Wednesday, November 14, 2018
Home / #cosedafare  / Ortigia: l’arte a portata di Isola, in giro per Gallerie e Atelier

Ortigia: l’arte a portata di Isola, in giro per Gallerie e Atelier

Vi ritroverete in borsa un piccolo foglio, da dispiegare davanti al naso e consultare senza usare il cellulare, utile per condurvi quasi nelle menti, nei luoghi reali, fisici, in cui prendono forma le idee, di

Webp.net-resizeimage (25)

Esiste un itinerario, intitolato Percorsi d’arte in Ortigia, che è una vera scoperta. Beh, non è difficile da immaginare, ovunque si giri, a piedi, o in bici, in quest’isoletta magica, tutto trasuda d’arte, di composta e soave bellezza, di una ricercatezza e di una riflessione, in riva al mare, che la rende un posto unico.

siracusa3

Però esiste un tragitto, che unisce, come fossero dei punti o tratti di matita, dei piccoli atelier, studi d’arte, gallerie – o tutte e tre le cose insieme, insomma – fuori dagli schemi, una piccola passeggiata per l’arte, che non è un semplice “andare per monumenti”, ma piuttosto un avvicinamento, un ingrandimento del particolare come si fa con le messe a fuoco, in cui potrete conoscere e chiacchierare con i veri protagonisti del fermento creativo del centro di Siracusa.

La collaborazione fra le varie realtà si è concretizzata attraverso una mappa, cartacea, da consultare e portarsi appresso. A me, per esempio, esempio l’ha regalata l’artista Salvatore Mauro di Spazio AmMare,. Loro li ho trovati intenti a lavorare all’esposizione per la giornata del contemporaneo. C’era quel movimento, vero, genuino, che precede una mostra. Il progetto di questa mappa dei tesori, è stato curato da Benedetto Speranza, la grafica è di Paola Pradella.

Vi ritroverete in borsa un piccolo foglio, da dispiegare davanti al naso e consultare senza usare il cellulare, utile per condurvi quasi nelle menti, nei luoghi reali, fisici, in cui prendono forma le idee, di chi fa arte e vive a Ortigia. Questa è la mappa:

percorsi

Il vertice a Nord, per così dire, ovvero l’incrocio di Ortigia più antico e più sacro, è scelto come dimora d’invenzione da tre artisti. Si tratta dell ‘Art Corner Apollo, dove trovate la Leuco’Art Gallery di Stefania Pennacchio, L’Atelier Artigia che espone le opere dell’artista outsider Salvatore Accolla e l’Ortigiagraphie, in via Dione.

Nella zona Graziella trovate Davide Bramante, in via della Maestranza Paolo Morando, l’Arte Africana trova casa in via Nizza. Vicinissimi, trovate Viglienasei (al numero 6, per l’appunto di vicolo al Forte Vigliena), e spazio AmMare (di Salvatore Mauro e Anna Milano Carè), che fa angolo in via Alagona.

Poi c’è l’arte contemporanea di Giuseppe Piccione in via della Giudecca, Poliego che punta sul design a pochi passi, in via Larga, dalla stesse parti, lo studio di Ramzi Harrabi al 24 di via Giudecca, proseguendo, il pittore Andrea Chiesesi tiene il suo atelier in via Capodieci, Massimo Izzo ha il suo laboratorio gioiello in piazza Archimede, e il giro, si conclude (o comincia, vedete un po’ voi), alla galleria Quadrifoglio, in via SS.Coronati.

Che aspettate? Procuratevi la mappa e fate un giro.

 

 

Comments

comments

Review overview
NO COMMENTS

Sorry, the comment form is closed at this time.