Sunday, September 15, 2019
Home / 2017 / aprile (Page 3)

I fari sono costruzioni luminose e affascinanti, immensi ciclopi dialogano attraverso i fasci di luce e segnalano le insidie del mare e le rotte giuste ai naviganti. Sono costruzioni di riferimento, che rinfrancano e danno sicurezza complice la capacità di dominare gli elementi naturali.

L’amministrazione comunale di Licata, grazie alla collaborazione con il comando MARIFARI territorialmente competente, comunica che sarà nuovamente possibile visitare i locali interni del faro San Giacomo di Licata e ammirare il Belvedere dalla cima – da qui si domina tutta la costa da est ad ovest, con un panorama mozzafiato – nelle date:

Sabato 15 aprile e sabato 6 maggio

Dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 18.00

Il faro è uno dei simboli del paese, la visita diventa un motivo in più per partecipare al pacchetto di soggiorno promosso dal Comune: Licata Weekend Go.
A questo link tutte le info. http://www.licatainrete.it/

La prima Randonnée ciclistica della provincia di Palermo si è tenuta nel marzo 2016. Un’occasione unica di sport, natura e cultura. Il cicloturismo in Sicilia scopre una nuova realtà, pedalare tutti insieme, conoscere  riconoscere la bellezza del paesaggio del circondario.

La randonnée non è una gara, ma una lunga pedalata in compagnia, che sicuramente necessita di impegno e di passione per la bicicletta, ma offre un nuovo punto di vista sul mondo, anche senza essere atleti.

La seconda Randonnée Palermo si terrà il 15 prile. Il percorso si sdoppia oltre alla classica 200 km offre la novità della 300 km, per veri randagi.

Al Teatro Massimo, in Piazza Verdì, da venerdì 14 aprile alle 16:00 fino alla notte di Sabato 15 animazione ed eventi presso il Rando Village. Intrattenimento, animazione, gelati, integratori e tanta buona musica.

Eco, una sintesi del programma:

i parte dal Teatro Massimo di Palermo, il più grande edificio teatrale lirico d’Italia, e uno dei più grandi d’Europa, terzo per ordine di grandezza architettonica dopo l’Opéra National di Parigi e la Staatsoper di Vienna). Si attraversa la città passando dalla Cattedrale e Palazzo dei Normanni (il piu antico parlamento d’europa) , si esce da Porta Nuova (limite lato entroterra della città antica) per dirigersi verso la rocca di Monreale che con il suo Duomo sovrasta la Conca D’Oro, si continua a salire attraversando il paese di Pioppo e si arriva dopo 25 km dalla partenza al punto più alto della Randonneè a metri 670 di altezza (località Ponte di Sagana); si scende attraverso la ss186 in una stretta valle che dopo pochi km si apre sul golfo di Castellammare sovrastando i paesi di Borgetto, Partinico e proseguendo in pianura sulla SS113 per Alcamo.

Da qui parte la strada del vino attraverso morbide colline con filari sterminati fino ad arrivare, in salita allo scenario tristemente suggestivo dei paesi devastati dal terremoto del Belice del 1968 con i ruderi di Poggioreale e a seguire il famoso Cretto di Burri che altro non è che la perfetta riproduzione della pianta urbana della Gibellina originale(distrutta appunto dal terremoto),espressa nella più grande opera d’arte del mondo.

Info al sito http://www.randonneepalermo.com/

Torna il festival dedicato all’erranza. Nostos, sarà, vista la sua natura un fesival itinerante che toccherà più luoghi fisici e mentali.

“Nostos”, il corrispondente greco di “viaggio”, origina la parola “nostalgia”, quindi dolore, mancanza; infatti esso non va inteso soltanto come un qualcosa di concreto e realistico, ma anche insenso simbolico di desiderio, tensione di conoscenza e di ricerca e – viceversa – di distacco, di esilio, di perdita, di allontanamento da sé e dalle cose più care. (Da Cactus e pallocino)

Naxoslegge e Soroptmist Club Val di Noto in collaborazione con Comune di Noto, Distretto Turistico del Sud-Est, Archivio di Stato di Noto, I.I.S. Matteo Raeli di Noto, Liceo Caminiti di Giardini Naxos, Archeoclub di Noto, di Siracusa, di Naxos- Taormina-Valle Alcantara, Museo dei Viaggiatori in Sicilia e Casa Museo Antonino Uccello di Palazzolo Acreide, Festival del Paesaggio, Tolkeniano Collection 1996-2016, Associazione collezionisti Tolkeniani italiani-Smial della Tolkenian Society e con il contributo di Masseria Costanza a Tenuta di Vendicari, Roma100 Libreria del Teatro – Ortigia, Liber Libri, Marpessa, Trattoria Ducezio, Ristorante Liberty, Geranio Sicilian food and drink, Cantina Modica, presentano la II Edizione di Nostos. Festival del viaggio e dei viaggiatori e la Cerimonia di consegna del Premio ai Custodi della Bellezza intitolato a Khaled Al-Asaad.
PROGRAMMA
GIOVEDÌ 20 Aprile, Riserva di Vendicari
Masseria Costanza a Tenuta di Vendicari
ART OUVERTURE
ore 19.00 “Navigando la terra con spirito di mare” omaggio di Luigi Camarilla
PRESENTAZIONE DI NOSTOS 2017
(su invito)
VENERDI 21 Aprile, Noto
I.I.S. Matteo Raeli
ore 10.30 – “Viaggio nelle Terre di mezzo”. Omaggio a Tolkien nel cinquantennale della pubblicazione dello Hobbit.
Saluti del Dirigente Scolastico, Concetto Veneziano, interviene Oronzo Cilli – Coordinano Cinzia Spatola (Soroptmist Club Val di Noto) e Fulvia Toscano (Naxoslegge)
ore 12.00 – “Tradurre il Viaggio” – Presentazione del progetto “Per Interposta Persona” a cura delle classi IIIAL, IIIAS, IVAS del Liceo Caminiti di Giardini Naxos
Coordinano Roberto Litteri e Carmelina Longo (Liceo Caminiti di Giardini Naxos) con la supervisione di Mariavita Cambria (DICAM-UniMe)
Archivio di Stato
ore 16.30 – Saluti del Direttore, Concetta Corridore
Presentazione del libro “Tolkien e l’Italia” (Il Cerchio Editore) con la prima traduzione italiana del Viaggio in Italia dell’autore. Con il curatore, Oronzo Cilli, intervengono Marinella Fiume (scrittrice e Pres. Soroptmist Club Val di Noto) e Fabio Granata (Dir. Distretto Turistico del Sud-Est). Coordina Fulvia Toscano (Dir. Art. Naxoslegge)
Per l’occasione, in collaborazione con Associazione Collezionisti Tolkeniani italiani, sarà proposta l’Esposizione
“In viaggio con Tolkien. Tra fumetti e cartoon” a cura di Oronzo Cilli.
SABATO 22 Aprile – Palazzolo Acreide
In viaggio per i Musei del Sud-Est
ore 10.30 – Visita Guidata al Museo dei Viaggiatori in Sicilia a cura del Direttore Francesca Gringeri Pantano
ore 12.00 – Visita Guidata alla Casa Museo Antonino Uccello a cura del Direttore Lorenzo Guzzardi

Noto
Palazzo Nicolaci
ore 16.30 – Presentazione del libro “In viaggio tra Mediterraneo e Storia” (Edizioni di Storia) di Carlo Ruta e Sebastiano Tusa. Con gli autori, intervengono Fabio Granata e Lorenzo Guzzardi.
ore 18.30 – Custodire la Bellezza nelle Terre del Sud-Est
Saluti del Sindaco del Comune di Noto, Corrado Bonfanti, e dell’Assessore alla Cultura, Sabina Pangallo
Conversazione con Ray Bondin (Unesco), Fabio Granata (Distretto Turistico Sud-Est), Lorenzo Guzzardi (Casa Museo Antonino Uccello), Costanza Messina (Distretto Culturale Sud-Est, Festival del Paesaggio), Sebastiano Tusa (Soprintendenza del mare, Regione Siciliana). Coordina Fulvia Toscano
ore 20.00 – Cerimonia di consegna del Premio “Custodi della Bellezza” intitolato a Khaled Al-Asaad
Sarà insignito del Premio, alla memoria, Enzo Maiorca, alla presenza della famiglia e delle autorità
Interverrà il Maestro Turi Azzolina, artefice del premio

Torna la primavera, la Chiesa della Badia di Sant’Agata e l’Associazione Culturale Etna’ngeniousa si preparano all’estate proponendo degli incontri dedicati ai più piccini. Dopo le letture animate sulla leggenda di Colapesce che hanno allietato le domenica estive di bambini e adulti bambini dentro, il Ivan Rizzotto, alias Conte Ivanof, il Conte Cantastorie, torna con tre immancabili appuntamenti 3 sabati, 3 incontri caratterizzati da cultura, lettura e tanto divertimento.
Ogni appuntamento un laboratorio ludico- didattico che, partendo dalla lettura animata di un libro illustrato legato alla leggenda o al tema del mare, si concluderà con attività giocose e creative.
Mito, leggenda, o forse anche un po’ di realtà? Già, perché c’è un mostro che si aggira nel nostro mare: sarà Scilla, Cariddi, o un altro, molto più “umano”?
Dalla storia prenderanno vita dei laboratori pensati per entrare meglio nel tema della storia e per conoscere e interpretarne i personaggi.
Per giocare e inventare, costruire momenti creativi che coinvolgano i nostri piccoli grandi protagonisti: in un’esperienza di Gioco-Teatro e momenti musicali.
ivan_Rizzotto
 
Il percorso, si svolgerà attraverso 3 incontri di narrazione:
• Primo incontro – Sabato 8 Aprile ore 17.30 “Il mito di Scilla e Cariddi” – Lettura animata più laboratorio di Gioco-Teatro sulla figura di Scilla
• Secondo Incontro – Sabato 22 Aprile ore 17.30: “Da una sponda all’altra” – Lettura animata più laboratorio di Gioco-Teatro sulla figura di Cariddi
• Terzo incontro – Sabato 6 Maggio ore 17.30: : “Ulisse ci riuscì” – Lettura animata più laboratorio di Gioco-Teatro sulla figura di Ulisse in relazione al mito.

Primo incontro – Sabato 8 aprile ore 17.30
“Il mito di Scilla e Cariddi”

Lettura animata più laboratorio di Gioco-Teatro sulla figura di Scilla

CON Il Conte Ivanof, il conte Cantastorie

Ogni incontro prevede:
• Accoglienza e presentazione del Conte Ivanof, il Conte CantaStorie
• Drum circle: momento di interazione musicale tra i partecipanti
• Canzone del Conte “Anche adesso corro via” e introduzione alla lettura
• Lettura animata
• Giochi teatrali, musicali, di movimento

Partecipazione consigliata ai bambini dai 5 ai 10 anni

Contributo di 6 Euro

Previste agevolazioni per coppie fratelli/sorelle e per la partecipazione a tutti e tre gli incontri.

Per informazioni e prenotazioni :

Il progetto di Marevivo “Delfini Guardiani”, sostenuto dall’Area Marina Protetta “Isole Egadi” e dal Comune di Favignana, ha fatto tappa alle Egadi nei giorni scorsi, per accompagnare i giovani studenti in un percorso di conoscenza del territorio, guardando alla natura, alla cultura e alle tradizioni isolane. L’obiettivo è la sensibilizzazione dei ragazzi che, attraverso laboratori a cielo aperto, lezioni ed esercitazioni, vengono guidati verso una maggiore consapevolezza dell’importanza della tutela dell’ambiente e della salvaguardia dello straordinario patrimonio che caratterizza il territorio del Mediterraneo e le isole minori i particolare, i cui giovani, spesso a causa delle difficoltà legate ai trasporti e al costo che comporta lo sviluppo di attività trasversali al loro percorso scolastico, finiscono per godere di minori opportunità rispetto ai loro compagni della terraferma. Spaziando dalla spiaggia al mare, alla montagna, all’incontro con i pescatori, con gli anziani artigiani e con le autorità, per le strade e i sentieri, tra le acque cristalline e le rocce, l’ambiente diventa lo strumento per conoscere ed apprendere, ma soprattutto per imparare le regole di un comportamento rispettoso che alla fine del percorso consentirà loro di acquisire l’attestato di “delfino guardiano”.

delfini2

Il 27 marzo si è svolto a Marettimo un incontro con gli alunni delle classi terza, quarta e quinta dell’Istituto Comprensivo “Rallo”. I piccoli “delfini” hanno svolto attività di sensibilizzazione ambientale, incentrate su due temi: i tempi di biodegradabilità dei materiali antropici e naturali; il ritorno della foca monaca, specie protetta ritornata dopo 40 nelle acque delle Egadi. Quindi, gioco di simulazione sulle insidie che vivono in mare delfini, tartarughe e foche.

delfini3

Il 28 marzo, a Favignana, gli studenti hanno visitato un giardino ipogeo ricavato in una vecchia cava all’interno del paese, quindi la Cava Sant’Anna, guidati dal Sig. Emiliano Milanesi, collaboratore del Comune e esperto delle cave, che ha raccontato e illustrato con foto storiche l’epopea e gli aneddoti sulla dura vita dei “pirriaturi”, i mastri lavoratori della calcarenite (il “tufo” di Favignana). Al termine i “delfini” hanno realizzato fumetti e poesie guidati dagli operatori Marevivo.

Il progetto ‘Delfini Guardiani’ è sostenuto e finanziato oltre cha da Marevivo, anche dall’Area Marina Protetta “Isole Egadi”. Le attività si concluderanno alla fine di maggio.

delfini4

Dal Barocco all’antico Bohemien, dallo Shabby al Luxury, le principali tendenze del design e del fashion, influenzano il mondo della decorazione floreale, un hobby per rendere accoglienti le proprie case e una professione per rendere speciali gli eventi e i matrimoni. Da mercoledì 5 a domenica 9 aprile, Villa Boscogrande di via Tommaso Natale, 91 ospiterà “Wedding Style”, una rassegna dedicata all’arte floreale, con esperti del settore che illustreranno tecniche e segreti di stile. Le lezioni di floreal design saranno tenute dai palermitani Giovanni Brancato e Giocchino Vitale, dal catanese Rosario Alfino, da Pasquale Sostini da Caserta e, da Mosca, Anastasyia Afanasieva.
wedding1
Sabato 8 aprile, alle ore 21, Gran Galà floreale con una cena barocca, diretta da Natale Di Mariagestore di Villa Boscogrande, che si concluderà con la presentazione di una cassata siciliana a tema, realizzata dal maestro pasticcere Salvo Albicocco. Domenica 9 aprile, infine, mostra aperta al pubblico, dalle 10 alle 20,00, con tutte le creazioni realizzate dai professionisti di Wedding Style. Saranno basate su quattro temi, lo “Shabby”, che fa rivivere vecchi oggetti a nuova vita, con voliere e vecchi lampadari che diventano basi per deliziosi i progetti floreali; il “Barocco”, tipico siciliano, dove l’opulenza e la ricchezza di materiali e tessuti usati è al suo apice; il “Boho chic” che trae ispirazione dall’antico bohémien del 1800, dallo stile gitano; e, infine, il “Luxury”, fredda e moderna eleganza con un tripudio di scintillii, colori freschi, argenti, Swarovski e cristalli.

Accanto ai fiori la moda con l’esposizione degli abiti di Giodana Spose in linea con i quattro temi di Wedding Style. L’evento sarà seguito anche da Turista a Palermo, guida gratuita patrocinata dal Comune di Palermo dell’editore Francesco Andolina e dal fotografo ufficiale della manifestazioneSerafino Geraci.
www.facebook.com/lenuovetendenze

A grande richiesta, torna il 9 aprile la marcia sui sentieri della Campobellezza.
Ripercorreremo la trazzera tra la miniera abbandonata di Passarello e la conformazione rocciosa de “li Vaneddri”, luoghi dove si è fatta la storia, terreni calpestati da arabi, greci e stivali militari della seconda guerra mondiale. Racconteremo di zolfo e battaglie epiche, tra una risata, una canzone e un assaggio dei frutti della nostra terra.
Il pomeriggio attraverseremo il centro storico di Campobello di Licata, raccontandone le origini e la storia e concluderemo il nostro tour alla Valle delle Pietre Dipinte nel parco della Divina Commedia. Unico parco tematico al mondo dedicato alla più famosa opera del sommo poeta, Dante Alighieri.
Per info e prenotazioni chiamate il numero: 3206340902

Programma:

h 8.30 Raduno a Campobello di Licata (AG) in via Edison, presso il bar Vinci
h 9.00 Partenza per la miniera abbandonata di Passarello, punto di inizio del tour
h 9.30 Parcheggio nel mezzo del villaggio abbandonato di Passarello, dove riceverete una “truscia” misteriosa e inizieremo il nostro percorso a piedi. Lungo la passeggiata saranno tollerati selfie e instagram vari per immortalare i bellissimi paesaggi delle colline campobellesi e sarete accompagnati dai nostri racconti di battaglie, miti e leggende
h 10.30 Arrivo presso il promontorio delle “Vaneddri”, particolarissima struttura rocciosa naturale, dove vi racconteremo quali ricchezze cela questa terra. Successivamente degusteremo insieme il contenuto della “truscia” – una merenda a base di prodotti della terra
h 12.30 Pranzo presso il Baglio della Famiglia Amato, con la formula “arrusti e mangia”, dove degusteremo insieme tante bontà della nostra terra.
h 15.00 Rientro in paese.
Visita guidata centro storico di Campobello di Licata con lunga passeggiata digestiva e approfondimento storico e artistico, tra chiese, piazze e monumenti, scoprendo leggende, aneddoti e curiosità sulla complessa storia del paese
h 17.00 Visita del “Parco della Divina Commedia”, un parco letterario di 110 monoliti in travertino che raccontano l’opera più famosa di Dante Alighieri, appunto la Divina Commedia.
h 18.00 Fine Tour

Per prenotazioni, chiamare il numero 320 6340902
Il costo per la partecipazione è di 15€ a persona (pranzo compreso).

Ad aprile, il pianeta Giove si presenta visibile nei cieli con tutta la sua maestosità e in occasione di questo appuntamento astronomico, Sabato 8 aprile 2017 dalle ore 18:00 alle ore 24:00 il Planetario di Villa Filippina (Piazza San Francesco di Paola, 18) e la Extroart, renderanno omaggio con una Notte Bianca, al fisico, astronomo e filosofo pisano: Galileo Galilei.
Un doppio appuntamento da non perdere, perché oltre a poter osservare Giove, il più grande dei pianeti del nostro Sistema Solare, sarà anche possibile mirare la Luna.

Una notte, ricca di attività sia per grandi che per i più piccoli. Con delle zone dedicate alla ludoteca e accoglienza. Il programma prevede di far rivivere i primi momenti in cui l‘astronomo italiano, con l’utilizzo di un elementare cannocchiale, cambiò totalmente l’approccio allo studio del cielo e dell’Universo, e oggi, dopo quattro secoli, e i notevoli sviluppi tecnologici siamo in grado di scoprire e osservare nuovi sistemi planetari, spinti proprio dalla sua intuizione e dal suo coraggio.
Nella notte delle osservazioni, così come allora nel cielo, si ritroveranno la Luna e Giove come Galileo li traguardò per la prima volta, scoprendo rilievi, valli ed i crateri che si trovavano sulla Luna e i 4 principali satelliti i che ruotano intorno algigante del nostro Sistema Solare.

Un viaggio fantastico, indietro nel tempo ripercorrendo la sua meravigliosa esperienza proiettata nel futuro.
Il Planetario si aprirà al pubblico a partire dalle ore 18,00 con un percorso dedicato ai bambini dai 5 ai 10 anni, con una breve introduzione sulla Luna e Giove, e a seguirei piccoli “astronomi” saranno impegnati in un laboratorio, colorando due grandi sfere, in cartapesta realizzate appositamente per l’evento, che rappresenteranno i due corpi celesti.
Subito dopo, inizierà un percorso all’interno del Museo della Scienza e della Terra con uno spettacolo 3D (circa 30 minuti, che si ripeterà ogni ora), permettendo al pubblico di condividere le scoperte di Galileo, viaggiando tra i crateri e la superficie della Luna e guardando da vicino il sistema di Giove e delle sue Lune.
Nell’area esterna, del chiostro di Villa Filippina, saranno disponibili diverse postazioni con dei potenti telescopi che saranno puntati sul nostro satellite e sul pianeta Giove nel suo periodo di massima osservabilità, con possibilità di fotografare i corpi celesti con l’uso di camere reflex o semplicemente con il proprio Smartphone.
Eccezionalmente, per l’evento, una postazione sarà dedicata, a chi vorrà guardare con gli “occhi di Galileo”, infatti sarà disponibile una ricostruzione identica di cannocchiale galileiano, lo stesso che nel 1609, diede la possibilità di osservare per la prima volta la Luna e Giove, un tuffo nel passato, per riprovare le stesse emozioni di Galileo Galilei.
Grazie alla collaborazione con Astroshop sarà possibile provare il visore di realtà aumentata Universe 2GO, che con una App scaricabile gratuitamente sul proprio Smartphone, mostrerà tutti i segreti della volta celeste.

Il laboratorio sarà a numero chiuso (30 bambini) con prenotazione obbligatoria, a cui sarà permesso anche l’accesso allo spettacolo 3D, previsto delle ore 19:00 al Planetario

Programma:
Ore 18:00 Laboratorio per i bambini (prenotazione obbligatoria)
Turni al Planetario
Ore 19:00/ore 20:00/ore 21:00/22:00 (si consiglia la prenotazione)
Laboratorio bambini € 5,00.
Ingresso Planetario: adulti € 5,00 – Bambini dai 5 ai 10 anni € 3,00
Per info e prenotazioni: 328 3669549 / 347 5374646 (o inviando sms al 3397152542) planetariopalermo@gmail.com – www.planetariovillafilippina.com