettaglio, l’elenco dei siti escursionisti e icosti:

01,02 ottobre 2016 – TREKKING TRA LE VIGNE – TENUTA REGALEALI (VALLEDOLMO)

Una terra di ulivi secolari e rocce, un massiccio calcareo emerso due milioni di anni fa dal fondo del Mar Mediterraneo. Ecco un cammino all’insegna dell’avventura, della storia e dell’arte, quello in questo territorio ricco di cave, anfratti e veri e propri canyon siciliani. Questo cammino di pura gioia, in una zona vocata all’Olio di Oliva (oro verde di questo comprensorio) e alla tradizione,  dura un’intera settimana, dal 24 al 31 marzo, e attraversa i Monti Iblei, area della Sicilia assolata, scenografica e meno battuta dal turismo di massa.

Monti_Iblei2

 

Il percorso, nel pieno della fioritura di primavera, parte dallo splendido centro storico settecentesco di Ragusa Ibla – un trionfo di Barocco rinascimentale, un susseguirsi di chiese, portali, palazzi, scalinate e portoni che rapiscono lo sguardo –  e si snoda negli spettacolari e caratteristici valloni rocciosi che incidono il volto della zona (le cave), vere e proprie nicchie naturalistiche circondate da pareti a strapiombo; è un itinerario di grande suggestione, che permette di scoprire le tracce splendidamente conservate di una storia millenaria grazie a necropoli e catacombe uniche al mondo ( nella zona i resti di grandi cimiteri ipogeici della provincia, risalenti al periodo bizantino, scavate nella roccia ben tremila tombe) e di ammirare sia i resti dei vecchi mulini che la sontuosa arte barocca della Val di Noto – un gioco di forme, concave e convesse, che rende unica la zona, uno stile inconfondibile che si può ammirare nei principali monumenti delle 8 città iscritte nel patrimonio Unesco, e nell’opulenza delle forme ardite segnò la rinascita dopo un terremoto devastante -, per finire sulle spiagge ancora selvagge della Riserva naturale di Vendicari  e nel villaggio di pescatori di Marzamemi, un piccolo borgo, un gioiello di cura, un mix di tradizioni e artigianato, dalla particolare esposizione, addirittura 50 km più a sud di Tunisi.

Per info www.cammini.eu