Saturday, August 17, 2019
Home / #cosedafare  / Cose da vedere in Sicilia: Chiostro di San Giovanni degli Eremiti

Cose da vedere in Sicilia: Chiostro di San Giovanni degli Eremiti

Molte moschee, dopo la fine delle dominazione araba, furono trasformate in chiese. L'unione di due stili ha creato a Palermo un unicum: lo stile arabo normanno.

Webp.net-resizeimage (13)

Molte moschee, dopo la fine delle dominazione araba, furono trasformate in chiese. L’unione di due stili ha creato a Palermo un unicum: lo stile arabo normanno. Lo rivediamo riflesso nelle caratteristiche cupole di colore rosso tondeggianti, che riflettono la luce,  uno degli esempi più noti è la chiesa di San Giovanni degli Eremiti, ma altre costruzioni, viene in mente la chiesa di San Giovani dei lebbrosi, che si trova fuori le mura, hanno la bellezza di due accostamenti sovrapposti: moschea e chiesa. Il chiostro è di età normanna e risente molto dell’influenza del vicino  Palazzo Reale. Le origini dell’edificio risalgono al VI secolo; dopo essere stata trasformata in moschea durante la dominazione araba, fu ricondotta da Ruggero II al culto originario verso il 1136. Attorno al 1880, per opera di Giuseppe Patricolo, la struttura venne profondamente restaurata.

Patricolo fu scopritore di tanta parte del patrimonio monumentale della Sicilia. Il suo atteggiamento nella polemica per il rinnovamento artistico fu conservatore. Fu autore di numerosi restauri a Palermo: le chiese di San Francesco d’Assisi, San Cataldo, Santo Spirito, San Giovanni degli Eremiti, Santa Maria dell’Ammiraglio tra il 1870 e 1898 circa, a Castelvetrano invece ricordiamo il restauro della chiesa della Santissima Trinità di Delia.

il 4 novembre, grazie all’iniziativa dei beni Culturali, si potrà visitare gratis

https://www.beniculturali.it/mibac/opencms/MiBAC/sito-MiBAC/Luogo/MibacUnif/Luoghi-della-Cultura/visualizza_asset.html?id=151785&pagename=157031

Comments

comments

Review overview
NO COMMENTS

Sorry, the comment form is closed at this time.