Sunday, December 16, 2018
Home / #personaggi  / Rosanna Romano, architetto e artigiano digitale in 3D

Rosanna Romano, architetto e artigiano digitale in 3D

Rosanna Romano architetto e responsabile del progetto: “ci sono dagli accessori alla tavola ai gioielli, dai vasi alle lampade, dalle scarpe all’intimo, si tratta di una esplorazione totale il cui unico limite dipende dalle

Romano 5

Un architetto che si trasforma in artigiano digitale, è l’idea di ARks3d (a Monreale, quartiere Ciambra) che grazie all’ausilio della stampa in 3d crea originali e inusuali accessori per la casa, ma anche monili e oggetti fashion ecologici.  Spiega Rosanna Romano architetto e responsabile del progetto: “ci sono dagli accessori alla tavola ai gioielli, dai vasi alle lampade, dalle scarpe all’intimo,  si tratta di una esplorazione totale il cui unico limite dipende dalle dimensioni dell’area di stampa della stampante 3D”.

Forma e funzione dell’accessorio qui si modificano e adattano alla illimitatezza del mezzo, del materiale e quindi del concetto.

“L’intero processo creativo si stravolge – prosegue la Romano – perché stravolto è il tradizionale processo produttivo. La materia si plasma per dar forma a pensieri ed immagini di ispirazione organica e geometrica, dalle intricate ed inconsuete strutture, fatte di una materia “green”, sostenibile perché riciclata, riciclabile ed ecologica. Il risultato? Innovazione e rivoluzione”

Ed ecco che per contenere una pianta, nascono bizzarri portavaso dalle forme sinuose e intricate, mentre i gioielli presentano geometriche forme, l’intimo da indossare invece ricorda l’arte degli origami e gli accessori per il cibo raccontano di tavole imbandite moderne e fuori dal comune.

Romano 4

La Romano,  dopo la laurea studia alla ASA College di New York, poi frequenta la Domus Academy di Milano, per la quale consegue il diploma di master in Product Design. Svolge il suo internship come designer a Milano presso lo studio di Giovanni Levanti, per il quale collabora all´allestimento della sua personale per il Fuori salone di Milano 2010. Trasferitasi a Copenaghen, lavora per la Afuture,  approfondendo gli aspetti legati alla sostenibilità, in termini di design, processi lavorativi, costruttivi ed innovazioni tecnologiche. “Qui nasce l´interesse per la stampa 3d – aggiunge -, con esperimenti su nuovi materiali sostenibili al processo di stampa stesso, analizzandone vantaggi e svantaggi, processi lavorativi, impatti ambientali oltre che sociologici e previsioni future”. Nel 2014 rientrata in Sicilia fonda aRks3D, lavorando e sperimentando le nuove tecnologie e tecniche 3D, dando vita ad una collezione di progetti auto-modellati, auto-sperimentati ed auto-prodotti.

Comments

comments

Review overview
NO COMMENTS

POST A COMMENT