Wednesday, November 14, 2018
Home / #cosedafare  / Ripulire il mare dalla plastica, ecco “Marine Litter”

Ripulire il mare dalla plastica, ecco “Marine Litter”

La maggior parte dei rifiuti spiaggiati lungo i litorali sono, di norma, prodotti di plastica monouso come bottiglie, stoviglie, cannucce e buste, ma sono stati anche ritrovati dei frigoriferi e delle bombole.

Webp.net-resizeimage (18)

IL mare no riesce  a liberarsi da solo da sacchetti di plastica. Serve una mano, concreta. Lungo le coste ad opera dei pescatori, con il coinvolgimento di pescherecci e l’utilizzo di attrezzi galleggianti prosegue la raccolta Marine Litter.

In particolare nelle isole Eolie, che formano un arcipelago costituito da sette isole (Lipari, Salina, Vulcano, Stromboli, Filicudi, Alicudi e Panarea), alle quali si aggiungono isolotti e scogli affioranti dal mare, i pescatori hanno iniziato a ripulire i tratti di spiaggia raggiungibili solo dal mare, raccogliendo oltre 250 sacchi di plastica nella sola isola di Vulcano. Nelle attività di raccolta sono state impegnate una ventina di imbarcazioni (sotto i dodici metri) ed una trentina di pescatori. La maggior parte dei rifiuti spiaggiati lungo i litorali sono, di norma, prodotti di plastica monouso come bottiglie, stoviglie, cannucce e buste, ma sono stati anche ritrovati dei frigoriferi e delle bombole. È previsto, infine, che i pescatori delle Eolie si alterneranno in giornate di raccolta in tutte le sette isole.

L’attività di raccolta è prevista dal PIANO D’AZIONE del FLAG «ISOLE DI SICILIA» nell’ambito del programma finanziato dal FEAMP 2014-2020 – Intervento 1.B.3.

Comments

comments

POST TAGS:
Review overview
NO COMMENTS

Sorry, the comment form is closed at this time.