Thursday, November 23, 2017
Home / #cosedafare  / Un Murales (creato con i bambini) per colorare un quartiere: succede a Ballarò

Un Murales (creato con i bambini) per colorare un quartiere: succede a Ballarò

Una domenica di fiabe, racconti, letture e disegni.

murales1

testa

Domenica 5 marzo 2017 avrà luogo l’evento conclusivo di Ballarò Tale, il progetto di arte collettiva che ha raccontato in questi mesi l’antico quartiere, attraverso la pittura murale creata dai bambini.
Per l’occasione, ascolteremo le avventure di ‘Peppe senza suola a Ballarò’ dalla voce di Alberto Nicolino, disegneremo e coloreremo insieme a Igor Scalisi Palminteri, ai bambini e tutti i presenti, il murales conclusivo.
I partecipanti sono invitati a portare con se pennelli e colori!

Appuntamento alle 10, Piazzetta dell’Origlione, Ballarò, negli spazi del “Giardino di Madre Teresa” e della scuola media “Verga”.
Insieme a noi ci sarà l’assemblea cittadina SOS Ballarò, che ci aiuterà a organizzare una ‘arrustuta’ per festeggiare la conclusione della prima parte di questo bellissimo progetto di restituzione di spazi di quartiere che nasce proprio da un incontro di SOS Ballarò.
Sarà presente per il Comune di Palermo, l’Assessore Andrea Cusumano.
Negli stessi spazi, sarà allestita da Per Esempio onlus la mostra fotografica ‘Ballarò Tale’, che racconterà le persone e le storie che abbiamo incontrato in questi mesi.
PROGRAMMA DELLA GIORNATA

10:00: Incontro e presentazione del progetto
10:30: Proiezione in loop del video finale che racconterà tutte le fasi del progetto realizzato da VEDIPalermo
11:00: Narrazione de “Le avventure di Peppe Senza Suola” di e con Alberto Nicolino
11:30: Disegno con tutti i bambini e gli adulti presenti
13:00: Pranzo/ Grigliata
14:30: Murales conclusivo con Igor Scalisi Palminteri e i bambini presenti

 

__________

BALLARÒ TALE
Organizzato da Per Esempio onlus (già autore della straordinaria esperienza di Borgo Vecchio Factory insieme a PUSH) e promosso dal Comune di Palermo, Assessorato alla Cultura, con lo scrittore e attore Alberto Nicolino e il pittore Igor Scalisi Palminteri, conduttori di questo cammino dalla memoria dei grandi all’indelebile arte dei piccoli.
Un processo di scrittura e lettura delle memorie; laboratori di disegno e illustrazione delle favole; pittura dei murales che riproducono in grandi dimensioni le illustrazioni, in un momento in cui i bambini, i protagonisti dei racconti, i residenti di Ballarò hanno dipinto in totale comunione.
I murales realizzati raccontano l’anima multietnica di Ballarò che si racconta, storie di donne, bambini e uomini che vivono il quartiere ogni giorno, dal loro stesso territorio di origine, per gli attuali spettatori e per tutti coloro che si avvicineranno al quartiere e ne vorranno scoprire le radici più pure e vivaci.

Il fascino di Ballarò Tale è la stessa immediatezza con la quale è possibile osservare come le memorie raccolte, in poco tempo (e a progetto ancora in corso), facciano già parte della storia del territorio, come ne rappresentino non solo il passato ma anche il presente in continuo movimento.
Il primo muro ne è simbolo: la riqualificazione di piazzetta Schiera, restituita ai residenti del quartiere in occasione del Ballarò Buskers, ripulita, rinnovata, trasformata in piccolo teatro, impreziosita dal muro dipinto dai bambini, racconta l’eco del racconto stesso: la storia di quartiere trasformata in fiaba, letta ai bambini, disegnata e pitturata da loro stessi, comincia a rivelare la sua nuova favola: racconta una memoria e una trasformazione, quella promessa mesi fa, arricchita dalla realtà in continuo divenire di un quartiere unico, ricco di culture, le cui storie stratificate sono facilmente rappresentate dai “muri narrativi” di Ballarò Tale.

I muri narrativi si trovano:
– piazzetta Schiera
– via Mongitore (parete esterna della biblioteca dei bambini e dei ragazzi ‘Le Balate)
– via Giuliano Majali (accanto alla chiesa Santa Maria del Paradiso dei Mugnai)
– Hall arrivi dell’aeroporto di Palermo ‘Falcone e Borsellino’.
Muro conclusivo: piazzetta dell’Origlione

Realtà coinvolte
Progetto di: Per Esempio onlus
Ente promotore: Comune di Palermo, Assessorato alla Cultura.
Sostenitori: Assemblea cittadina SOS Ballarò, CLAC, Moltivolti, Terradamare | Cooperativa Turistica a Palermo, VediPalermo

Comments

comments

Review overview
NO COMMENTS

Sorry, the comment form is closed at this time.