Thursday, June 27, 2019
Home / #cosedafare  / Ragusa: il Castello di Donnafugata, il giardino, il labirinto e le sue leggende

Ragusa: il Castello di Donnafugata, il giardino, il labirinto e le sue leggende

Il palazzo si erge elegante e maestoso nella sua struttura ottocentesca sulle vestigia di una torre medievale e prende il nome dall'arabo di fonte di salute

101443_ragusa_castello_di_donnafugata

Soltanto quindici chilometri da Ragusa, Castello di Donnafugata è una tappa obbligata per quanti si trovano a visitare le meraviglie della Sicilia sud orientale. Il palazzo si erge elegante e maestoso nella sua struttura ottocentesca sulle vestigia di una torre medievale e prende il nome dall’arabo fonte di salute. Una leggenda narra che qui la regina Bianca di Navarra fu rinchiusa dal conte di Modica, Bernardo Cabrera, ma riuscì a fuggire grazie a sottopassaggi che portavano al giardino. Da qui il nome Donnafugata.

Ma questa non è l’unica dicerìa che circola intorno al famoso castello che fu protagonista di alcune scene del film di Visconti Il Gattopardo. Si narra infatti che qui fosse nascosta una capra d’oro, capace di sconvolgere la vita degli ospiti. Tuttavia non vi sono testimonianze scritte che accertino la veridicità di queste leggende.

Fatto sta che il castello con 122 stanze è un esemplare di pregevole architettura gotico chiaramontana con un cortile grande fiancheggiato da corpi bassi. La facciata merlata con le bifore e i capitelli creano l’ingresso a stupendi saloni ( quello degli Stemmi, degli Specchi, del Biliardo e della Musica) ricchi di affreschi e stemmi. Il Giardino lussureggiante è una distesa di piante mediterranee, statue, e manufatti calatini. Da non mancare il famoso u Pirdituri, ovvero il famoso labirinto in pietra caro a Garrone, da percorrere per perdersi e ritrovarsi.

Qui, per i fortunati che riescono a partecipare, si svolgono rinfreschi e manifestazioni culturali e enogastronomiche.

Comments

comments

Review overview
NO COMMENTS

Sorry, the comment form is closed at this time.