Friday, December 15, 2017
Home / #cosedafare  / Presepi d’artista di Giuseppe Agnello e Sergio Zavattieri alla Rizzuto Gallery

Presepi d’artista di Giuseppe Agnello e Sergio Zavattieri alla Rizzuto Gallery

L’iniziativa nasce dal desiderio di Eva Oliveri e Giovanni Rizzuto di creare una collezione di presepi realizzati da artisti contemporanei, investendo nell’arte come bene culturale di cui compiacersi, da possedere ma anche da esporre e

unnamed-1

Sarà inaugurata venerdì 23 dicembre 2016 ore 18.00 alla RizzutoGallery (Palermo, via Monte Cuccio 30) – la terza edizione dei PRESEPI D’ARTISTA .

L’iniziativa nasce dal desiderio di Eva Oliveri e Giovanni Rizzuto di creare una collezione di presepi realizzati da artisti contemporanei, investendo nell’arte come bene culturale di cui compiacersi, da possedere ma anche da esporre e condividere.

L’immagine della Natività è uno dei temi più rappresentati nella Storia dell’Arte, innumerevoli artisti si sono cimentati su questo soggetto in ogni tempo, in ogni luogo e con ogni tecnica. Il presepe poi, come prodotto culturale e artigianale, si è diffuso in ogni parte del mondo con innumerevoli varianti.
Per queste ragioni, e al di là del credo religioso, il tema proposto è probabilmente uno dei più difficili e rischiosi per un artista contemporaneo, forse proprio per questo uno dei più interessanti anche in virtù della assoluta libertà interpretativa lasciata agli artisti coinvolti nel progetto.

Le opere – acquisite dalla RizzutoGallery – entreranno a far parte della collezione privata di Eva e Giovanni Rizzuto, che – arricchendosi anno dopo anno – promette di diventare un viaggio nella sensibilità artistica, una riflessione che attraverso le opere indaga gli stati d’animo degli artisti protagonisti del progetto.

Dopo le interpretazioni di Daniele Franzella, Luigi Citarrella, Alessandro Bazan e Francesco De Grandi, gli artisti protagonisti di questa terza edizione sono GIUSEPPE AGNELLO e SERGIO ZAVATTIERI.
PRESEPI D’ARTISTA

Libera interpretazione della natività per una collezione di Eva e Giovanni Rizzuto

#3 Giuseppe AGNELLO | Sergio ZAVATTIERI
Inaugurazione: venerdì 23 dicembre 2016 ore 18.00

Fino al 7 gennaio 2017

Visitabile su appuntamento chiamando il 347 1769901

RizzutoGallery
Palermo – Via Monte Cuccio 30

 

Giuseppe Agnello è nato a Racalmuto il 9 dicembre 1962; ha frequentato la scuola di scultura dell’Accademia di Belle Arti di Palermo diplomandosi nel 1985. Ha insegnato Scultura presso l’Accademia di Belle Arti di Carrara e attualmente insegna Scultura al Biennio in Arti Visive e Tecniche della Scultura al Triennio in Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Palermo.

Ha realizzato diverse opere pubbliche, sia in Italia che all’estero. Nel 1998 realizza i ritratti dell’allora presidente della Siria, Hafez Al Assad, e del figlio Basel, rispettivamente collocati nel mausoleo omonimo ad Aleppo e presso il teatro di Damasco. Nel 2003 ha realizzato dei calchi per la scenografia del film di Ciprì e Maresco “Il ritorno di Cagliostro”. Nel 2008 ha collaborato alla realizzazione della parte scultorea del progetto VB62 di Vanessa Beecroft per la performance  allo Spasimo di Palermo. È l’autore del celebre ritratto in bronzo dello scrittore Leonardo Sciascia, ubicato nella sua città natale, e della scultura in bronzo dedicata al celebre Commissario Salvo Montalbano, personaggio ideato dallo scrittore Andrea Camilleri, a Porto Empedocle.

 

Sergio Zavattieri fotografo e artista nato a Palermo nel 1970, ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Palermo e l’Università politecnica di Valencia dove ha approfondito gli studi sulla fotografia. Dopo aver vissuto a Valencia e Berlino per diversi anni, dal 2012 è tornato a vivere e lavorare nella sua città.

Seguace dell’artista e teorico della fotografia Joan Fontcuberta, Sergio Zavattieri narra con un approccio critico l’impatto sociale che il mezzo fotografico ha avuto nell’età moderna e contemporanea. Attraverso complesse installazioni e serie fotografiche esplora i confini di questo mezzo ambiguo per natura che oltre a poter ritrarre e documentare la storia è anche capace di condizionarla. Il suo lavoro è stato esposto al MACRO – Museo di arte contemporanea (Roma), al Museo Laboratorio di Arte Contemporanea (MLAC) presso il Polo museale Sapienza della Sapienza Università di Roma, all’Università politecnica di Valencia (Spagna), all’IVAM – Instituto Valenciano de Arte Moderno (Spagna), al CIAC – Centro internazionale per l’arte contemporanea di Genazzano, al Museo Palazzo Riso di Palermo, al Parco Archeologico e paesaggistico della Valle dei Templi di Agrigento, al Museum Kunstpalast di Düsseldorf (Germania) e altre istituzioni pubbliche e private in Europa e in America.

Comments

comments

Review overview
NO COMMENTS

Sorry, the comment form is closed at this time.