Saturday, June 24, 2017
Home / #cosedafare  / Il Corso: diventare Guida dei Cammini della Magna Via Francigena di Sicilia

Il Corso: diventare Guida dei Cammini della Magna Via Francigena di Sicilia

Fino al 27 maggio, aperte le iscrizioni al percorso, gratuito, di formazione,

cammini

Sono aperte le iscrizioni per partecipare al corso di formazione gratuito per diventare Guida dei Cammini sul percorso della Magna Via Francigena di Sicilia, un itinerario di circa 160 km lungo l’asse Agrigento-Palermo attraversato per millenni da pellegrini e viaggiatori in età bizantina, islamica e alto medievale e il cui primo cammino inaugurale si terrà il 18 giugno (info su www.magnaviafrancigena.it).

Il percorso di formazione intensivo ha l’obiettivo di fornire tutti gli strumenti utili alla preparazione delle guide turistiche che avranno parte attiva nel progetto promosso dal Comune di Castronovo di Sicilia e dal partenariato diffuso di tredici Comuni, dalla diocesi di Agrigento e con il supporto dall’associazione Amici dei Cammini Francigeni di Sicilia.

Il corso, ad accesso libero ma limitato nel numero a 25 allievi, avrà una durata complessiva di due settimane (dal 29 maggio al 15 giugno, con lezioni per 5 giorni alla settimana dal lunedì al venerdì, 8 ore giornaliere) ed è rivolto a guide escursionistiche e operatori del settore turistico. È possibile iscriversi compilando il modulo al link https://goo.gl/j89frb entro il  27 maggio 2017 alle ore 12: i partecipanti, selezionati tra i primi 25 iscritti, riceveranno durante la stessa giornata una conferma via e-mail di avvenuta iscrizione ufficiale.

La prima settimana di formazione si svolgerà presso l’aula consiliare del Comune di San Giovanni Gemini, mentre la seconda settimana presso l’aula consiliare del Comune di Cammarata. Dal punto di vista dei contenuti, il corso verrà suddiviso in specifici moduli tematici per garantire una formazione completa e di ampio spettro. Grande attenzione verrà inoltre riservata alla specifica problematica dei servizi di supporto destinati ai diversamente abili: verranno attenzionate le criticità legate alla percorribilità delle tratte per tipologie di handicap e la specifica formazione degli operatori, che dovranno operare non soltanto da guide professionali, ma quasi da accompagnatori socio-assistenziali. 

  • Modulo Storico/Contenutistico (25 h. tot)

Argomenti principali

  • Elementi di Storia del cristianesimo e Storia medievale 
  • Elementi di Storia della Sicilia
  • Elementi di Geografia storica
  • Metodologie e tecniche del censimento standardizzato delle informazioni storiche, culturali e logistiche (punti di interesse) dei Cammini
  • Modulo Accoglienza\Escursionismo (30 h. tot.)

Argomenti principali

  • Tecnica del turismo
  • I segmenti della domanda di settore (il turismo religioso, il turismo natura, il sentierismo, il turismo trekking, ecc.)
  • Segnalazione e fruizione dei percorsi (differenziazione fra rotta  principale/rotte secondarie/rote alternative; segnaletica; sicurezza, controllo e manutenzione dei sentieri; punti sosta/ punti ristoro/punti rifornimento, ecc.)
  • Modulo Socio-Assistenziale (25 h. tot.)

Argomenti principali

  • Patologie invalidanti, disabilità, handicap fisici e psichici
  • Psicologia della disabilità e della riabilitazione
  • Elementi di Primo soccorso
  • Accessibilità / usabilità del Cammino e di tutti i servizi collegati (analisi di dettaglio delle tratte e delle criticità potenziali)

Il corso di formazione in programma è una delle attività utili al miglioramento degli standard di qualità nella fruibilità dei Cammini. In particolare è stato adottato come documento “guida” il “Vademecum della Qualità dei Cammini” che sancisce alcune norme fondamentali per garantire un livello di qualità standard dei percorsi religiosi, lavorando in sinergia con enti qualificati e prestigiosi come il Touring Club Italiano, l’Università Bocconi, l’Università IUAV di Venezia, l’Università di Siena e con le Associazioni di categoria. Tutte le azioni previste dal presente progetto sono dunque state ideate e saranno realizzate seguendo le linee guida espresse all’interno di tale vademecum, al fine di garantire un maggiore livello nella qualità del prodotto turistico dei Cammini per l’utenza, ma anche per perseguire l’ottenimento dello “European Heritage Label” o “Marchio del Patrimonio Europeo”.

Comments

comments

Review overview
NO COMMENTS

Sorry, the comment form is closed at this time.