Tuesday, September 17, 2019
Home / 2017 / agosto (Page 2)

Un calice di vino, sorseggiato nelle terme? Oggi si può, in una serata di eclissi di luna.

Le Terme acqua Pia di Montevago ospiteranno la presentazione dell’ultima annata del Syrah San Domenico dell’azienda agricola La Chiusa, in una piacevole serata di luna piena tra bagni termali, vino, sapori e musica.

Il vitigno a bacca rossa che lega le sue origini leggendarie la siracusano e ad Aretusa, incontra un’altra storia che si tramanda da secoli:

Un’antica leggenda narra di Cinzio e Corinzia, due giovani pastori della Valle del Belice, che indossate le bianche vesti da cerimonia, discendevano il dolce pendio cosparso di ginestre selvatiche per dirigersi verso la fonte sacra.

Dai mille rivoli la calda e benefica sorgente sgorgava dalla terra feconda portando con il suo ininterrotto scorrere una promessa di continuità che ben trova eco nella umana aspirazione all’eternità.

Consumati i riti sacri Cinzio e Corinzia rientravano nella loro grotta portando con sé questa speranza di immortalità.

(dal sito Terme acqua Pia)

L’evento si terrà a partire dalle 20, in località acqua calde (Riserva naturale)

info: 388 777 2674

 

 

L’ultima sua trovata sono i ventagli con raffigurazioni tipicamente sicule.

Lei è Maricetta Crisanti, decorative e restauratrice pittorica che lavora principalmente sul legno ma, dice: “la mia passione è stata da sempre anche il tessuto, ho dipinto su tende, tovaglie da tavola e strofinacci particolari”. Ultimamente la Crisanti, si diceva, ha creato degli originalissimi ventagli nei quali ha dato un’impronta siciliana. “Ho marcato un po’ la mano sul colore – aggiunge l’artista – ispirandomi alle decorazioni dei carretti”. I colori che utilizza sono quelli per tessuto e l’effetto è veramente di grande impatto.

ventagli 2

L’Accademia di Belle Arti di Agrigento si apre alla città. Giovedì 10 agosto, l’Accademia Michelangelo apre i battenti ai visitatori, gli orari al pubblico saranno dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.

A svelarsi davanti ai vostri occhi numerosi laboratori di Pittura, Scultura, Decorazione e Scenografia, tutte realtà attive di quest’istituzione di Alta cultura che si trova nel cuore di Girgenti.

È previsto un omaggio ai visitatori. L’appuntamento è in via Bac Bac 7.

L’Accademia di Belle Arti “Michelangelo” di Agrigento diretta da Alfredo Prado, nella sua nuova sede inaugurata lo scorso novembre, è diventata parte del tessuto urbano della città. Attraverso i suoi percorsi formativi si possono conseguire lauree di primo livello e specialistiche

L’Accademia intende rappresentare, rivitalizzare e supportare con le sua attività un Comune importante e storicamente rilevante come Agrigento (insignita del titolo di miglior paesaggio italiano per il 2017).

accademia5

Burgio, nota come città della ceramica e delle campane, incastonata nella provincia agrigentina, dal 4 al 6 agosto 2017  sarà il teatro naturale del Dedalo Festival Tintinnabula, la rassegna offre seminari per musica e arte invisibile, in un’ottica di valorizzazione e promozione del territorio.
Burgio si trova tra le vallate delle Terre Sicane, sul declivio di una collina a balcone sulla media Valle del Sosio – Il Dedalo Festival sarà occasione per conoscere questo piccolo centro dell’entroterra agrigentino, situato a 317 metri sul livello del mare. Vi ritroverete circondati da montagne dalle cime frastagliate e gli incantevoli boschi soprattutto di macchia mediterranea. Burgio appartiene alla diocesi di Agrigento che dal 1844 è l’unica in Italia i cui confini della diocesi coincidono con quelli della provincia, è un antico borgo medievale ricco di arte, storia, cultura e monumenti, tra cui vanta numerose chiese e quattro conventi attivi fino alla legge di soppressione del 1866 e chiusi da allora. Fra questi la Chiesa Madre, dedicata a S.Antonio Abate. Qui è custodita la Madonna delle Grazie del Gagini, opera datata 1556, Madonna delle Grazie (Gagini, 1556) la Madonna dell’Itria di A.Ferraro (1596) e l’Icona della Madonna della Consolazione, del XIII secolo. Da visitare, inoltre, il Convento dei Frati Minori Cappuccini con annessa la Chiesa. In essa opere dello Zoppo di Gangi ed un interessante Museo delle Mummie.
La decime edizione del Dedalo festival sarà inoltre occasione per conoscere questo pezzetto di Isola.
Per maggiori informazioni

 Il Borgo delle Storie” , il libro nato nell’ ambito dell’ omonimo progetto, ideato da Naxoslegge, in collaborazione con  il Comune di Motta Camastra, va in tour estivo. Ricordiamo che il progetto, nato nel 2015 da un’ idea di Fulvia Toscano, consiste nell’offerta gratuita di residenza a scrittori e artisti, in una casa nel cuore del Borgo, di proprietà di Naxoslegge. Dalla esperienza dei primi nove scrittori ospiti è stato realizzato il volume Il Borgo delle Storie, contenente una prefazione del professore Filippo Grasso, dedicata al turismo nei borghi, e nove racconti, nati dalle suggestioni che gli scrittori hanno raccolto vivendo i ritmi del paese. Gli scrittori coinvolti sono: Licia Cardillo,  Giorgio d’ Amato, Marinella Fiume, Daniela Gambino, Biagio Guerrera, Clelia Lombardo, Mary Mattana, Cristina Marra, Lina Maria Ugolini. La curatela è di Fulvia Toscano.
Adesso il volume va in tour estivo, ospite di diversi borghi: il 5 a Ferla, nell’ambito di Lithos, la rassegna ideata e diretta da Carlo Muratori: giorno 8 a Brucoli nelle Terrazze organizzate dalla Associazione Sulidarte; il 21 a Savoca, nell’ ambito di Itinera, organizzato dal Comune; il 22 ritorna a Motta Camastra nel cartellone organizzato dal Comune. A settembre, il 16 per Naxoslegge 2017, il Borgo delle Storie farà tappa a Sant’Alessio da  dove sarà anche lanciato il progetto itinerante del Festival dei borghi ionici. In autunno, poi, il progetto e il libro  avranno lo splendido palcoscenico del Sabirfest di Messina, con cui, da sempre, Naxoslegge ha rapporti di virtuosa sinergia. Come afferma Fulvia Toscano. ideatrice del progetto, “Il Borgo delle Storie è un’ idea che, nata a Motta Camastra, dove continua felicemente (per ora abbiamo in residenza Rosario Palazzolo) è, tuttavia, destinato ad essere esportato. Ci sono, infatti, già, diverse richieste di realizzare questa idea in altri borghi. Questo rientra pienamente nello spirito di condivisione che, da sempre, connota Naxoslegge, come evento diffuso e condiviso”. A presto, dunque, altri borghi e altre storie, per vivere e raccontare l’ anima più autentica dei luoghi.

Sono i Baustelle, popolarissima band dell’indie-rock italiano, gli “ospiti a sorpresa” di mercoledì 2 agosto, terza e ultima serata di “Luce del Sud”, la rassegna pensata e organizzata da Franco Battiato – in collaborazione con il Comune di Milo – che, da oggi, lunedì 31 luglio e fino al 2 agosto, ha invitato sull’Etna amici-artisti nonché autorevoli interpreti della musica italiana d’autore che spesso hanno intrecciato la loro carriera con quella del cantautore e compositore di Riposto.

Della misteriosa identità dei “Secret Special Guests” aveva parlato, durante la presentazione alla stampa, lo stesso Battiato, deus ex machina di questa grande operazione dedicata alla musica italiana d’autore. E tra le sorprese di “Luce del Sud”, oltre ai Baustelle – con alcuni brani dell’album “L’amore e la Violenza” cui è dedicata l’omonima tournèe da mesi sold out nei teatri italiani – figura anche Franco Battiato che si esibirà per due serate: martedì e mercoledì.

Dopo il concerto del 1 agosto – dove figura da tempo in cartellone con Emma e Luca Madonia, –  Battiato concederà un bis al pubblico di Milo mercoledì sera, 2 agosto, nella serata dedicata ad Arisa, Etta Scollo, Juri Camisasca e Vasco Brondi.

Stasera, lunedì 31 luglio, Luce del Sud apre i battenti alle 21.30 con Carmen Consoli e i suoi “echi di sirene”, seguiranno il pianista e compositore Roberto Cacciapaglia, il trionfatore di Sanremo Francesco Gabbani e due voci talentuose della musica italiana contemporanea che condividono i natali in Sicilia: la nissena Miele e la catanese Gabriella Grasso.

 

NOTA DI SERVIZIO

Due i botteghini per accedere nell’anfiteatro di Milo. Per acquistare biglietti/abbonamenti è a disposizione la cassa dell’ingresso nord. Per chi deve ritirare biglietti ticketone o accrediti c’è la cassa adiacente il parcheggio (a sud).

 

Prevendite su www.ctbox.it,  www.circuitoboxofficesicilia.it e www.ticketone.it.

Poltronissima € 28,80 – Gradinata numerata € 23,00 – Gradinata non numerata € 17,30

Abbonamento alle tre serate per rispettivo settore € 55 – € 44 –

POST TAGS:

L’uncinetto fa il giro del mondo grazie all’iniziativa Crochet Itinerante.

Siamo giunti alla terza edizione e questa volta il progetto si chiama ‘Un tetto di stelle’. Il tutto è partito anni fa da Palermo e ha toccato tantissime città italiane, fino ad approdare a New York dalla scienziata Daina Taimina che ha dato i natali all’uncinetto iperbolico e che recentemente è stata ospite nel capoluogo siciliano.

tetto stelle 1

Adesso, si diceva, eccoci al terzo appuntamento che prevede una grande distesa di crochet blu, azzurro, adornata di stelle. Ha iniziato Simonetta Russotto da Palermo (nostra collaboratrice di punta!) che ha passato la staffetta a Francesca Sabba di Foggia,  la grande coperta che somiglia ad un cielo stellato è poi passata da Arezzo, Sara Bianchini ha proseguito il lavoro inserendo nel suo contributo dei punti luce in cristallo. E dopo la Toscana è stata la volta del Piemonte; proprio a Torino infatti Chiara Bolani ha continuato magistralmente l’opera, creando sul manto delle singolari stelle in tessuto di jeans.

Adesso Crochet Itinerante potrebbe ritornare a Palermo da un folto gruppo di artiste che recentemente è stato protagonista di una mostra di manufatti iperbolici in onore della visita della dottoressa Taimina. A tal proposito dice la palermitana Patrizia Autore: “Io ho un bel tralcio con fiori iperbolici che potrebbe essere ultimato per ottobre”.

tetto stelle 3

Intanto vi mostriamo alcune foto dello spettacolare lavoro che va avanti da oltre un anno e che noi di Cose da fare in Sicilia abbiamo seguito e continueremo a seguire.