Tuesday, September 17, 2019
Home / #cosedafare  / Escursione alla Rocca di Entella: viaggio nella verde terra degli Elimi

Escursione alla Rocca di Entella: viaggio nella verde terra degli Elimi

La Rocca di Entella è morfologicamente interessante, oltre ad avere una storia affascinante, la zona della magica grotta - ammantata di misteri e leggende - è stata dichiarata Riserva naturale.

Ph: Davide Mauro

Tre erano i popoli che hanno creato la Sicilia: Elimi, Sicani  e i Siculi. Fra gli antichi popoli anche i Fenici.

Per conoscere le  nostre radici, ecco un’escursione che parte domenica 13 marzo 2016 alla scoperta degli Elimi. Profughi di origine troiana, scampati da una tempesta trovarono riparo sull’Isola? Oppure popolazione ligure come si riscontra da alcune città omonime Lerici, Segesta, Entella? Di certo si insediarono nella parte occidentale della Sicilia. Prima di fondersi con gli altri popoli autoctoni, in un naturale integrazione, fondarono  un centro religioso sul Monte Erice; Entella, situata nell’entroterra palermitano; Iaitias su un promontorio che domina la odierna San Giuseppe Iato; appunto Segesta la più nota delle città. Poche le testimonianze che arrivano fino a noi.

La Rocca di Entella è morfologicamente interessante, oltre ad avere una storia affascinante, la zona della magica grotta di Entella – detta Grotta dei Dinari e ammantata di misteri e leggende – è stata dichiarata Riserva naturale.

Oltretutto qui si trova e prospera la Diga Garcia, che oltre ad essere un punto di riferimento per le irrigazioni delle colture del territorio- ormai è considerato alla stregua di un placido lago – , è diventato anche luogo d’elezione per gli uccelli migratori che lo scelgono come punto di sosta durante i loro viaggi.

Si legge dalla bella presentazione curata da Luigia Di Gennaro

“I tre elementi essenziali di questo paesaggio di Sicilia al confine sud-occidentale della provincia di Palermo, sono, il gesso, l’argilla e il verde dell’erba di marzo. Dalla Rocca di Entella si osservano ampi paesaggi collinari e i massicci montuosi dei Sicani occidentali. La Rocca offre diversi livelli di lettura del paesaggio: uno geologico-geomorfologico con le rocce evaporitiche soggette al fenomeno carsico e un altro storico-archeologico con tracce e testimonianze dall’età del bronzo al conflitto arabo-svevo, passando attraverso le guerre greco-puniche. I percorsi sotterranei dell’acqua hanno creato sotto la rocca la bella Grotta di Entella e il territorio offre al buon osservatore tanti piccoli tesori naturalistici”.

Programma

Appuntamento alle ore 8,15 a Piazzale Giotto e trasferimento con mezzi propri per scorrimento veloce Palermo Sciacca sino allo svincolo Poggioreale e quindi in direzione di Contessa Entellina. Escursione a piedi alla Rocca d’Entella, Pranzo a sacco ai piedi della Rocca. Visita pomeridiana all’Antiquarium “Giuseppe Nenci” di Contessa Entellina. Rientro a Palermo previsto per le ore 18.30

Scheda
Dislivello m400
Lunghezza del percorso: circa km 6
Natura del percorso: Sterrata e sentiero, facile.

Contributo Artemisia : €8; Ingresso Antiquarium € 2; Contributo carburante per chi richiede passaggio in auto: € 6.

Informazioni e adesioni telefonando alla guida:
Luigia 3286655656

Artemisia coop. per un turismo sostenibile e l’educazione ambientale. artemisianet@gmail.com, 3403380245.

Comments

comments

Review overview
NO COMMENTS

POST A COMMENT