Tuesday, June 25, 2019
Home / #cosedafare  / Un campo di Stele, e altre opere del Museo Salinas

Un campo di Stele, e altre opere del Museo Salinas

Questi ex voto sono stati probabilmente concepiti e realizzati per essere offerti a una divinità locale, solo in seguito assimilata a Zeus Meilichios (dolce come il miele) e associato ad una divinità femminile.

PicsArt_ Zeus ed Hera - Dal fregio orientale del tempio E di Selinunte le nozze sacre delle divinità supreme dell'Olimpo

Il Museo archeologico regionale Antonio Salinas si trova a Palermo, Piazza Olivella, 24, 90133 Palermo.

Fa parte dell’esposizione permanente il cosiddetto “Campo di Stele”.

PicsArt_04-07-03.15.21

 

Il campo di Stele è costituito da un’ampia area del parco archeologico di Selinunte e fu caratterizzato dalla presenza di centinaia di lithoi, ossia pietre di diversa forma, a volte più o meno grezze, altre volte sagomate e impreziosite da iscrizioni. Scoperte nei primi anni del Novecento, queste affascinanti e misteriose sculture sono giunte fino a noi da un lontano passato portando con sé un’aura di sacralità. Molte di esse rappresentano due figure, una maschile l’altra femminile. Sono i devoti o le divinità stesse?

Questi ex voto sono stati probabilmente concepiti e realizzati per essere offerti a una divinità locale, solo in seguito assimilata a Zeus Meilichios (dolce come il miele) e associato ad una divinità femminile.

PicsArt_04-07-03.36.05

Alcune di queste sculture portano con sé gli stilemi dell’arte greca, in altre la coppia appare stilizzata e impersonale, di gusto non prettamente greco. La storia di Selinunte suggerisce i motivi di tale disomogeneità stilistica: nel 409 a.C. cadde sotto il dominio cartaginese e queste sculture ci appaiono oggi come documento di un ambiente nel quale diverse etnie si sovrapposero e convissero.

PicsArt_04-07-03.26.43

 

Comments

comments

Review overview
NO COMMENTS

Sorry, the comment form is closed at this time.