Thursday, April 18, 2019
Home / 2019 / marzo

Vorerste provare il nordic wlaking, ma non sapete come? Ecco un’attività e insieme un mini corso di Nordic Walking che si terrà per i giardini di Villa Malfitano Whitaker. Storia della città, benessere e aria di primavera in un solo evento.
Il Nordic Walking è un’attività aerobica moderata, a basso impatto, facile, divertente, economica ed ecologica, ideale per perdere peso senza controindicazioni, che migliora la resistenza, aumenta la forza muscolare e la coordinazione.
Visita guidata gestita dalla Fondazione Whitaker. Prevede visita sia del piano terreno che del piano nobiliare. Grazie alle conoscenze storiche verranno raccontati aneddoti e particolari storici della famiglia Whitaker.
Non esitare a contattarci per maggiori informazioni.

VII Itinerario: 06 Aprile 2019 ore 9:00
Raduno presso Villa Malfitano Whitaker ingresso Via Dante Alighieri, 167
Contattaci al numero (+39) 3408645729 o all’indirizzo nordicwalkingartinpalermo@gmail.com

Se hai voglia di coniugare lo sport e la cultura e divertirti, nei prossimi week end scegli Nordic Walking Art in Palermo!

“La cultura e lo sport devono essere patrimonio di tutti gli uomini e di tutte le classi sociali”

Ri-Scopriamo la città di Palermo sotto un nuovo punto di vista, oltre che storico, avrete modo di partecipare ad un’esperienza unica nel suo genere praticando contestualmente la disciplina del Nordic Walking.

L’iniziativa prevede:
Mini corso Nordic Walking: SI
Attività Fisica: SI
Passeggiata Culturale: SI
Contributo: € 15 – Dettaglio € 7 attività Nordic Walking Art in Palermo (Per minorenni accompagnati gratuito) + € 8
(biglietteria Villa Malfitano Whitaker per visita guidata gestita dalla Fondazione Whitaker )
Numero chiuso: Max 20 partecipanti
Prenotazione: OBBLIGATORIA ATTRAVERSO MODULO
In caso di condizioni meteo avverse l’itinerario verrà sospeso.

Nordic Walking
Difficoltà Percorso: Facile
Lunghezza Percorso: Circa 2Km
Tipologia 80% Sterrato/Prato 20% Pavimenti
Pendenza: Pianeggiante
Abbigliamento: Sportivo con marsupio. NO uso zaino, tracolla o borsa

L’arte non guasta mai, perché rinunciarci? Installazioni, quadri, lampade. Nel suo locale, Valeria Lombardo, l’anima della vineria Perbacco da 14 anni, ha creato un ambiente che adesso definiremmo handcraft.

 

Le opere esposte, le lampade manichino, sono sue, ideate e assemblate a mano, appesi alle pareti, tele firmate dall’artista romano Bruno Melappioni. Molti i dettagli che vale la pena osservare, una volta superata la soglia.

Un’atmosfera informale, eppure raffinata. Il buon gusto si fonde con la buona cucina.

Ieri una serata particolare che ha registrato il pienone. Perbacco, che si raggiunge su per la salita Lo Presti, praticamente da via Atenea, è quel posto in centro, che dall’aperitivo ai panini gourmet, passando per piatti della tradizione, compresi di caponata, cous cous e pesce del giorno, innaffia tutto di buoni vini, propone dessert leggeri e preparati in cucina, e soprattutto sceglie materie di prima qualità. Dulcis in fundo, il pasto si conclude con la frutta biologica arrivata direttamente dal giardino di Valeria.

INDIEGENO FEST, il festival organizzato da Leave Music, annuncia nuovi protagonisti della prossima edizione, che si terrà dal 2 all’8 agosto nel Golfo di Patti (ME). Oltre al già annunciato CARL BRAVE, ecco gli altri artisti che saranno sul palco per Indiegeno on the beach: CANOVA, CLAVDIO, FRANCO126 e FULMINACCI daranno vita al capitolo più esuberante del festival.

I CANOVA hanno dato seguito al debut album Avete Ragione Tutti con il nuovo Vivi Per Sempre, uscito il 1° marzo. L’album, così come il precedente, non è un concept bensì una raccolta di canzoni figlie di momenti diversi e di circostanze e ispirazioni a sé stanti. Le canzoni che abitano Vivi Per Sempre oscillano tra il pop super catchy della scrittura di Mobrici e il rock ruvido ma armonioso della band milanese. Ci sono i sentimenti, le notti insonni, le rincorse, le sigarette, le bevute, le domeniche noiose, ma anche l’infanzia, la vita appunto, e la morte.

FRANCO126 porterà sul palco il disco d’esordio solista Stanza Singola, uscito il 25 gennaio. Le dieci tracce che lo compongono sono il risultato di un’evoluzione stilistica di Franco, sia nella scrittura dei testi, sia nel concepimento sonoro dei brani. Un nuovo capitolo che ha trovato linfa creativa nel sodalizio con Stefano Ceri, già al lavoro con Frah Quintale, dedito alla produzione artistica dell’album. Il risultato è un disco cantautorale contemporaneo, che si riflette con personalità nelle radici della canzone italiana degli anni settanta e ottanta. I trascorsi rap di Franco e il suo inconfondibile timbro vocale conferiscono ulteriore unicità ai brani.

Oltre agli artisti che, con i nuovi capitoli discografici, hanno confermato il successo e le qualità mostrate con i precedenti lavori, Indiegeno Fest anche quest’anno darà spazio alle nuove promesse del panorama musicale italiano, ecco quindi i primi due nomi: CLAVDIO eFULMINACCI.

CLAVDIO è la nuova scoperta di casa Bomba Dischi. Voce profonda e testi sospesi tra ironia e amarezza. Il suo brano d’esordio “Cuore” ha colpito subito nel segno entrando nel circuito radio mainstream e mietendo milioni di visualizzazioni sulle piattaforme digitali. Insieme ai singoli successivi, “Ricordi” e “Nacchere”, è stata una vera e propria rivelazione che ancora deve esprimere appieno il potenziale di Togliatti Boulevard, il suo album d’esordio in uscita il 29 marzo.

FULMINACCI, classe 1997, arriva dalla periferia romana e fa parte della famiglia Maciste Dischi. È un artista di rottura, spiazzante per la sua versatilità e per la sua brillantezza, libero pensatore e spensierato musicista come sa essere chi nasce sul finire degli anni 90, lucido, cinico e poetico come i cantautori degli anni 70.

Come ogni edizione il pubblico vivrà diverse esperienze musicali, passando dal main stage sulla spiaggia (2/4 agosto) all’intimità della riserva naturale (7 agosto), passeggiando tra le vie del centro storico (5/6 agosto) o seduti sui gradini dello storico teatro di Tindari (8 agosto)

Condivisione, passione, adrenalina. Indiegeno Fest 2019 sarà tutto questo.
#indiegenofest2019
Anche quest’anno Indiegeno Fest si riconferma partner del Primo Maggio a Roma.
Programma del festival in aggiornamento [nomi in ordine alfabetico]
2 agosto – PATTI MARINA – Canova, Clavdio, Franco 126, Fulminacci (a pagamento – biglietti in prevendita)
3 agosto – PATTI MARINA – Carl Brave & more TBA (a pagamento – biglietti in prevendita)
4 agosto – PATTI MARINA – TBA (a pagamento)
5 agosto – CENTRO STORICO DI PATTI – TBA (gratuito)
6 agosto – CENTRO STORICO DI PATTI – TBA (gratuito)
7 agosto – RISERVA DI MARINELLO – Secret Artist (gratuito)
8 agosto – TEATRO DI TINDARI – TBA (a pagamento)
line up in aggiornamento qui: www.indiegenofest.it/line-up-2019

PREVENDITE:
Tickettando: http://bit.ly/Indiegeno2019_Ticket
2 agosto Indiegeno on the beach: posto unico 23€
3 agosto Indiegeno on the beach: posto unico 23€
ABBONAMENTO 3 GIORNI (numero limitato) – Indiegeno on the beach €55,00
ABBONAMENTO 4 GIORNI (numero limitato) – Full Pack €70,00

Ricaricate le batterie, INDIEGENO FEST sta tornando!

Ufficio Stampa: ASTARTE – Cesare 348_ 7904052 | cesare@astarteagency.it

INDIEGENO FEST
FB: facebook.com/indiegenofest/
IG: instagram.com/indiegenofest/
TW: twitter.com/indiegenofest
www.indiegenofest.it | www.leavemusic.it
Mail: info@leavemusic.it

Artemisia e il Teatro Atlante insieme sul Monte Jato per unire cammino in montagna, paesaggi naturali e culturali,  poesia, parola e narrazione. Preziosa Salatino, attrice del Teatro Atlante, propone il Juke-box delle Parole, una performance interattiva in cui gli spettatori hanno la possibilità di scegliere, come si faceva con i brani musicali di un juke-box, fra diversi argomenti: Mare, Notte, Amore, Terra, Fuoco, ecc. Ad ogni argomento è associata una poesia, un canto o un breve racconto che l’attrice offre al suo pubblico in un clima di intimità ed empatia.
Domenica 31 marzo 2019 
Juke-box delle parole a Monte Jato (S. Giuseppe Jato e San Cipirello – Pa) 
Voce narrante: Preziosa Salatino;
Guida: Giuseppe Ippolito.
Il Monte Jato, scelto come contesto per questa esperienza di teatro in natura, non è un monte qualsiasi. La sua cima è stata abitata per circa venti secoli. L’ininterrotta presenza umana dall’antichità al medioevo è testimoniata da tracce anche grandiose. Sulla cima (m 852) è un teatro ellenistico, alcune case a peristilio, opere difensive medievali, strade selciate o scavate nella roccia. Fu città indigena, forse elima, poi assunse aspetto ellenistico-romano e infine fu abitata dai musulmani di Sicilia fino al 1246 d.C., anno in cui la città fu vinta dall’assedio Federico II di Svevia e i suoi abitanti furono deportati a Lucera di Puglia. La montagna domina la valle del fiume Jato e le morbide e fertili colline del sud.
 
Preziosa Salatino è autrice, attrice e formatrice teatrale. Dal 2006 dirige, assieme al regista Emilio Ajovalasit, il Teatro Atlante.
 
Programma
 
Raduno per la partenza alle ore 8,30 in Piazza John Lennon (Piazzale Giotto) e partenza alle 8,45 per San Cipirello (Pa). Altri appuntamenti, per chi non abita a Palermo, da concordare con la guida. A piedi per uno dei sentieri che portano alla sommità del Monte. Pausa pranzo e attività teatrale in cima e ritorno alle auto seguendo un percorso diverso.
 
Scheda tecnica
 
Difficoltà: facile (un omino).
Natura del percorso: sentieri ben tracciati che riprendono gli antichi percorsi che dalle valli raggiungevano la città di Jato.
Dislivello: m 300 circa;
Lunghezza complessiva: km 5 circa.
 
Equipaggiamento:
Scarponcini da montagna e indumenti idonei per proteggersi da eventuale vento, pioggia o freddo.
 
Quota di partecipazione: €10,00.
Per la condivisione delle spese di trasporto indichiamo un contributo individuale di € 5,00.
 
Per adesioni e informazioni: Giuseppe Ippolito 3403380245;
 
Artemisia per il turismo naturalistico e culturale, via Serradifalco, 119 90145 Palermo. Mail: artemisianet@gmail.com; Telefono: 340 33 80 245

Chi, quale palermitano o quale turista non si è fermato al Mercato delle Pulci? Chi non ha qualcosa in casa, una piastrella, un vecchio libro, che documenti una passeggiata proprio lì, fra quelle due viuzze, sotto gli alberi, dove sotto scorre l’antico Papireto, all’ombra della maestosa cattedrale? Palermo si condensa in quelle bancarelle, si mette in mostra, si offre allo sguardo del passante. Quelle botteguccie sempre aperte, affari a portata di mano, sbarazzi e lape cariche di ricordi da riportare in vita.

Sabato 30 marzo, dalle 10 alle 22, lo storico  accoglierà tutta la città e i turisti con una grande festa.
Musica, arte, spettacoli, laboratori per grandi e piccini, animeranno l’antico bazar di Palermo.
“Pulci Pop Market”, organizzata nell’anno in cui ricorrono i 70 anni del Mercato delle Pulci, è l’iniziativa che inaugura le attività della neonata Associazione “Mercato delle Pulci Palermo”, che ha lo scopo di rilanciare lo storico mercato e di ricordare ai palermitani che ancora esiste quel mercato che ha visto tra i suoi avventori e clienti Enzo Sellerio e tantissimi appassionati di antiquariato di tutto il mondo.
Tutelare il patrimonio culturale che rappresenta il Mercato delle Pulci, l’antica piazza commerciale dietro la Cattedrale di Palermo, significa non solo valorizzazione il percorso Arabo Normanno, ma ridare luce a un luogo di Palermo che racconta come l’arte di arrangiarsi abbia dato origine negli anni Sessanta alla passione per l’antiquariato, mutando il clima culturale di un’intera regione.

dav

dav

Sono molti gli obiettivi dell’associazione: future mostre tematiche, l’inserimento di piazza Domenico Peranni nell’offerta turistica del capoluogo siciliano e il ripristino delle antiche strutture, celebri per essere state innalzate addosso ai tronchi degli alberi di Ippocastano e di Ficus, tutt’ora presenti all’interno delle botteghe, come strutture portanti e come parte di arredamento suggestivo del luogo.
Appuntamento sabato 30 marzo, dalle 10 di mattina alle 10 di sera, durante la giornata tutte le storiche botteghe saranno aperte al pubblico.

evento facebook: www.facebook.com/events/2309863519270818
video: www.facebook.com/mercatodellepulciPA/videos/1603423713123638
info: mercatopulcipalermo@gmail.com – tel. 3495119181

PROGRAMMA
ore 11: inaugurazione ‘Pulci Pop Market’
dalle 11 alle 22: esposizione artigianato e animazioni
dalle 11 alle 17: laboratori per bambini
ore 12: Instawalk con la community di IgersPalermo
dalle 12 alle 13: Concerto dei Blue Moon (World Music)
dalle 16 alle 18. Itinerario turistico ‘Sul Papireto: Templi normanni, Borremans e il Mercato delle Pulci’ con Terradamare (su prenotazione)
dalle 18 alle 20: Arte migrante (cerchio di condivisioni artistiche)
dalle 20 alle 22: Concerto Arci Tavola Tonda (ballate)

dav

dav

Saranno presenti: gli artigiani di Alab, i ragazzi di Arte Migrante Palermo, la musica e le danze di Arci Tavola Tonda, la Cianotipia di Palermofoto.
Con il Patrocinio gratuito del Comune di Palermo, in collaborazione con la prima Circoscrizione di Palermo, Terradamare Cooperativa Turistica, SOS Ballarò, Associazione Cassaro Alto, VEDIPAlermo. Media Partner: Igers Palermo

POST TAGS:

“La Via Crucis, scritta per coro e pianoforte (o organo), è uno dei capolavori di Liszt. E chi lo conosce? Non lo conosce nessuno. Nessuno lo vuol suonare, il pubblico non lo sa neanche che esista, i direttori artistici si guardano bene dal programmarlo, perché forse costa troppo avere un coro, oppure semplicemente perché, non conoscendolo nessuno, non è popolare, non attira il pubblico e quindi il cerchio vizioso si chiude, e il capolavoro non si sente.”

Questo è il giudizio di Michele Campanella, pianista, considerato internazionalmente uno dei maggiori interpreti lisztiani, come dimostrato anche dai numerosi riconoscimenti ricevuti dalla Società “Franz Liszt” di Budapest, dal Ministero della Cultura ungherese e dalla American Liszt Society, della quale Campanella è Presidente del capitolo italiano.

Domenica 31 marzo 2019, ore 19:00

Franz Liszt, Via Crucis per coro, soli e organo

Parrocchia di San Michele Arcangelo

Via Giuseppe Sciuti 49, Palermo (ingresso da Largo S. Michele Arcangelo / Via N. Morello)

Ingresso libero
Coro Cum Iubilo

Giovanni Scalici, direttore

Giov. Battista Vaglica, organo

Pagina Facebook: Coro Cum Iubilo

Evento Facebook: Concerto del Coro Cum Iubilo – Via Crucis di Franz Liszt

Una visita guidata al Qanat arabo – persiano del “Gesuitico Alto” al Fondo Micciulla, proposta e organizzata da TACUS Arte Integrazione Cultura in collaborazione con il CAI Palermo, in programma venerdì 12 aprile.

Accompagnati dalle guide speleologiche del CAI, i visitatori potranno percorrere parte del cunicolo sotterraneo – immerso nell’acqua ad un’altezza costante di 60cm circa – dell’imponente opera di ingegneria idraulica costruita al di sotto della città, uno dei siti più affascinanti e interessanti della Palermo sotterranea,  e scoprirne storia e funzionamento: dalla conformazione delle falde del terreno e la morfologia friabile della roccia, alle tecniche di costruzione eseguite dai “muqanni”.

La visita, svolta in 3 turni (19:00 – 20:15 – 21:30), avrà una durata complessiva di 90 minuti circa. All’arrivo i partecipanti saranno dotati dell’attrezzatura necessaria da indossare all’interno dello spogliatoio.
Sarà possibile partecipare all’evento previa prenotazione obbligatoria da effettuarsi telefonicamente al 3202267975. Al momento della prenotazione sarà necessario fornire nome, cognome, luogo e data di nascita di ogni singolo partecipante necessari alle procedure assicurative obbligatorie.

N.B.: Si sconsiglia la partecipazione ai bambini al di sotto dei 10 anni
e ai soggetti affetti da claustrofobia. Si ricorda, altresì, che in caso
di mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti, condizioni
meteo avverse e/o altre ragioni organizzative, lo staff Tacus si riserva
di annullare e/o posticipare l’evento in programma dando tempestiva
comunicazione ai partecipanti.

*****************

QANAT. VISITA AL GESUITICO ALTO: Venerdì 12 aprile
RADUNO: Fondo Micciulla | ore 19:00 (turno 1) – 20:15 (turno 2) – 21:30
(turno 3)
CONTRIBUTO DI PARTECIPAZIONE: €12 (soci Tacus) – €15 (non tesserati)
comprensivo di attrezzature (stivali, elmetto e imbragatura di
sicurezza), guida speleologica e assicurazione.
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: 3202267975
LINK FACEBOOK: https://www.facebook.com/events/202197967203258/

Una visita guidata, ideata e condotta dalla dotteressa Valentina Molozzu, storica dell’arte e guida turistica abilitata, alla scoperta di Villa Giulia, uno dei più grandi e importanti giardini pubblici di Palermo definito da Goethe “il più meraviglioso angolo della terra”.

Attraverso l’interpretazione del suo simbolismo, verranno svelati i percorsi iniziatici ed i segreti della villa, pensata come luogo dove compiere per un viaggio spirituale ed esoterico, analizzandone gli  aspetti legati alla geometria ed alla numerologia. Messaggi che ogni giorno sono proprio sotto i nostri occhi ma che, talvolta, sono ancora
difficili da vedere e comprendere.

N.B.: la data e l’orario indicati sono suscettibili di variazione.
L’evento sarà confermato al raggiungimento di un minimo di 15 partecipanti. In caso di mancato raggiungimento del numero, condizioni  meteorologiche avverse e/o altre cause impreviste, lo staff si riserva  di spostare e/o annullare l’evento dando tempestiva comunicazione
telefonica agli interessati.

IL GIARDINO INIZIATICO DI VILLA GIULIA: Sabato 30 marzo
RADUNO: ingresso Villa Giulia (via Lincoln) ore 10
CONTRIBUTO: €8 (soci Tacus) | €10 (non tesserati). Il contributo si
riferisce alla quota relativa alla sola guida turistica poiché la villa
non prevede un ticket d’ingresso
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: 3202267975

POST TAGS:

Ddal 30 Marzo al 02 Aprile 2019 si terrà a Catania presso il Centro Fieristico Le Ciminiere, il Cooking Fest – Salone Internazionale dell’enogastronomia e delle tecnologie per la cucina.

Da giorno 31 marzo, i cuochi della Fic saranno protagonisti con il 30 Congresso Nazionale dal tema “Il Gusto in scena”.

Cooking Fest è il primo salone di riferimento del Sud Italia, dell’enogastronomia e delle tecnologie per la cucina, dedicato alle eccellenze del settore food, beverage, contract, retail e technology, che si terrà dal prossimo 30 marzo al 2 aprile all’interno del centro fieristico le Ciminiere di Catania (piazzale Rocco Chinnici).
L’evento è promosso da Fic – Federazione italiana cuochi, con l’organizzazione della Èxpo, azienda leader nella realizzazione di eventi fieristici, il patrocinio e la compartecipazione della Città Metropolitana di Catania e con il contributo di straordinari partner:
Cna Agroalimentare, Cna Catania e Ais.

La manifestazione si preannuncia come il salone “driver” delle nuove tendenze business, per operatori di settore, produttori, compratori e investitori, ma sarà anche il contenitore privilegiato per il pubblico dei food lovers, termometro immediato dell’esigenze del mercato, sempre più attento a cogliere e ricercare la qualità dei prodotti e comprendere le nuove tendenze.

Ad arricchire e rendere ancora più stimolante la manifestazione saranno il “Catania Wine Fest” oltre 1000 etichette in degustazione ai banchi d’assaggio, accuratamente gestite dai sommelier AIS e il “SUDrink – bar show”, il salone dentro il salone dedicato al mondo del beverage tra distillazione nazionale, masterclass e brand Ambassador.

Infine il 31 Marzo la grande festa della cucina italiana “Cibo Nostrum 2019” che, nell’occasione speciale del 30° congresso Fic, si sposterà nel capoluogo etneo. Centinaia di cuochi provenienti da tutte le parti d’Italia e dall’estero, si esibiranno alla Villa Bellini secondo una tradizione assodata, “la cucina per solidarietà