Sunday, September 22, 2019
Home / Posts Tagged "Artemisia"

Ci segnala Giuseppe Ippolito, di Artemisia, una passeggiata alle Gole del Drago il 16 luglio. Ecco alcuni dettagli.

Il Fiume Belìce ha due origini: il Belìce Destro, che nasce dal Monti di Piana degli Albanesi, ed il Belìce sinistro, che è alimentato dalla Rocca Busambra e dal Bosco della Ficuzza.

Le Sorgenti perenni del Belìce sinistro si trovano lungo il letto del Fiume Frattina in mezzo ad una suggestiva successione di cascatelle e marmitte d’erosione fluviale. A monte delle sorgenti il Frattina ha regime torrentizio e va in secca stagionale, a valle diventa fiume e, prima di procedere tra i canneti assediati da colline d’argilla arate e coltivate a grano, forma un’ampia e profonda piscina, rifugio di tartarughe palustri, granchi, natrici, pesci e occasionalmente… di escursionisti.

Equipaggiamento

Scarponi con suola antiscivolo, scarpette da scoglio per il bagno, vestiti leggeri e costume da bagno, acqua e pranzo al sacco.

Scheda tecnica

Dislivello: m160 discesa e salita;

Lunghezza del percorso: 4km circa andata e ritorno;

Difficoltà: E (due omini), per via di alcuni passaggi attraverso fitta vegetazione e per l’irregolarità del letto del fiume.

Programma

Raduno dei partecipanti a Palermo alle ore 8.30 in Piazzale Lenno/ex Giotto. Per chi proviene da altre città raduno a Ficuzza (Corleone Pa) di fronte alla Casina di Caccia di Ferdinando IV Borbone alle ore 9.30. Proseguimento verso Corleone, SS118, fino al km 24,5. A piedi lungo la ex linea ferrata e poi a margine di campi agricoli fino al letto del fiume. Esplorazione del sito a monte e a valle, pranzo al sacco e bagno. Ritorno per lo stesso itinerario.

Per la delicatezza di questo ambiente umido chiudiamo le iscrizioni a un massimo di 15 partecipanti.

Quota di partecipazione €8;

Contributo spese di trasporto, (per chi fruisce di passaggio auto): €4;

Prenotazione necessaria telefonando o inviando un messaggio alla guida Giuseppe 3403380245.

Artemisia,

via Serradifalco, 119. 90145 Palermo, artemisianet@gmail.com www.artemisianet.it

Ma un bosco cos’è? Un luogo dove perdersi e fare strani incontri come ci insegna la letteratura fiabesca o un posto dove ricongiungersi con la natura? Di certo va rispettato, come ecosistema ambientale. “Attraversare il bosco” è attraversare diversi aspetti della nostra anima, introdursi in un altro mondo, come suggerisce quest’escursione ricca di suggestioni a cominciare dall’idea di leggere, durante la passeggiata, alcuni versi  dedicati alle querce del poeta tedesco Friedrich Hölderlin (la poesia costituirà solo un breve momento).
Il 16 aprile sarà soprattutto un’occasione per conoscere, a piedi il Bosco del Cappelliere.

Non vi resta che vivere l’esperienza. A seguire le info tecniche.

Raduno dei partecipanti alle ore 8.00 a Piazzale Giotto/Lennon a Palermo. Partenza alle 8.15 per Marineo e Contrada Quattro Finaite dopo aver lasciato un’auto al Ponte dell’Arcera. A Piedi per Gorgo del Drago di Godrano, Torre del Bosco e Piano Rineddi. Rientro previsto a Palermo per le 18.00.

Scheda tecnica:
Lunghezza del percorso: km 8 circa;
Dislivello: m200 circa in salita e m400 circa in discesa;
Difficoltà: facile;
Natura del percorso: sterrate e sentieri;

Quota di partecipazione: €8;
Contributo spese di trasporto per chi usufruisce di passaggio auto: €3;

Prenotazione necessaria telefonando alla guida o mandando una email: Giuseppe 3403380245; giuseppe@artemisianet.it;

Artemisia, per il turismo naturalistico e culturale. Via Serradifalco, 119. Palermo. www.artemisianet.it

Da Palermo, con il consueto appuntamento a piazzale Giotto (adesso intitolato al Beatles Lennon), si può partire per una piccola avventura di trekking. Se volete superare il concetto tradizionale di gita fuoriporta o picnic del Lunedì dell’Angelo, ecco una pasquetta, utile a ricongiungersi con l’amore per la natura in rinascita. Un’escursione su una delle più belle cime di Sicilia. In dialetto la chiamano “a ramusa”, il riferimento è all’intrico di rami, il significato è “quella cosa ricca di rami (d’albero)” tradotto dai “piemontesi” in Alpe Ramosa. Il torrione isolato si trova nei pressi del Bosco della Ficuzza e Rocca Busambra, a vederlo è un colpo d’occhio, un frammento di lecceta sospeso nel vuoto, circondato da altissime pareti di roccia (prediletto dagli arrampicatori). Nonostante l’aspetto inaccessibile esiste una via d’accesso, non facilissima, ma neppure troppo complicata, attarverso cui le guide di Artemisia condurvi.
http://www.artemisianet.it/ramusa.htm

Programma

Partenza da Piazzale Lennon alle 7,30 per Ficuzza e Contrada Bufarera. a Piedi per sentiero e pendio erboso fino alla Fonte Ramusa e poi Sella Ramusa, quindi per sentiero roccioso alla Rocca. Ritorno alle auto compiendo il periplo della Rocca. Per chi volesse partecipare, ma non avesse voglia di percorrere il tratto roccioso del sentiero, può aggregarsi fino alla erbosa sella ai piedi della Ciacca di Bifarera. Pranzo al sacco proprio. Rientro a Palermo previsto per le 18.00.

Quota di partecipazione €8;
Contributo spese carburante per chi fruisce di passaggio: €4;

Necessaria prenotazione telefonando a Giuseppe: 3403380245;

Scheda tecnica

dislivello: m 500;
lunghezza de percorso: km 10;
difficoltà: media, due-tre omini;
natura del percorso: sterrata, sentiero, pendio erboso, breve tratto di sentiero roccioso;

Artemisia, società cooperativa a r.l. per il turismo sostenibile e l’educazione ambientale. Via Serradifalco, 119 – 90145. Palermo. Tel. 3403380245; E-mail: artemisianet@gmail.com Sito: http://www.artemisianet.it/