Saturday, November 17, 2018
Home / #cosedafare  / Arco azzurro a Mongerbino: concerto degli Alenfado

Arco azzurro a Mongerbino: concerto degli Alenfado

Sabato 7 luglio, al tramonto. Un arco naturale sospeso tra cielo, mare e roccia, reso celebre negli anni '70 da una pubblicità dei Baci Perugina.

29595229_858568677659590_7020648799008420900_n

Concerto al tramonto degli Alenfado in una terrazza sul mare nella suggestiva cornice dell’Arco Azzurro di Mongerbino. Un arco naturale sospeso tra cielo, mare e roccia, reso celebre negli anni ’70 da una pubblicità dei Baci Perugina.

Sabato 7 luglio, ore 19:00

Il fado portoghese: tradizione, contaminazioni, assonanze

Geosito Arco Azzurro

Strada comunale Mongerbino-Aspra (PA)

Ingresso € 8.00

Per informazioni e prenotazioni: 3801391111

Indicazioni stradali

Per chi viene in autostrada: a Bagheria imboccare in direzione mare/Aspra il corso Baldassare Scaduto (Strada Provinciale 16bis), continuazione di Corso Butera. Alla fine del corso Scaduto girare a destra in via Francesco Paolo Perez  (Strada Provinciale 23 – litoranea). Dopo circa 1,5 chilometri girare a sinistra nella Strada comunale Mongerbino.

Per chi fa la strada via Messina Marine – Ficarazzi – via Rammacca: una volta entrati a Bagheria, girare a sinistra in  corso Baldassare Scaduto e seguire le istruzioni precedenti.

—————————————————————–

Un viaggio musicale che dalle note malinconiche del fado, nelle magiche e intense atmosfere dei quartieri di Lisbona, ci porta alla scoperta di sonorità assonanti in altre musiche popolari, attraverso la Spagna, l’America Latina e la Sicilia.

ALENFADO

Francesca Ciaccio: voce

Toni Randazzo: chitarra acustica, guitarra portuguesa, arrangiamenti

Roberto Buscetta: chitarra flamenca, cori, testi

Fabio Barocchiere: basso acustico

Angela Mirabile: percussioni, glockenspiel, cori

Mariangela Lampasona: violino
Appassionati di musica etnica, gli Alenfado si dedicano alle ricerche, musicali e testuali, di brani della tradizione del fado portoghese e della musica iberica, per rintracciare tematiche e sonorità risuonanti con le emozioni e i sentimenti di altre musiche popolari.

Il loro repertorio comprende, tra gli altri, brani riarrangiati di Amália Rodrigues, “la regina del fado”, ma anche di coloro che hanno raccolto la sua eredità, come i Madredeus, Dulce Pontes e Mariza, e che include anche brani di Cesária Évora, Las Migas e altri, ma anche brani italiani tradotti in portoghese o in spagnolo, e brani originali scritti e arrangiati dagli stessi Alenfado.

Il nome Alenfado, che in portoghese significa “oltre il fado”, indica l’intenzione del gruppo di interpretare e riarrangiare, con la propria sensibilità personale, canzoni popolari antiche e moderne, non solo portoghesi, ma anche di altre tradizioni popolari (soprattutto spagnole e dell’America Latina), salvando però il carattere e l’anima di ogni brano.

Il Fado (dal latino “fatum”, destino), canzone urbana di Lisbona, riconosciuto come patrimonio immateriale dell’Umanità dall’Unesco, è il simbolo dell’identità della città e del Paese, che racconta i sentimenti, le pene d’amore, la nostalgia e la vita quotidiana.

Collage con Mariangela II

Comments

comments

Review overview
NO COMMENTS

Sorry, the comment form is closed at this time.