Tuesday, November 21, 2017
Home / 2017 / novembre

Accompagnati da una guida autorizzata di Seecily vi proponiamo un tour sull’inquisizione. Mistero, leggende e terribili storie in un percorso alla scoprta delle carceri di palazzo Chiaramonte e delle tante storie di donne ritenute streghe e di tanti innocenti vittime dell’inquisizione spagnola.

Attraverso i disperati graffiti incisi sui muri delle celle delle carceri dell’Inquisizione, preziose testimonianze di un passato oscuro e terribile, vi racconteremo gli autodafé, i roghi e le torture di eretici e streghe, protagonisti di una delle pagine più atroci della storia della città di Palermo. Faremo rivivere personaggi a volte dimenticati, storie di uomini e donne di un lontano passato che non va dimenticato. Verrà ricostruita la storia del Palazzo Chiaramonte e saranno ricordati personaggi ad esso legato, anche prima che diventasse la sede del Tribunale dell’Inquisizione.
La terribile Inquisizione Spagnola, attiva in Sicilia dal 1500 circa al 1782, fu un tribunale di fede preposto alla repressione dell’eresia in tutte le forme. Cercheremo di capire come questo tribunale funzionava e come si svolgevano i processi, gli autodafè e le esecuzioni capitali. Ma soprattutto, vi sarà data la possibilità di scoprire in un’unica atmosfera notturna i segreti contenuti nelle celle dei “dannati”, i graffiti e le disperate preghiere incise sui muri, testimonianze uniche nel Mediterraneo, di vittime spesso innocenti: uomini di cultura, artisti, frati, suore, ebrei, moriscos, guaritrici, scienziati, avvelenatrici e presunte streghe. Vi racconteremo le storie terribili delle esecuzioni di Suor Gertrude e Fra Romualdo, l’impresa temeraria di Fra Diego La Matina, l’unico che riuscì ad uccidere il suo Inquisitore, ed ancora le terribili storie della bella suora Agueda, di Francisca, strega e veggente, di Antonietta e Caterina, donne di fora, e molto altro ancora.

APPUNTAMENTO: ore 10.00
DOVE: davanti Palazzo Chiaramonte, Piazza Marina n.61

QUOTA:13,00 euro a persona

La quota comprende:
spiegazione delle carceri e tour sull’inquisizione con guida abilitata 5,00 euro , biglietto carceri dell’inquisizione 8,00 euro.

NB: La visita guidata si effetuerà con un minimo numero di partecipanti pari a 10 pax.

Prenotazione obbligatoria :
info@infopointpalermo.com
chiamare dal lunedì al sabato mattina 091 5086622
Chiamare tuttti i giorni : 329 7263998
Acquisto biglietto presso nostra sede in via Vittorio Emanuele 351.

Tutti conosciamo Volare,  il brano scritto a quattro mani da Franco Migliacci e Domenico Modugno in verità s’intitola Nel blu dipinto di blu, è una canzone che il prossimo 2018 compirà 60 anni e continua ad essere ascoltata, amata, reinterpretata, forse perché è difficile resistere al refrain, quel Volare! Che suona quasi come un imperativo a prendere fiato e intonare la strofa insieme a lui.

belvedere2

Ecco, la sagoma in acciaio, bianca, che riproduce le sembianze di Domenico Modugno, nel pieno centro di Agrigento, in via Empedocle, sembra che lo abbia immortalato proprio in quest’istante, mentre si addentra nel ritornello di quel successo planetario: Volare! Intento ad ammirare l’azzurro del mare, un mare che amava molto e che difese, insieme ad altre bellezze del luogo. Infatti non tutti sanno che Modugno divenne, dal 1990 al 1992, consigliere comunale della città.

Sabato 18 novembre è stata inaugurato il Belvedere Domenico Modugno, presente alla cerimonia, oltre l’amministrazione comunale di Agrigento – il sindaco Lillo Firetto e l’assessore alla cultura Beniamino Biondi – il direttore dell’Accademia Michelangelo Alfredo Prado, insieme a una rappresentanza di docenti della struttura.

La sagoma è un dono alla città realizzata appositamente dall’Accademia di Belle Arti di Agrigento.

 

La cornice sarà la Chiesa di San Domenico.  Il Pantheon siciliano, la struttura barocca ricca di opere d’arte. un vero riferimento fra i monumenti della città. Lui è Silvano Rodi. Qui riecheggieranno le note del suo recital d’organo. L’appuntamenot è per sabato 18 novembre alle 19, in piazza San Domenico 1 a Palermo.

Silvano Rodi è, dal 1987, organista titolare della Chiesa di S. Devota nel Principato di Monaco ed organista onorario della Collegiata S. Giovanni Battista di Imperia – Oneglia. È ispettore Onorario del Ministero dei Beni e Attività Culturali dal 1997 al 1999, attualmente è consulente della Commissione di Arte Sacra per la tutela e restauro degli antichi organi della Diocesi di Ventimiglia – Sanremo e membro della Commission pour les orgues de la Principauté de Monaco. Dal 2002 è direttore artistico del “ Festival International Orgues Historiques des Vallées Roya et Bévéra “. Diplomatosi in Clavicembalo, Organo e Composizione organistica al Conservatorio ” N. Paganini” di Genova, sotto la guida di Alda Bellasich-Ghersi e Attilio Baronti, nel 1986 ha ottenuto al “Conservatoire National Regional Pierre Cochereau” di Nizza (Francia), il “Premier Prix d’Orgue“, specializzandosi con Renè Saorgin nell’interpretazione della musica barocca francese. Ha seguito corsi di perfezionamento con Daniel Roth e Gaston Litaize a Cremona, con Louis Gonzales Uriol e Luigi Ferdinando Tagliavini all’Accademia di Musica per Organo di Pistoia e con Reinhard Jaud all’Accademia musicale di Tortona.

 

 

 

Programma

 

 

LOUIS-NICOLAS CLERAMBAULT (1676 – 1749)

Suite du deuxième Ton

plein jeu – duo – trio – basse de cromorne – Flutes –

récit de nasard – caprice sur les grands jeux

 

 

JEAN-BAPTISTE LULLY (Firenze, 1632 – Paris, 1687)

Grand jeu en sol majeur

(Ouverture de l’Opéra ” Cadmus et Hermione ”)

 

 

JEAN-HENRY D’ANGLEBERT (Bar-le-Duc, 1629 – Paris, 1691)

Sarabande Dieu des Enfers de Mr. De Lully

Chaconne de Galatée de Mr. De Lully

 

 

MICHEL CORRETTE (Rouen, 1707 – Paris, 1795)

Pièces complémentaires pour orgue :

Les giboulées de Mars – Fête sauvage – Les amants enchantés – La prise de Jéricho

 

 

JEAN-PHILIPPE RAMEAU (Dijon, 1683 – Paris, 1764)

Ouverture (les Indes galantes, Prologue)

Air vif pour Zéphyr et les Fleurs (les Indes galantes, troisième Entrée)

Danse des sauvages, (Quatrième Entrée)

NutriSicilia nell’ambito delle sue giornate educative e salutari, propone una passeggiata domenicale per scoprire la storia gli anedotti, gli angoli nascosti della borgata marinara più affascinante d’Italia, Mondello.Vittorio Lo Jacono ci accompagnerà tra le vie di Mondello per svelarci le bellezze nascoste ed il fascino autentico, tra storia e leggende, così come le ha rappresentate nel suo ultimo libro dal titolo Mondello e “dintorni”.
Il rilassante percorso prevede una sosta aperitivo “Grani antichi e Sbriù”; al termine della passeggiata ci attende un gustoso e raffinato pranzo presso il Ristorante di Villa Esperia.

Programma dettagliato del Percorso Naturalistico e Menù del Pranzo.
Ore 9.30 Raduno davanti Villa Esperia, Viale Margherita di Savoia, 53, Mondello ed inizio percorso storico-naturalistico guidato da Vittorio Lo Jacono,
Ore 12.00 Aperitivo «Grani Antichi & Sbriù»,
Ore 12.30 Rientro a Villa Esperia per il pranzo con menù servito al tavolo:
Antipasto street food – focaccine con panelle e crocchè, sfincionello, pane cunzato, arancinette al burro, carne e spinaci. Primo : Timballetto di anelletti con tocchetti di melanzane e pomodoro con manto di melanzane.
Secondo – insalatina di nervetti con olive e sedano, Dolce: coppetta gelato
Degustazione di vini della pregiata cantina Costantino Wines
, Acqua e caffè.
AREA BIMBI

Contributo: Adulti € 20,00, Baby menù e spazio bimbi € 10,00

Info e prenotazioni cell. 3477240533

Novembre, si sa, è un mese di raccolta per il mondo agricolo. E a Pollina è tutto pronto per la 41°Sagra della raccolta delle olive, in programma domani e domenica 12 novembre nella frazione di Finale. Sabato 11, alle ore 9, gita al Bosco del Celsito per ammirare gli splendidi esemplari di ulivi secolari. La visita sarà guidata dal professore Di Noto e al termine sarà offerta una degustazione di olio novello e prodotti tipici.

La domenica, dopo la Messa, delle ore 11, in cui saranno consegnati dei ramoscelli di ulivo ai bambini nati tra il 13 novembre 2016 e il 10 novembre 2017, proseguirà con una degustazione di prodotti tipici della gastronomia locale nel Cortile Carrettieri. Nel pomeriggio, ore 15, sfilata e raduni di alcuni gruppi folkloristici invitati alla manifestazione, a cui parteciperanno i bambini di Pollina e Finale. Inoltre, da oggi e fino al 14 novembre, alla Torre del Marchese, sarà possibile visitare la mostra fotografica sul ciclo produttivo dell’ulivo a cura del professore Di Marco e di Roberto Cannizzaro. Infine, spazio anche agli alunni dell’istituto comprensivo Gagini, che durante la manifestazione potranno partecipare a un concorso grafico – pittorico sul tema della raccolta delle olive.

Da oggi, venerdì 10, e fino a domenica 12 novembre, troverete la cooperativa La Quercia Grande a Palermo alla Fiera del Mediterraneo per la 4° edizione della Fiera del Consumo Critico e degli Stili di Vita Sostenibili FA’ LA COSA GIUSTA! – Sicilia.
Il loro spazio espositivo si trova nella Sezione Turismo responsabile, sostenibile e di comunità
L’Orario di apertura è il seguente: VENERDI’ 9-22, SABATO, 10-22, DOMENICA 10-20

Ma cos’è “Fa’ la cosa giusta!”?
La fiera Fa’ la cosa giusta! Sicilia è una delle più importanti fiere italiane del consumo critico e degli stili di vita sostenibili. Nasce da un’idea della casa editrice Terre di Mezzo, che da oltre quindici anni coniuga informazione indipendente e attenzione al sociale. La fiera che si svolge da dieci anni a Milano ha visto altre edizioni, a Genova, a Trento e in altre città italiane.
Fa’ la cosa giusta!, fin dalla sua prima edizione, ha come obiettivo quello di diffondere sul territorio nazionale le “buone pratiche” di consumo e produzione, di fare incontrare offerta e domanda fra chi produce e chi offre servizi sostenibili e chi sceglie di acquistare prodotti del territorio sani e naturali.

Inoltre…
Sabato, alle ore 15, in Aula Plenaria, La Quercia Grande parlerà della loro esperienza di Albergo Diffuso, del Cammino di Santa Rosalia e di Turismo nelle Aree Montane nella Conferenza su “Turismo sostenibile e coesione sociale”.

La Coop. La Quercia Grande, vi introdurrà su questi cammini, siti e iniziative: Santo Stefano Quisquina, Parco dei Monti Sicani, Eremo di Santa Rosalia alla Quisquina, Albergo Diffuso Quisquina e Amici del Trekking sui Sicani.

Il percorso di questa escursione attraversa, nel suo tratto iniziale, la poco conosciuta Cava del torrente Mastratto, altrimenti detta Cava Paradiso, una delle più selvagge e incontaminate cave degli Iblei ragusani.
Un’occasione epr percorrerla interamente, con non poche difficoltà (è adatta a camminatori esperti), seguendo il greto del torrente fino all’altezza dell’ Urvu Luoncu, una marmitta carsica dalla forma stretta e lunga, di una piccola sorgente nascosta tra la vegetazione e di un
mulino oramai diroccato. Da questo punto il percorso procede fin su nell’altipiano ibleo dove, in una caratteristica masseria del ragusano, è
prevista la meritatissima pausa pranzo a base di ricotta calda, scacce, caciocavallo, olive, ciappe, pane di casa, prodotti tipici della tradizione locale e vino sincero. Dopo pranzo, per smaltire le calorie accumulate, si procederà sulla regia Trazzera dei Mulini fino alla cascata del Mastratto poco prima della confluenza del torrente con il fiume Irminio.

Quindi buone gambe e buon appetito sono vivamente consigliati.

Si tratta di un percorso ad anello per camminatori abituali e..sperti, abituati alle variazioni del fondo del sentiero e ai tratti di roccia e sassi (2 orme), della lunghezza di circa 12 km su sentiero e fuori sentiero, mulattiera, alveo asciutto del torrente, asfalto secondario e sterrata. Dislivello massimo in salita di 150 mt. Presenza di guadi.
In caso di abbondanti piogge nei giorni che precedono l’escursione e per motivi di sicurezza, il percorso potrebbe subire delle variazioni.

Si raccomanda il classico equipaggiamento da escursione giornaliera autunnale e cioè scarpe da trekking a collo alto, zaino piccolo (capacità massima consigliata 25 lt), giacca a vento impermeabile o mantellina per la pioggia, cappellino e/o berretto di lana, piccolo asciugamani, calze di ricambio, acqua.

Quota di partecipazione all’escursione € 10,00 (comprende servizio guida
e assicurazione) + quota per il pranzo in masseria € 11,00, bambini €
8,00

Appuntamento per la partenza alle 8,00 a Largo San Paolo, Ragusa Ibla.
Richiesta la prenotazione entro venerdì 10 novembre.
Numero max partecipanti 30

RICORDIAMO che in caso di annullamento dell’escursione per motivi legati ad
eventuali cattive condizioni meteo il pranzo in masseria verrà comunque
fatto. In quel caso sarà nostra cura avvisare telefonicamente tutti i
partecipanti circa la variazione dell’orario di appuntamento.

Per maggiori info e prenotazioni
e-mail: mailto:info@kalura.org – segreteria Kalura tel 327.0069217

N.B.: Vi preghiamo di avvisare in tempo, se dopo aver prenotato, non si
avesse la possibilità di venire all’escursione. Così facendo
qualcun’altro potrà partecipare al vostro posto. Grazie

Avete mai viaggiato in bicicletta, sapreste organizzarvi un itinerario? Scoprire le vie adatte da percorrere pestando sui pedali?

Complice il clima mite la Sicilia è un mini-continente antico e complesso che può essere attraversato in molti modi. Da qualche anno un gruppo compatto di sognatori ne sta studiando le strade più antiche per donare a tutti le Vie Francigene di Sicilia, un sistema completo di viabilità che consente di raggiungere, a piedi e in bici, i luoghi più affascinanti dell’Isola.

Da giorno 17 novembre presso il Magneti Cowork. in via Emerico Amari 148 alle 19, sarà possibile ottenere informazioni specifiche sulle Vie Francigene di Sicilia e sugli itinerari della Rete Ciclabili Siciliane grazie al nuovo infopoint gestito dalle due associazioni.

 

Addentrasi nel bosco Pisano nel comune di Buccheri, il più alto degli Iblei: tra querce da sughero, panorami mozzafiato e antiche neviere si potrà scoprire un relitto botanico del terziario: la Zelkova Sicula. Come spiega il sito del comune di Buccheri:

“La Z. sicula è considerata dalla IUCN una specie in pericolo critico di estinzione (Critically Endangered) ed è stata inserita nella lista delle 50 specie botaniche più minacciate della area mediterranea.

Esiste un progetto di recupero della popolazione relitta di Z. sicula, finanziato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e realizzato da Legambiente e dall’Istituto di Genetica Vegetale del Cnr di Palermo. Il progetto si inserisce nel contesto di Countdown 2010, la campagna di iniziative lanciata dalla IUCN per contrastare la perdita di biodiversità”.

Per la passeggiata non dimenticare di mettee nello zaino la macchina fotografica e il binocolo.
Percorso adatto a tutti ( 8 km totali) anche ai bambini.
L’escuriosne è organizzata per domenica 26 novembre 2017, cominica alle 8,30  eprosegue fino alle 17:00
Bisogna raggiungere i luoghi di riferimento con mezzi propri

Si consigliano: scarpe da trekking, abbigliamento a strati (maglia, giacca impermeabile ), acqua e pranzo a sacco.

Per iscriversi spedire messaggio alla pagina  http://www.facebook.com/etnattiva in modo da poter ottimizzare il servizio e per garantire adeguati standard di sicurezza.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: € 7,00 (per i soci); € 8,00 comprensivi della quota d’iscrizione all’associazione (per i non associati).

APPUNTAMENTO ALLE ORE 8:30 al bar Epoca di Piazza Europa a Catania; secondo appuntamento : ore:10,00 Piazza Roma a Buccheri ( SR)

Per info: Salvatore :3482502085
Francesco :3286695017